Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
25.06.20 - 12:340

Dopo Tarmed, ecco Tardoc

Il nuovo modello soddisferebbe le condizioni per porre fine alle discussioni sulle tariffe ambulatoriali

BERNA - L'associazione di assicuratori malattia Curafutura e la Federazione dei medici svizzeri (FMH) hanno inoltrato al Consiglio federale, per approvazione, un nuovo modello tariffale per sostituire l'ormai obsoleto Tarmed. Il nuovo tariffario è appoggiato anche dall'organizzazione di casse concorrente Santésuisse.

Il nuovo modello, chiamato Tardoc, soddisfa in particolare tutte le condizioni per porre fine alla paralisi nelle discussioni sulla fissazione dei prezzi delle prestazioni ambulatoriali, assicurano Curafutura e FMH in un comunicato comune diramato oggi.

Il nuovo tariffario, che dovrebbe sostituire il Tarmed, introdotto nel 2004, sarà neutrale in termini di costi per gli assicurati: il modello proposto non comporta né un aumento né una riduzione del prezzo complessivo delle prestazioni. Attualmente quelle ambulatoriali ammontano a 12 miliardi di franchi l'anno, pari a un terzo delle spese a carico dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie.

Attualmente alcune prestazioni sono sottopagate e altre troppo pagate, perché col passare degli anni è ad esempio mutata la tecnologia medica e il Tarmed non ne tiene conto.

Per Curafutura e FMH, il Tardoc compensa questi squilibri. Esso riflette le attuali possibilità tecniche e la riduzione del numero di voci da 4700 a 2700 semplifica la struttura delle tariffe e aumenta la trasparenza.

Una prima versione del Tardoc era stata presentata nel luglio del 2019, ma il Consiglio federale non l'aveva approvata, dato che non aveva ottenuto il sostegno della maggioranza degli assicuratori. Lo scenario oggi, con l'adesione di Santésuisse, è diverso.

I partner tariffari sperano in una valutazione favorevole del loro progetto da parte del Consiglio federale. Chiedono al governo di approvare il Tardoc in vista della sua entrata in vigore il primo gennaio 2022.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Legge sul CO2: «Controproducente e costosa»
L'UDC è scesa in campo a sostegno del referendum
SVIZZERA
1 ora
Più di 3'000 casi e altri 53 ricoveri
I tamponi effettuati nel nostro Paese nella giornata di ieri sono 14'224. Il 21,1% ha dato esito positivo.
TURGOVIA
2 ore
Bimbo fermato da uno sconosciuto che tenta di fargli bere qualcosa
L'episodio si è verificato ieri pomeriggio nella località turgoviese di Weinfelden. Il bimbo non ha riportato ferite
SVIZZERA
2 ore
Tossisci e ti dico se hai il coronavirus
Una startup dell'EPFL sta studiando la possibilità d'identificare una persona infetta attraverso un'analisi vocale.
SVIZZERA
2 ore
Cento franchi in più nella busta paga Coop
Si tratta di una misura voluta per ringraziare l'impegno dimostrato durante il periodo del coronavirus
SVIZZERA
3 ore
Gli effetti del Covid: non si usa più il corrimano delle scale
A sostenerlo è l'Ufficio prevenzione infortuni alla luce del sondaggio che svolge annualmente.
SVIZZERA
3 ore
L'allarme del TCS su un seggiolino che contiene sostanze nocive
Si tratta dello Oyster Capsule di Babystyle che supera i livelli di guardia e risulta quindi «non consigliato»
SVIZZERA
4 ore
Cambia l'ora: in futuro saremo un'isola temporale?
Il cambio dell'ora è oggetto di forti discussioni in Europa. E la Confederazione osserva gli sviluppi
SVIZZERA
4 ore
L'export svizzero riprende, pian piano
In aumento del 6,5 per cento rispetto al secondo trimestre. A tirare è soprattutto l'Asia
SVIZZERA
5 ore
UBS a gonfie vele nonostante il coronavirus
Sergio Ermotti saluterà dunque il colosso bancario dopo un trimestre in crescita
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile