Archivio Keystone
SVIZZERA
08.06.20 - 15:240
Aggiornamento : 16:13

I commercianti: «Togliete le distanze sociali»

La Swiss Retail Federation chiede un ulteriore allentamento delle misure, visto il calo dei contagi

E c'è preoccupazione per l'impiego dell'app SwissCovid, che rischierebbe di causare assenze di dipendenti che hanno avuto contatti con persone infette

Shopping

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - Le misure di protezione nel commercio al dettaglio devono essere allentate per evitare seri danni al settore. La Swiss Retail Federation - l'associazione dei dettaglianti - chiede quindi all'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) di adeguare i provvedimenti visto il costante calo dei contagi.

In particolare i commercianti vogliono abrogare la distanza minima di due metri fra le persone, ispirandosi a quanto avviene in Germania (un metro e mezzo) e in Austria (un metro). L'UFSP ha già previsto di eliminare la norma riguardante la superficie minima (una persona ogni 10 metri quadrati) nel piano di protezione in vigore dal 6 giugno, pure criticata dal settore.

Un freno alla ripresa - Secondo un sondaggio interno all'associazione, la frequenza dei clienti si è normalizzata solo lentamente e le attuali regole di distanziamento sono un freno alla ripresa. Un'indagine nel ramo dell'abbigliamento ha evidenziato che la clientela è rimasta stabile rispetto all'anno precedente solo in un quarto delle aziende, mentre nelle altre è diminuita in alcuni casi fino al 50%. L'intero segmento era ancora ad alto rischio, sottolinea la Swiss Retail Federation in un comunicato.

Settore a rischio con SwissCovid - I dettaglianti temono inoltre che l'applicazione SwissCovid «provochi ulteriori danni alle aziende già gravemente colpite dalle misure di lotta contro la pandemia del coronavirus». Questo strumento di tracciamento potrebbe decretare l'isolamento per un gran numero persone come misura precauzionale. Anche i dipendenti che lasciano il posto di lavoro senza essere stati effettivamente contagiati sono invitati a mettersi volontariamente in quarantena se l'applicazione rileva contatti con persone infette.

«L'improvvisa partenza o l'assenza prolungata dal luogo di lavoro di dipendenti non solo impone ulteriori vincoli organizzativi ai negozi, ma può, nel peggiore dei casi, paralizzarne alcuni e quindi compromettere la sicurezza dell'approvvigionamento», scrive la Swiss Retail Federation. L'associazione, come altre organizzazioni padronali, esige quindi che vengano adottate misure adeguate per ridurre il numero di «falsi allarmi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
14 ore
Couchepin: «Bisogna ignorare le provocazioni di Maurer»
Secondo l'ex consigliere federale, il ministro fa «il solito gioco dell'UDC»
GRIGIONI
14 ore
Incidente a Laax: due giovani morti e un ferito grave
Il conducente del mezzo ha perso il controllo finendo fuori strada e contro un muro
FOTO
ZURIGO
15 ore
Fanno esplodere un bancomat, ma fuggono a mani vuote
I soliti ignoti hanno preso di mira un apparecchio di Hüntwangen, nel Canton Zurigo
ZURIGO
16 ore
I contrari alla misure Covid manifestano a Winterthur
A migliaia hanno protestato contro la presunta censura e la «dittatura delle vaccinazioni».
ZURIGO / LUCERNA
17 ore
«Mi ha urlato che come gay dovrei essere gassato»
A pochi giorni dal voto sul “Matrimonio per tutti”, gli attacchi contro la comunità LGBTIQ si sono quintuplicati.
ZURIGO
18 ore
Anti-abortisti in strada tra favorevoli e contrari
La manifestazione è stata approvata dopo che il Municipio si era sostanzialmente opposto per evitare scontri.
VAUD
18 ore
Muore alla guida di una bitumatrice
L'uomo, un operaio francese 46enne, è precipitato in una scarpata per una ventina di metri.
FOTO
SOLETTA
19 ore
Con l'autoarticolato nella colonna delle auto, sei i feriti
È accaduto ieri pomeriggio sull'autostrada A5, vicino Luterbach.
BERNA
22 ore
"Freiheitstrychler" prendono le distanze dalle violenze
«I provocatori sono individui isolati che non appartengono al movimento» hanno dichiarato in una nota
TURGOVIA
23 ore
Caos in sala parto per test e mascherina, interviene la polizia
La polizia è intervenuta sul posto durante la nascita a causa di parenti che avrebbero «ignorato i regolamenti».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile