keystone
+2
NEUCHÂTEL
31.05.20 - 08:100
Aggiornamento : 10:32

«Siamo le Maldive della Svizzera»

Dopo due mesi di chiusura, l'hotel Palafitte si appresta a vivere una fantastica estate.

Il mitico stabilimento sull'acqua ha registrato un'impennata di prenotazioni dell'ultima ora.

NEUCHÂTEL - Dopo due mesi di chiusura, l'hotel Palaffite di Neuchâtel sta ingranando, nonostante le difficoltà del settore, con un'impennata di prenotazioni. Unico in Europa costruito su palafitte, l'hotel cinque stelle ha riaperto il 15 maggio, prima nei fine settimana, poi in modo continuativo dalla Pentecoste.

«Dopo due mesi fermi, abbiamo dovuto lavorare sodo per rimettere tutto in sesto e ripulire, in particolare le grandi quantità di polline che si erano accumulate», spiega Pauline Laurent, la nuova vicedirettrice.

I clienti svizzero-tedeschi amano il lago di Neuchâtel - Alla riapertura, però, è stato un fiume di prenotazioni. «Ciò che è incredibile è la velocità con cui sono andate via le camere per questa estate», sottolinea il direttore Yves Chavaillaz. «Il prodotto è notoriamente attraente, in particolare per la clientela svizzero-tedesca, che sappiamo amante del lago di Neuchâtel».

In un periodo in cui il settore naviga in cattive acque, questo successo è gratificante. «Per giugno, le previsioni indicano un tasso di occupazione del 70%, con una forte domanda dell'ultimo minuto. I fine settimana sono quasi al completo», aggiunge il direttore. «Per luglio la domanda è ancora più alta e abbiamo superato il 90% della nostra disponibilità». Un risultato identico è previsto per agosto. Molto meglio di quanto sia andato il 2019. Il direttore, tuttavia, prevede cancellazioni con l'apertura dei confini. E l'autunno, potrebbe essere incerto.

"Soli" al mondo - Pauline Laurent sottolinea come la configurazione dell'hotel costituisca un vantaggio in tempi di crisi sanitaria. «Se un cliente non vuole incontrare nessuno, può essere solo al mondo a Neuchâtel».

I 38 padiglioni, 24 dei quali sono costruiti sull'acqua e affacciati sul lago, consentono di rimanere isolati o quasi, pur avendo accesso privato al lago e alle attività offerte dall'hotel, come la canoa o pagaia. «Siamo le Maldive della Svizzera», spiega.

Principalmente svizzera, la clientela è composta da coppie, ma anche famiglie che vengono a godersi il panorama e il lago. «Oltre agli svizzero-tedeschi, diamo il benvenuto anche a vodesi, ginevrini e locali, che vengono qui a ricaricare le batterie», si rallegra Laurent.

keystone
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile