keystone
SVIZZERA
06.06.20 - 09:320

«Ogni anno perdiamo migliaia di soldati»

Non c'è una guerra in corso. Ma un'emorragia di reclute, che preoccupa non poco Berna

Entro il 2030 l'esercito si ritroverà con un quarto dei militari in meno, secondo il comandante Thomas Süssli

BERNA - «Entro la fine del decennio all'esercito mancheranno circa un quarto dei soldati». A lanciare l'allarme è il capo delle forze armate elvetiche, Thomas Süssli, che in un'intervista pubblicata oggi dal Blick solleva il problema della carenza di risorse nelle truppe.

«Perdiamo ogni anno alcune migliaia di giovani che dovrebbero essere effettivamente a servizio», precisa Süssli rispondendo alle domande del quotidiano zurighese. A suo parere, è necessaria una discussione sulle capacità dell'esercito. «Se la Svizzera vuole lo stesso esercito di oggi, in futuro le truppe avranno bisogno di più personale».

Molti giovani decidono prima del reclutamento di fare il servizio civile invece della scuola reclute, spiega il 53enne. «Altri vogliono andare alla scuola reclute, ma non lo possono fare per motivi medici. Ci sono poi molti giovani che lasciano la scuola reclute e passano al servizio civile, spesso perché più compatibile con la loro professione».

«Voglio creare un esercito moderno, soprattutto per quanto riguarda la cultura e la digitalizzazione», afferma il capo delle forze armate: esso dovrebbe orientarsi alle nuove minacce. Ma «ci deve essere una relazione tra il profilo delle prestazioni richieste e le risorse a disposizione» avverte Süssli.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
41 min
Raddoppiano contagi e ricoveri, aumentano i morti
La percentuale dei tamponi effettuati ieri risultati positivi è del 19,8%.
SVIZZERA
1 ora
Brivido nei cieli: gli F/A-18 non potevano vedere l'elicottero
Sono terminate le indagini relative a un pericoloso avvicinamento che ha avuto luogo nel 2018 sopra il lago di Zurigo
SVIZZERA / GERMANIA
2 ore
800 robot di ABB in viaggio: direzione Volkswagen
La commessa porterà alla produzione di veicoli elettrici nella sede di Hannover
SVIZZERA
2 ore
Credit Suisse abbraccia Axa per lanciarsi nelle assicurazioni
La collaborazione permetterà a Credit Suisse d'integrare soluzioni assicurative nel suo servizio digitale
SVIZZERA
3 ore
Riparabile o no? «Ditelo nell'etichetta»
In un sondaggio i consumatori chiedono un'etichettatura diversa per computer e smartphone
GINEVRA
4 ore
Due reinfezioni da Covid-19 segnalate a Ginevra
Le autorità non hanno ancora confermato ufficialmente questa circostanza
SVIZZERA
4 ore
Coronavirus: Nestlé non si fa scalfire
Il colosso alimentare ha registrato una crescita organica del 3,5% nei primi nove mesi dell'anno.
GINEVRA 
17 ore
Gli ospedali universitari attivano il dispositivo di gestione delle crisi
Raddoppiato in pochi giorni il numero di infetti.
SVIZZERA
17 ore
«Stiamo volando a vista invece di pianificare le prossime mosse»
L'idea è sapere in anticipo quali restrizioni entreranno in vigore a partire da quale soglia di gravità della situazione
SVIZZERA
20 ore
Test rapidi: risultati affidabili in 15 minuti
Dal 25 settembre Unisanté sta conducendo uno studio sui test rapidi.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile