Archivio Keystone
SVIZZERA
16.06.20 - 16:260

Ci potremo presto riavvicinare?

Il Consiglio federale prevede una diminuzione della distanza sociale

La questione sarà discussa nella seduta del prossimo 24 giugno. Alla fine di questa settimana si parlerà invece del limite di 300 persone per le manifestazioni

Distanza

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - A breve potremmo riavvicinarci. Se attualmente la distanza di sicurezza è ancora di due metri, la situazione potrebbe infatti cambiare già tra un paio di settimane: nella sua seduta del prossimo 24 giugno, il Consiglio federale potrebbe infatti decidere di diminuire la distanza sociale. È quanto riferisce il portale Nau, basandosi su risposte scritte del Governo federale alle richieste di diversi consiglieri nazionali.

A una domanda di Thomas Aeschi (UDC), il ministro della sanità Alain Berset ha infatti confermato che «si sta discutendo una riduzione della distanza minima». Il numero dei contagi deve però restare basso.

E si parla anche del limite di 300 persone per le manifestazioni, che sarà trattato già durante la seduta del Consiglio federale in programma il prossimo venerdì 19 giugno. I corpi di polizia sperano che la disposizione venga meno per le dimostrazioni politiche: un nuovo limite rappresenterebbe soltanto un'ulteriore difficoltà, secondo Urs Hofmann, presidente della Conferenza dei direttori cantonali di giustizia e polizia, sentito da CH Media.

Hofmann ritiene infatti che ci si debba concentrare maggiormente sui piani di protezione e su un obbligo di mascherina durante le manifestazioni. «Non le possiamo impedire, pertanto bisogna fare il possibile per ridurre al minimo il rischio di contagio».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«Eravamo sovraccarichi già due settimane fa»
Dall'elaborazione dei dati, al supporto a chi si trova in quarantena. Un contact tracer racconta il suo lavoro.
SVIZZERA
1 ora
Bloccati un'ora e mezza in galleria
I viaggiatori di un treno diretto da Zurigo a Lucerna sono rimasti bloccati per circa un'ora e mezza
SVIZZERA
2 ore
Coronavirus: «Senza programmabilità gli approvvigionamenti sono a rischio»
L'associazione Commercio Svizzera chiede al Consiglio federale chiarezza sugli scenari da attendersi.
SVIZZERA
4 ore
Ueli Maurer preoccupato per la repressione del dissenso
Il ministro delle finanze ha parlato di tendenze «pericolose per la democrazia» all'Assemblea dei delegati UDC
ZURIGO
6 ore
Tentativo di rapina con coltello, un ferito grave
L'aggressione è avvenuta nella notte vicino alla stazione centrale di Zurigo.
SVIZZERA
7 ore
Mascherina presto obbligatoria anche all'aperto?
Il Consiglio federale ha messo in consultazione alcune ulteriori misure per lottare contro la diffusione del Covid-19.
SVIZZERA
7 ore
«Prima combattiamo il covid, poi la legge sul CO2 e l'accordo quadro»
Marco Chiesa ha aperto questa mattina con un discorso l'assemblea dei delegati dell'UDC.
SVIZZERA
9 ore
UDC e Verdi, le assemblee dei delegati si tengono online
I democentristi discuteranno in particolare dell'accordo quadro. Gli ecologisti di politica agricola.
SVIZZERA
10 ore
«Non servono nuove regole, ma ogni giorno conta»
Marcel Tanner, membro della Task Force Covid-19, si dice allarmato per il rapido aumento di casi in Svizzera.
BASILEA CITTÀ
11 ore
«Ha detto che avrebbe sparato al prossimo senza mascherina»
A.Z. ha un certificato medico, ma la gente non lo sa. E ogni giorno raccoglie insulti sui mezzi pubblici
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile