Deposit
SVIZZERA
19.06.20 - 06:000

«Ti offro grandi opportunità». Boom di società piramidali

Le attività di "marketing multilivello" o MLM prosperano in Svizzera. Ma c'è da fidarsi?

Ecco cosa c'è dietro pratiche ai margini della legalità, che puntano a persone in difficoltà promuovendo opportunità effimere

ZURIGO - «Ti chiamo per offrirti una grande opportunità. Conosci il Forex? Va bene, domani andremo a prendere un caffè, ti spiegherò tutto. Vedrai, guadagnerai rapidamente migliaia di franchi. La nostra azienda è nuova di zecca ma presto varrà quanto Apple». Ecco come nasce il primo contatto nel "marketing multilivello" o in una società MLM, nuovo fiorente mercato in Svizzera, cavalcato da diverse società.

Giovani, disoccupati e senza un soldo - In modo poco trasparente, e aggirando deliberatamente le istituzioni e i canali tradizionali, questo "nuovo modo di commerciare o vendere prodotti" si sta diffondendo a macchia d'olio. E ciò è normale, poiché l'obiettivo di un "associato" è quello di reclutare nuovi membri per ridurre i propri costi, più che vendere o scambiare. Cuore del target: giovani disoccupati e senza un soldo.

Marketing efficace e obiettivi vulnerabili - «Ci sono arrivata tramite un amico, si è offerto di andare a bere qualcosa, ma in realtà era un incontro informativo con altre persone», racconta Sheila*, 25 anni. «Ero molto scettica, ma mi ha giurato che non si trattava di una truffa e che mi avrebbero restituito i miei 1000 franchi se non avesse funzionato». Disoccupata e in difficoltà, Sheila si lascia convincere. «In cinque mesi, ho recuperato 100 franchi. Ho chiesto un rimborso, ma sono stata ignorata. Mi è stato detto che è colpa mia, perché sono troppo negativa, mentre gli altri ce la fanno. Ma è manipolazione».

I reclutatori, possibilmente carismatici, devono creare un'urgenza promuovendo un'opportunità effimera e ispirando un'immagine di ricchezza e successo. Hanno discorsi pronti che ripetono a memoria. «E puntano le persone in difficoltà, perché gli altri hanno la possibilità di dire di no quando sentono l'odore della truffa», aggiunge Sheila. Queste aziende sfruttano un sistema molto simile allo schema Ponzi, una vecchia e ben nota truffa.

(Lo schema Ponzi è un modello economico di vendita truffaldino ideato da Charles Ponzi, che promette forti guadagni alle vittime, a patto che queste reclutino nuovi "investitori", a loro volta vittime della truffa).

In breve, devi pagare per essere un membro, quindi reclutare nuovi membri per abbassare le tasse e ricevere uno stipendio. Le quote di registrazione di questi ultimi rimborseranno i vertici della piramide, e così via fino all'esaurimento delle potenziali reclute.

Che dire del trading? «È soprattutto un pretesto», continua Sandra Imsand. Chiunque può acquistare e vendere valute o azioni. Queste società sembrano proporre facili strumenti, sostenendo di poter offrire tecniche «che le banche non sveleranno mai perché vogliono tenersele per sé».

Per quanto riguarda i viaggi, invece, si tratta di ottenere sconti su hotel o interi soggiorni se si aggiungono alla piramide abbastanza persone. «Mi è stato detto che c'era una crociera da vincere», ha detto Sheila. Quindi non ne hanno mai più parlato. «È proprio l'assenza di reali merci o servizi che rende questi sistemi probabilmente illegali, perché i guadagni annunciati possono essere realizzati solo grazie ai soldi dei nuovi arruolati».

In assenza di un evidente "interesse collettivo" e di sufficienti denunce, la SECO non ha ancora affrontato l'argomento, riferisce "24 heures". «Solo il tribunale competente può decidere se le pratiche di queste società rientrino o meno nella legalità», ha sottolineato un portavoce.

* nome noto alla redazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«Eravamo sovraccarichi già due settimane fa»
Dall'elaborazione dei dati, al supporto a chi si trova in quarantena. Un contact tracer racconta il suo lavoro.
SVIZZERA
2 ore
Bloccati un'ora e mezza in galleria
I viaggiatori di un treno diretto da Zurigo a Lucerna sono rimasti bloccati per circa un'ora e mezza
SVIZZERA
2 ore
Coronavirus: «Senza programmabilità gli approvvigionamenti sono a rischio»
L'associazione Commercio Svizzera chiede al Consiglio federale chiarezza sugli scenari da attendersi.
SVIZZERA
4 ore
Ueli Maurer preoccupato per la repressione del dissenso
Il ministro delle finanze ha parlato di tendenze «pericolose per la democrazia» all'Assemblea dei delegati UDC
ZURIGO
6 ore
Tentativo di rapina con coltello, un ferito grave
L'aggressione è avvenuta nella notte vicino alla stazione centrale di Zurigo.
SVIZZERA
7 ore
Mascherina presto obbligatoria anche all'aperto?
Il Consiglio federale ha messo in consultazione alcune ulteriori misure per lottare contro la diffusione del Covid-19.
SVIZZERA
8 ore
«Prima combattiamo il covid, poi la legge sul CO2 e l'accordo quadro»
Marco Chiesa ha aperto questa mattina con un discorso l'assemblea dei delegati dell'UDC.
SVIZZERA
10 ore
UDC e Verdi, le assemblee dei delegati si tengono online
I democentristi discuteranno in particolare dell'accordo quadro. Gli ecologisti di politica agricola.
SVIZZERA
11 ore
«Non servono nuove regole, ma ogni giorno conta»
Marcel Tanner, membro della Task Force Covid-19, si dice allarmato per il rapido aumento di casi in Svizzera.
BASILEA CITTÀ
11 ore
«Ha detto che avrebbe sparato al prossimo senza mascherina»
A.Z. ha un certificato medico, ma la gente non lo sa. E ogni giorno raccoglie insulti sui mezzi pubblici
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile