Tipress (archivio)
Le manifestazioni per ora non hanno ancora dato i loro frutti.
SVIZZERA
23.06.20 - 12:320
Aggiornamento : 13:03

Altro che parità: «Gli uomini guadagnano il 18,1% in più delle donne»

Il dato è stato elaborato dall'Ufficio federale di statistica.

In alcune categorie il divario tra i due sessi è ancora più marcato: I dirigenti maschi ricevono in media il 23% in più. Gli accademici addirittura il 25%.

BERNA - La parità salariale in Svizzera è ancora lontana: per un posto di lavoro a tempo pieno e considerando tutte le categorie professionali, il salario mediano di un uomo era nel 2019 del 18,1% superiore a quello di una donna (72'800 contro 86'000, pari a una differenza di 13'200 franchi). Lo si evince dai dati sul reddito da lavoro pubblicati oggi dall'Ufficio federale di statistica.

Nel dettaglio, il divario salariale maggiore lo si riscontra tra le categorie "dirigenti" e "professioni accademiche": nei primi è del 23,0% (un uomo guadagna 130'000 franchi, 24'300 in più di una donna), nei secondi addirittura del 25,0% (salario degli uomini: 112'100, 22'400 franchi in più).

Divari percentuali superiori al 20% sono presenti anche nelle categorie meno retribuite: nelle "professioni artigianali" un uomo guadagna 74'100 franchi, 14'400 in più (24,1%) di una donna, tra gli "addetti a installazioni e apparecchi" i maschi hanno un salario di 71'500 franchi, di 13'200 superiore (22,6%) a quello delle loro colleghe.

Nei "servizi" e nella "vendita" gli uomini ricevono in media il 23,3% in più (+13'000 a 68'900 franchi), tra le "professioni tecniche" il divario è del 21,9% (17'000 in più a 94'500). Anche tra i "lavoratori non qualificati" la differenza è importante: qui gli uomini hanno un salario di 61'600 franchi, il 24,7% in più (o 12'200 franchi) di quello delle donne.

Una differenza di paga minore la si osserva nella categoria "impiegati d'ufficio e di commercio", ma rimane comunque superiore al 10%: qui gli uomini guadagnano 78'000 franchi, 7'200 in più delle donne (10,2%).

Rispetto allo scorso anno, il divario salariale generale è calato di un punto percentuale. Nei singoli settori d'attività l'evoluzione è contrastata: la differenza retributiva è calata in particolare per i "dirigenti" (-8,2 punti), "servizi e nella vendita" (-4,8), "professioni artigianali" (-3,9), "addetti a installazioni e apparecchi" (-7,1) e "lavoratori non qualificati" (-8,1).

Il divario è invece aumentato tra le "professioni accademiche" (salito di 5,4 punti) e gli "impiegati d'ufficio e di commercio" (+5,3). Stabile quello delle "professioni tecniche" (leggero aumento di 0,2 punti).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Don Quijote 1 anno fa su tio
La disparità salariale può esistere solo in quei ambienti dove il reddito percepito non corrisponde al merito. Bisogna vedere se effettivamente qualcuno prende poco per quello che fa o se un altro prende troppo per quello che rende … La disparità salariale non è applicabile nelle piccole aziende perché insostenibile ed illogica.
Tato50 1 anno fa su tio
Comunque una certa parità è stata raggiunta. Il numero di decessi avvenuti in Svizzera nel 2019 è del 50% uomini e identico per le donne ;-))
F/A-18 1 anno fa su tio
@Tato50 Ecco, in quel campo gli cederei volentieri il primato...
Tato50 1 anno fa su tio
@F/A-18 Ahahah, fatti beccare da una tipo Marra che l' FA-18 lu usi davvero. Magari con quella che hanno mostrato ieri sera al TG della quale ho già accennato sul Blog delle donne militari ;-))))))
streciadalbüter 1 anno fa su tio
lollo 68:secondo lei occuparsi della casa e dei figli non é un lavoro?
MIM 1 anno fa su tio
La parità dei diritti si otterrà quando verrà riconosciuto il lavoro delle casalinghe, sia finanziariamente sia fiscalmente. Mamme o mammo, non dovrebbe fare differenza. Scimmiottare gli uomini o voler diventare a tutti i costi come loro è davvero disarmante da parte delle donne, perché si mettono da sole in un situazione di sottomissione. Riflettete.
F/A-18 1 anno fa su tio
@MIM Bravo, questa potrebbe essere una soluzione. Forse un matrimonio con comunione dei beni non è più attuale perché si sa che quel che va bene oggi magari dopo qualche anno potrebbe saltare.
Tato50 1 anno fa su tio
@MIM Mi hai copiato tu questa volta? -;))
pillola rossa 1 anno fa su tio
Per certi la donna rimane un oggetto di utilità sociale a vantaggio maschile piuttosto che un essere umano... Triste retaggio culturale non ancora caduto. DOVERI DELLE SPOSE (famiglia cristiana) 1. Voler bene al marito. 2. Rispettarlo come capo. 3. Obbedirlo come nostro superiore. 4. Assisterlo con premura. 5. Ammonirlo con reverenza. 6. Rispondergli con grande mansuetudine. 7. Tacere quando è alterato. 8. Pregare per esso il Signore. 9. Sopportarne i difetti. 10. Schivare la familiarità con altri uomini. 11. Non consumare la roba con vanità. 12. Essere sottomessa alla madre del marito e ai suoi vecchi. 13. Umile e paziente con le cognate. 14. Prudente con quelli della famiglia. 15. Amante della casa. 16. Riservata nei discorsi. 17. Osservatrice dei doveri religiosi.
Tato50 1 anno fa su tio
@pillola rossa 18 farlo cornuto ;-)
F/A-18 1 anno fa su tio
@pillola rossa Ecco, le stesse regole poi devono valere anche per l’uomo. Hai elencato regole quali il rispetto, la fedeltà, l’amore per la propria famiglia, pazienza quando l’altro sbaglia, dedizione , morale ed una certa fede. Forse per te questi valori non servono infatti vediamo bene che fine fanno le famiglie al giorno d’oggi, la metà divorzia, l’altra metà si sopporta e si cornifica, pochi si salvano, avanti così...
Don Quijote 1 anno fa su tio
@pillola rossa Dove posso travarne una cosi? :-)
Don Quijote 1 anno fa su tio
@pillola rossa Ho risposto per sbaglio a Tato ma la domanda era rivolta a te. :-)
pillola rossa 1 anno fa su tio
@Don Quijote In chiesa? Comunque prova ad applicare le regole per le donne agli uomini e quelle per gli uomini alle donne e dimmi come ti sentiresti...
pillola rossa 1 anno fa su tio
@F/A-18 È un dato di fatto che certe mentalità che ci hanno inculcato abbiano radicato certi comportamenti sessisti, tra i quali anche uno stipendio inferiore a parità di mansioni... Famiglia Cristiana DOVERI DEI MARITI 1. Amare la consorte come Cristo amò la Chiesa. SEM A POSCHT... 2. Serbare la fedeltà giurata nel matrimonio cristiano. AHAHAH... 3. Non disgustare in nessun modo o maniera la sposa. SESSUALMENTE? IN CUCINA? 4. Non disprezzarla perché compagna, anzi aiuto dell'uomo. ECCERT, AIUTO DELL'UOMO... SENZA DI LUI LEI NON ESISTE 5. Amarla come noi stessi. COME NOI STESSI... CHI SAREBBERO QUESTI NOI? 6. Soffrirla (sopportarla) con tutta pazienza. LEI DEVE OBBEDIRE E NON CONTRARIARE, LUI SOPPORTA... 7. Aiutarla con somma carità. A FARE LA SPESA? 8. Non maltrattarla ne con atti ne con le parole. È IL MINIMO 9. Correggerla con buone maniere. LA DONNA SOPPORTA I DIFETTI DELL'UOMO, L'UOMO LA CORREGGE... 10. Ascoltare anche i suoi suggerimenti. EVENTUALMENTE 11. Non nascondere gli interessi della famiglia alla sposa; perché essa pure ne è amministratrice in mancanza dello sposo. OVVIAMENTE SOLO IN MANCANZA DELLO SPOSO 12. Lontani dalla casa ricordarsi della sposa e dei figli. SE PROPRIO SI DEVE... 13. Dar buon esempio. NEL CORREGGERE?
F/A-18 1 anno fa su tio
@pillola rossa Sai, fai tanto il sapientone ma cadi in contraddizione, io ci vedo solo parole buone, chi vuole una famiglia non ha comunque bisogno di leggere questi punti, rispetto e correttezza sono inclusi tra persone che si vogliono bene. Purtroppo vedo che tra una risata e l’altra questi punti tu non riuscirai mai a rispettarli, la tua famiglia se del caso c’è l’hai sarà un sicuro fallimento, l’alternativa è non fare una famiglia, non avere figli, vivere la propria vita in modo esclusivo ed egoistico, non contribuire a far crescere una società sana, non lamentiamoci poi se il nostro paese si riempie di stranieri, è la normale conseguenza, anzi, forse dobbiamo dire grazie a tutti quegli stranieri che si integrano nel nostro paese, lavorano forte, fanno molti figli, pagano le tasse e costruiscono una società sana. Tra i nostri denoto invece egoismo, la pretesa di tanti diritti e lo schivare i doveri. Tu mi sembri la dimostrazione vivente di questo spaccato poco edificante di società.
pillola rossa 1 anno fa su tio
@F/A-18 Io trovo le parole sessiste e tutt'altro che buone. In fatto di situazione personale per me puoi credere e dedurre quello che ti pare. Sono solo tue congetture che ti fanno stare meglio. Comunque non cambia nulla al fatto che siamo tutt'ora governati da una società prettamente patriarcale con conseguenti propri tornaconti.
F/A-18 1 anno fa su tio
@pillola rossa Ma se ti va fatti comandare da una donna e tu stai a casa a far calzetta, contento tu...., ah dimenticavo, se riesci vedi anche di rimanere in cinto , così tanto da non farti mancare niente.
pillola rossa 1 anno fa su tio
@F/A-18 Esiste anche la collaborazione rispettosa dove entrambe i sessi ricevono lo stesso stipendio e hanno le stesse opportunità.
streciadalbüter 1 anno fa su tio
tato 50:certo che gli uomini hanno la prostata,della quale pero`cominciano a sentire i sintomi nefasti dopo i 50-60 anni.Gli uomini hanno anche qualcosa in piu`delle donne che qui non nomino per ovvia decenza
Tato50 1 anno fa su tio
@streciadalbüter Sono nella categoria e comincio a fare la pipì come uno che balbetta ;-)) Il resto credo di averlo capito ;-))
Tato50 1 anno fa su tio
Pagate le casalinghe che sono quelle che lavorano di più, non hanno orari, i figli le chiamano "mamma " non "tee Giovana" e se usano un attimo FB non rubano a nessuno. Altre no !
Tato50 1 anno fa su tio
Chissà se reclamano anche queste ( non cito tutte per motivi di spazio) ;-)) Massimiliana Landini Aleotti - 6,6 miliardi di dollari Miuccia Prada - 2,2 miliardi di dollari Giuliana Benetton - 2,0 miliardi di dollari Alessandra Garavoglia - 2,0 miliardi di dollari Maria Franca Fissolo - 1,9 miliardi di dollari Alice Walton - 54,4 miliardi di dollari Francoise Bettencourt Meyers - 48,9 miliardi di dollari Julia Koch - 45,5 miliardi di dollari MacKenzie Bezos - 36,0 miliardi di dollari Beate Heister - 33,3 miliardi di dollari
F/A-18 1 anno fa su tio
@Tato50 Ma lascia stare Tato, ma non vedi che queste donne giocano a volere gli stessi soldi di un’uomo quando invece in una famiglia normale che si rispetti già ha la metà dello stipendio del marito in quanto sposata, ha solo altri compiti, tra l’altro più importanti del lavoro del marito perché dovrebbe occuparsi dell’educazione dei propri figli, mica roba da poco. Comunque lasciamo perdere, le famiglie sono allo sfascio in quanto la metà divorzia mentre dell’altra metà le donne sono cornute in quanto al posto di occuparsi del marito si occupano dei diritti di parità tra i sessi, avanti così signore.
tip75 1 anno fa su tio
quando si parla di parità significa a pari lavoro. non si fa un discorso su quanto sia utile o meno ai fini famigliari...
F/A-18 1 anno fa su tio
@tip75 La donna ha già dei compiti che sono quelli di accudire alla famiglia il che vuol dire casa, marito, figli e quant’altro. Il marito si occupa di portare a casa un congruo stipendio per poter mandare avanti la famiglia. In ogni civiltà che si rispetti ogni membro della famiglia ha i suoi compiti, leggiti la storia di qualche civiltà passata come per esempio i nativi americani detti erroneamente indiani e massacrati da noi invasori europei nell’ordine di 60/100 milioni di morti. Questo per dire che la nostra civiltà oramai allo sbando, senza regole ne religione ci sta portando a quella pochezza di regole e di moralità che ci contraddistingue e di cui non ne andrei molto fiero.
Tato50 1 anno fa su tio
@tip75 Diciamo che a parità di lavoro e compiti è giusto che una donna riceva la medesima retribuzione. Poi sul perché guadagnano meno è un calcolo percentuale; ne conosco molte che prendevano il doppio del sottoscritto solamente perché avevano studiato criminologia. Poi nella pratica non posso dire quello che penso perché mi bannano, ma in teoria e non fare un tubo non le batteva nessuno. Alla prima autopsia una che era con me dopo 5 minuti era al Pronto Soccorso della Carità. Hai toccato un punto cruciale che è quello dell'educazione che le casalinghe non danno il compito ad altre e in molti casi in risultato si vede-;((
F/A-18 1 anno fa su tio
Io non capisco come mai le donne vogliano parificarsi agli uomini, da quando cercano di farlo il mondo va sempre peggio, si occupassero della casa, della famiglia, del proprio marito, dei propri figli, sarebbe un mondo molto migliore. Non ci sarebbero figli allo sbando perché poco seguiti, non ci sarebbero così tante separazioni e divorzi, le case sarebbero pulite e non zozze o con donne delle pulizie che lavorano in nero, ci sarebbe più lavoro per tutti e non saremmo qui a discutere di parità di salario. Le donne rimangono in cinta e ci vogliono 9 mesi per procreare, di figli se ne fanno inoltre più di uno e questi vanno seguiti, ci vuole tempo. Onestamente stiamo stravolgendo il mondo, ora si permettono i matrimoni omosessuali, gli si permette di adottare, tra un po’ permetteremo l’unione tra uomo ed animale, stiamo creando un mondo sempre più deleterio, un giorno pagheremo per questo.
streciadalbüter 1 anno fa su tio
Gli uomini non hanno mestruazioni e gravidanze.
Tato50 1 anno fa su tio
@streciadalbüter Si ma hanno la prostata ;-))
seo56 1 anno fa su tio
E allora, dov’è il problema?
Thor61 1 anno fa su tio
È così da sempre, proprio come in TI la media retributiva è di circa il 30% in meno degli Svizzeri settentrionali.
lollo68 1 anno fa su tio
Potrei aggiungere che le donne che hanno rinunciato a lavorare per occuparsi dei figli non hanno più possibilità di rientrare nel mondo del lavoro! Personalmente avrei potuto lavorare ancora al 20%, ma non ho trovato un posto all'asilo nido e i nonni erano troppo lontani (ZH-TI).
F/A-18 1 anno fa su tio
@lollo68 Hai cresciuto i tuoi figli, penso che sia la cosa più bella che hai fatto, dovresti andarne fiera. Andare a lavorare per fare un 20% cosa significa? Che importanza può avere? Meglio investire sui propri figli che poi danno anche molte soddisfazioni, un 20% tanto per fare qualcosa potrebbe essere solo fonte di stress, non trovi?
Tato50 1 anno fa su tio
@lollo68 Da un lato il fatto che non hai trovato un lavoro al 20 % è quasi un bene. Non ci pagavi nemmeno l'asilo nido e ti godi le tue creature. Crescono veloci e poi ciaooo-;))
pillola rossa 1 anno fa su tio
@lollo68 Poi quando i figli sono cresciuti rimani sola con te stessa e aspetti di fare la nonna. C'è chi si sente realizzata così, e c'è chi vorrebbe avere un altro ruolo nella società. Ma come hai ben detto, quando sei fuori non c'è più possibilità di rientro.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Berna
1 ora
Test gratuiti: sì, ma non tutti
Il Consiglio degli Stati vuole escludere antigenici rapidi per uso personale e sierologici non ordinati dal cantone
SVIZZERA
2 ore
Due bambini rimpatriati dalla Siria
L'operazione è effettuata con il consenso della madre e in collaborazione con le varie autorità.
VALLESE
4 ore
Meteorite si schianta su un ghiacciaio vallesano
Grande quanto un mandarino, è precipitato sul ghiacciaio di Corbassère ma non è ancora stato trovato.
SVIZZERA
5 ore
Triage? «I vaccinati abbiano la precedenza in terapia intensiva»
Precedenza a chi ha ricevuto il vaccino? L'Accademia svizzera delle scienze mediche non ne vuole sentir parlare.
SVIZZERA
5 ore
Solo vaccinati e guariti al posto della mascherina? «I casi aumenteranno»
Discoteche e palestre puntano su vaccinati e guariti e schivano la mascherina obbligatoria.
LUCERNA
6 ore
Traffico di esseri umani, sotto accusa la ex gestrice di un bordello
La 54enne avrebbe costretto alla prostituzione almeno 29 donne thailandesi, sfruttando le loro difficoltà finanziarie.
BERNA
7 ore
Covid: pochissime morti fra i vaccinati
In quasi 9 decessi su 10 le vittime non erano state completamente vaccinate.
VAUD
8 ore
Il boss della 'ndrangheta non può entrare
Leo Caridi era stato estradato in Italia dove è stato condannato a 9 anni e 6 mesi
ZURIGO
9 ore
Il caffè al bar si fa sempre più salato
La bevanda energizzante aumenta di prezzo, i ristoratori si sentono a rischio
BERNA
10 ore
Droghe, la lista si allunga
L'elenco degli stupefacenti viene integrato con delle "new entry"
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile