TiPress - foto d'archivio
SVIZZERA
18.06.20 - 11:020

Con la riapertura delle frontiere tornano gli ingressi illegali

In Ticino sono un'ottantina quelli individuati in maggio. Il mese precedente erano stati 15

BERNA - 461 ingressi illegali in maggio, rispetto ai 215 di aprile. La riapertura delle frontiere porta con sé dei cambiamenti. I numeri vengono indicati oggi dall'Amministrazione federale delle dogane (AFD).

In Ticino sono un'ottantina gli ingressi illegali individuati (Regione IV), il mese precedente erano stati 15.

L'incremento si è notato soprattutto a partire dallo scorso 16 maggio, quando sono state allentate una parte delle misure introdotte alle frontiere di Austria e Germania per contrastare la propagazione del coronavirus.

In maggio, i tentativi di far varcare illegalmente la frontiera da parte dei passatori sono stati 21 a fronte dei 30 nello stesso mese dell'anno scorso e dei 10 registrati ad aprile, indica l'AFD nel suo rapporto mensile.

Rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, tuttavia, le entrate illegali sono state inferiori del 53%, mentre le attività di passatori si sono ridotte del 30%.

In marzo e aprile la reintroduzione dei controlli alle frontiere negli Stati Schengen, l'interruzione del traffico internazionale di autobus, treni e aerei e la chiusura dei piccoli valichi di confine in tutta la Svizzera avevano di fatto impedito ai migranti già presenti in Europa di continuare il loro viaggio. Secondo l'amministrazione delle dogane, dopo l'apertura completa dei confini, avvenuta lo scorso lunedì, le cifre dovrebbero avvicinarsi a quelle dell'anno scorso.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
LUCERNA
1 ora
Solidarietà per il medico "corona-scettico": a Lucerna sfilano in 350
La sospensione di un professionista di Ebikon decretata dal Cantone non è andata giù a diverse persone.
BERNA
1 ora
Piccole tracce di TNT nelle acque sotterranee di Mitholz
Si tratta comunque di concentrazioni ampiamente al di sotto dei valori limite.
LUCERNA
6 ore
Medico si oppone alle misure anti-covid: non può più esercitare
L'autorizzazione gli è stata temporaneamente revocata perché ha violato i suoi doveri professionali.
FOTOGALLERY
SVIZZERA
7 ore
Quante code "non necessarie" fuori dai negozi
Le immagini dei lettori da un capo all'altro della Svizzera: code anche di 500 metri
SVIZZERA
8 ore
Covid fonte di stress per gli infermieri
Un'indagine condotta su 4100 infermieri ha evidenziato che durante la pandemia lo stress è notevolmente aumentato.
SVIZZERA
10 ore
Covid-19: 2'560 casi nel weekend svizzero
Sono 16 i decessi registrati da venerdì a causa del virus.
SVIZZERA
11 ore
Posta «affidabile» nel 2020: i mesi più difficili, però, non sono stati nemmeno conteggiati
In primavera e in autunno Berna aveva dispensato il Gigante giallo dai vincoli, per garantire i servizi indispensabili.
ARGOVIA
12 ore
Cadavere trovato un anno fa in una grotta: «Fu omicidio»
Il corpo, ritrovato senza vita il 5 aprile 2020 vicino a Brügg, apparteneva a un 24enne zurighese scomparso nel 2019.
SVIZZERA
12 ore
Una pandemia di donne arrabbiate
In Svizzera il Covid ha colpito l'occupazione femminile. Ma le relazioni coniugali ne hanno beneficiato
SVIZZERA
13 ore
«Vogliono zittire la scienza»
I Verdi lanciano un appello in difesa della task-force Covid
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile