ATA
URI
09.06.20 - 11:220

Nuova Axenstrasse, gli ambientalisti ricorrono al TAF

Per i ricorrenti un aumento della capacità stradale lungo l'asse del San Gottardo è contro alla convenzione delle Alpi.

Le associazioni ambientaliste sono comunque a favore di una sistemazione ambientalmente sostenibile dell'Axenstrasse esistente.

ALTDORF - Un aumento della capacità stradale lungo l'asse del San Gottardo dovuto alla costruzione della nuova Axenstrasse è contrario alla convenzione delle Alpi. Le associazioni ambientaliste hanno quindi inoltrato un ricorso al Tribunale amministrativo federale (TAF) per evitare che il traffico aumenti. Si dicono comunque disposte a trattare su diversi punti.

A fine aprile, il Dipartimento federale dell'ambiente (DATEC) ha deciso la procedura di approvazione dei piani per la nuova strada, ma ha precisato che l'attuale tracciato non dev'essere allargato, dando parzialmente ragione alle organizzazioni ambientaliste. Uri e Svitto dovranno quindi presentare un nuovo progetto per il risanamento e la riduzione del traffico sulla strada esistente.

Secondo l'Iniziativa delle Alpi, le sezione dell'Associazione traffico e ambiente (ATA) di Uri e Svitto e Medici per l'ambiente, il fatto che il progetto risulti ora scisso in due parti è problematico e renderà ancora più difficile garantire misure di moderazione del traffico. Per questo hanno inoltrato un ricorso contro l'intero progetto.

«Oltre alla minaccia di un raddoppio della capacità stradale, il progetto miliardario della nuova Axenstrasse manca della legittimazione da parte dell'Assemblea federale» poiché il Consiglio federale ha deciso autonomamente la riqualifica della strada, precisa un comunicato odierno.

L'Axenstrasse è stata chiusa al traffico a più riprese a causa di frane: l'ultimo episodio risale proprio a ieri sera. Le associazioni ambientaliste sono quindi favorevoli a una costruzione anticipata della galleria Gumpisch per migliorare la sicurezza di tutti gli utenti della strada, «purché ciò sia possibile senza pregiudizio per il progetto rimanente».

Invitano quindi le autorità di Uri e Svitto a trattative «per una sistemazione ambientalmente sostenibile dell'Axenstrasse esistente». «Non appena sarà negoziata una soluzione conforme alla protezione delle Alpi e giuridicamente vincolante», si impegneranno anche a cercare soluzioni concordate per la costruzione della prevista galleria di Sisikon.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Berna
1 ora
Test gratuiti: sì, ma non tutti
Il Consiglio degli Stati vuole escludere antigenici rapidi per uso personale e sierologici non ordinati dal cantone
SVIZZERA
2 ore
Due bambini rimpatriati dalla Siria
L'operazione è effettuata con il consenso della madre e in collaborazione con le varie autorità.
VALLESE
4 ore
Meteorite si schianta su un ghiacciaio vallesano
Grande quanto un mandarino, è precipitato sul ghiacciaio di Corbassère ma non è ancora stato trovato.
SVIZZERA
5 ore
Triage? «I vaccinati abbiano la precedenza in terapia intensiva»
Precedenza a chi ha ricevuto il vaccino? L'Accademia svizzera delle scienze mediche non ne vuole sentir parlare.
SVIZZERA
6 ore
Solo vaccinati e guariti al posto della mascherina? «I casi aumenteranno»
Discoteche e palestre puntano su vaccinati e guariti e schivano la mascherina obbligatoria.
LUCERNA
7 ore
Traffico di esseri umani, sotto accusa la ex gestrice di un bordello
La 54enne avrebbe costretto alla prostituzione almeno 29 donne thailandesi, sfruttando le loro difficoltà finanziarie.
BERNA
8 ore
Covid: pochissime morti fra i vaccinati
In quasi 9 decessi su 10 le vittime non erano state completamente vaccinate.
VAUD
9 ore
Il boss della 'ndrangheta non può entrare
Leo Caridi era stato estradato in Italia dove è stato condannato a 9 anni e 6 mesi
ZURIGO
10 ore
Il caffè al bar si fa sempre più salato
La bevanda energizzante aumenta di prezzo, i ristoratori si sentono a rischio
BERNA
11 ore
Droghe, la lista si allunga
L'elenco degli stupefacenti viene integrato con delle "new entry"
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile