Keystone
Alain Berset
BERNA
13.06.20 - 09:370
Aggiornamento : 11:50

Coronavirus: «La disattenzione potrebbe costarci cara»

In una presa di posizione, il consigliere federale Alain Berset mette in guardia sul rischio di una seconda ondata.

BERNA - Nonostante i segnali incoraggianti sull'andamento della pandemia di Covid-19 in Svizzera, il pericolo di una seconda ondata resta. Ad affermarlo è il consigliere federale Alain Berset, che ricorda che i preparativi per un possibile nuovo picco dei contagi sono in corso. «La disattenzione potrebbe costarci cara», mette in guardia il "ministro della sanità" in un commento pubblicato oggi sulle testate di Tamedia

«Il virus c'è ancora, e le regole della distanza e dell'igiene sono ancora essenziali», scrive Berset. Quello che stiamo vivendo è un atto di equilibrio quotidiano tra gioia di vivere e disciplina: «Chi è attento protegge gli altri. E agendo con cautela, gli altri ci proteggono», dichiara il consigliere federale.

La responsabilità personale porta alla solidarietà e promuove il senso di comunità: «Abbiamo dimostrato che ci siamo l'uno per l'altro quando serve», afferma il capo del Dipartimento federale dell'interno (DFI). Per molto tempo la nostra vita quotidiana è stata quasi irriconoscibile ed è proprio in questo periodo che le qualità che definiscono la Svizzera sono diventate più evidenti: pragmatismo, spirito pubblico, flessibilità e modestia.

La solidarietà sarà importante anche in futuro. I lavoratori in settori d'importanza sistemica, che per la maggior parte sono donne, devono avere una situazione finanziaria migliore, sostiene Berset.

Verso la revoca della situazione straordinaria - Secondo il ministro dell'interno, la situazione straordinaria proclamata dal Consiglio federale non ha indebolito la democrazia. Rimarrà un breve episodio e sarà revocata nei prossimi giorni, ha ribadito Berset confermando precedenti dichiarazioni.

Secondo i giornali di Tamedia, i presidenti di PLR, UDC, e PPD, come pure i Cantoni, insistono affinché il Consiglio federale decida di ritornare direttamente dalla situazione straordinaria a quella normale, invece che passare attraverso la "situazione particolare" prevista dalla legge sulle epidemie. Anche in questo caso il governo manterrebbe infatti poteri speciali di vasta portata.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Addio PPD, benvenuta Alleanza del Centro
Il partito punta a conquistare elettori, uscendo da una connotazione troppo cattolica. Sì anche alla fusione con il PBD
SVIZZERA
1 ora
«Impedire lo sci? Una frenesia dettata dall'estero»
Alcune stazioni in Svizzera sono aperte da due mesi e nessuna di esse è diventata un focolaio d'infezione
SVIZZERA
2 ore
La sicurezza del vaccino? Non è negoziabile
La Svizzera, assicura Nora Kronig, non scenderà a compromessi
SVIZZERA
3 ore
L'edizione 2021 del Forum economico mondiale è in forse
Klaus Schwab spiega che la manifestazione avrà luogo solo in condizioni di assoluta sicurezza
SVIZZERA
4 ore
È morta la donna più anziana della Svizzera
«Se mia madre sapesse che sono diventata così vecchia...», affermava la vegliarda in un libro a lei dedicato
SVIZZERA
5 ore
Scuole reclute da record nel 2021
«Sarà la più grande della storia recente» spiega il capo dell'esercito, comandante di corpo Thomas Süssli
SVIZZERA
5 ore
PPD, oggi si decide su nuovo nome e fusione con il PBD
L'assemblea dei delegati si svolge in modo decentrato a causa della pandemia
SVIZZERA
6 ore
I dieci comandamenti per festeggiare il Natale
L'Ufsp ha pubblicato sul proprio sito web alcuni consigli su come organizzare una festa a rischio ridotto.
VAUD
18 ore
Caso FIFA: Platini e Blatter indagati per truffa
Il procedimento penale riguarda un controverso pagamento da parte di Blatter.
GINEVRA
18 ore
Covid, Ginevra chiede aiuti per 10 miliardi
Il parlamento ginevrino chiede inoltre all'esecutivo federale di estendere gli aiuti a tutte le imprese in difficoltà.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile