keystone
ZURIGO
28.05.20 - 15:590
Aggiornamento : 17:13

Aeroporti e compagnie aeree pronti alla grande ripresa dei viaggi

Swiss ed Edelweiss intendono ricominciare a proporre numerosi collegamenti nelle prossime settimane

Attualmente si parla di oltre 350 voli verso una settantina di destinazioni europee

ZURIGO - Gli aeroporti di Zurigo e Ginevra, le compagnie aeree e altri partner hanno elaborato piani per la protezione dei viaggiatori in vista della prevista ripresa dei voli su ampia scala.

Una settantina di destinazioni europee - Compagnie quali Swiss ed Edelweiss intendono ricominciare a proporre numerosi collegamenti nelle prossime settimane: attualmente si parla di oltre 350 voli verso una settantina di destinazioni europee. Sono pure previsti collegamenti intercontinentali. Inoltre anche vettori stranieri hanno annunciato di voler tornare a volare verso la Svizzera.

La società attive allo scalo di Zurigo hanno presentato oggi in una conferenza stampa le misure per garantire viaggi sicuri durante la pandemia di coronavirus.

Più pulizie - All'aeroporto le pulizie verranno effettuate più frequentemente - anche con l'intervento di nuovi robot - e superfici di contatto quali corrimano e carrelli per i bagagli saranno disinfettate più spesso. Sono inoltre stati installati oltre 200 dispensatori di disinfettante per le mani, e si potrà acquistare igienizzanti e mascherine da distributori automatici chiamati "safety stations". Ci saranno naturalmente anche barriere di plexiglas, ad esempio agli sportelli.

Diverse anche le misure previste per evitare affollamenti di passeggeri: ai controlli dei passaporti e dei bagagli verrà aperto il maggior numero possibile di sportelli, mentre al check-in ne sarà accessibile soltanto uno su due per accrescere lo spazio in cui mettersi in coda e poter così mantenere le distanze. L'imbarco sugli aerei avverrà a gruppetti e la capacità dei bus sarà ridotta.

Mascherina consigliata - Poiché, tuttavia, non è sempre possibile evitare assembramenti, ai passeggeri viene consigliato di portare una mascherina. Non sussiste però alcun obbligo.

Lo stesso vale sugli aerei di Swiss: le mascherine non sono una condizione per poter salire a bordo, ha spiegato il direttore operativo Thomas Frick, si punta sul senso di responsabilità di ognuno. È inoltre probabile che la pressione sociale spingerà la maggior parte dei passeggeri a indossarne una.

Un obbligo di portare una mascherina è previsto solo in singoli casi: la polizia aeroportuale è autorizzata a ordinare di metterne una ai controlli di sicurezza. Gli agenti devono indossare guanti ma sono liberi di decidere in merito alle mascherine.

Anche a bordo degli aerei di Swiss le pulizie saranno più frequenti e gli assistenti di volo porteranno mascherine. La compagnia rinuncerà alla vendita di articoli duty-free ma non alla distribuzione dei noti cioccolatini. Stando a Frick non è noto alcun contagio di Covid-19 a bordo di un aereo: grazie ai filtri «la qualità dell'aria è molto migliore che in un ufficio».

Stando al direttore operativo della società che gestisce lo scalo, Stefan Tschudin, il crollo del numero dei passeggeri a Kloten a causa della pandemia è notevole: nella primavera del 2019 si contavano mediamente circa 100'000 viaggiatori al giorno, mentre domenica scorsa erano solo poco più di 3'000. Fare previsioni per il resto dell'anno è difficile. Stando a Frick, Swiss ritiene di poter offrire entro la fine del 2020 circa la metà dei collegamenti originariamente previsti.

Misure simili anche a Ginevra e Basilea - Stando a una nota diffusa oggi anche l'aeroporto di Ginevra ha allestito un piano di protezione e punta su disinfezione e segnaletica per gestire i flussi di persone. Dove necessario i collaboratori saranno dotati di mascherine, guanti ed occhiali. Gli sportelli saranno equipaggiati di pannelli in plexiglas. Il contatto con i passeggeri verrà limitato il più possibile.

Anche a Cointrin non sussiste alcun obbligo di portare mascherine, ma esse sono «fortemente raccomandate» in caso di affollamento. «Responsabilità individuale, igiene delle mani e distanziamento sociale restano le parole d'ordine», si afferma nel comunicato.

All'EuroAirport di Basilea-Mulhouse le mascherine sono invece obbligatorie per tutte le persone di almeno 11 anni. Si tratta di una disposizione delle autorità francesi, sul cui territorio è situato lo scalo gestito congiuntamente da Svizzera e Francia. Pure i collaboratori a contatto con i viaggiatori saranno dotati di mascherine.

Come a Zurigo e Ginevra anche a Basilea sono state adottate misure d'igiene (barriere di plexiglas agli sportelli, dispensatori di igienizzante, più pulizie e disinfezione) e per il mantenimento delle distanze.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Susy Fio 6 mesi fa su fb
Ma seriamente, predereste un aereo ???? È colpa della globalizzazione questo virus!! Andiamo tutti in Corea???
Bear Pinterest 6 mesi fa su fb
Una vera boccata d'ossigeno fresco alla grande ripresa dell'inquinamento , avanti cosi , per il profitto !
roma 6 mesi fa su tio
...da quello che sto vedendo nella trasmissione della TSI "Falò" la "rella" economica in arrivo permetterà a pochi di partire mentre che, per il rientro, si accettano scommesse.
Ciaccio Claudio 6 mesi fa su fb
ottima notizia...
Principessa Anisa 6 mesi fa su fb
Islam Emine Nesimi😃🤪🤪👍👍
Silvia Pletti 6 mesi fa su fb
Ma forse fanno i trasporti in aeroporto con l'elicottero
Ivana Kohlbrenner 6 mesi fa su fb
Dipende se vai a basilea ecc esci qui si parla d'Italia chiusa
Muriel Rovelli 6 mesi fa su fb
Ivana Kohlbrenner puoi benissimo uscire e rientrare se l’Italia apre le frontiere . Sono gli italiani che non possono entrare se non per lavoro
Luxurybus 6 mesi fa su fb
Ivana Kohlbrenner ma con i nostri Minivan siamo autorizzati a passare le frontiere con l’Italia . Abbiamo la distanza di sicurezza e il passeggero deve avere una riservazione di un volo 😜
Benj1986 6 mesi fa su tio
Fly down
Charlie Wild 6 mesi fa su fb
Speriamo 🤞🏻
Maurizio Pavesi 6 mesi fa su fb
La Confederazione ha detto che puoi uscire dal Ticino, come tutti gli altri stranieri, tedeschi olandesi ecc...il traffico del rientro in Svizzera (Ticino) sarà controllato.
Elena Bignone 6 mesi fa su fb
Ma se non ci lasciano andare fuori dogana ? Cioè fatemi capire In auto non esco dal Ticino Ma in aereo si ??
Milano Milano 6 mesi fa su fb
puo' uscire, sono gli altri stati che sino al 15 giugno non la fanno entrare
Acko Resavac 6 mesi fa su fb
La costituzione elvetica prevede che un cittadino svizzero possa lasciare il proprio paese in qualsiasi momento e rientrare quando voglia. Questo è un principio costituzionale e va rispettato da tutti, Cantoni e Consiglio federale, I cittadini svizzeri non hanno in questo periodo potuto lasciare la svizzera perchè gli altri paesi confinanti non lo consentivano. Pertanto se il Governo italiano deciderà di riaprire le frontiere il 03 giugno, da quella data i cittadini svizzeri potranno espatriare in Italia e tornare a loro péiacimento. Non esiste alcuna norma contraria, anche perchè sarebbe illegittima.
H'faiedh Ezedine 6 mesi fa su fb
Acko Resavac Perfetto... Bravissimo speriamo che lo capiscano.... Una volta per tutti....
Milano Milano 6 mesi fa su fb
Acko Resavac 👏👏👏 esatto, comunque stamattina Di Maio ha detto che apriremo come gli altri stati al 15 giugno.
Paolo Pinoli 6 mesi fa su fb
Acko Resavac conosci meglio tu la costituzione Svizzera di tanti svizzeri che si ritengono “puri” ma che poi non hanno neanche un idea delle leggi del loro paese...
Cesare Giocondo 6 mesi fa su fb
Dal 15 giugno si puo ricominciare ad andare in europa. In italia no perché la situazione non é considerata sicura (per lo meno non in lombardia, veneto e emilia)
La Lau 6 mesi fa su fb
Elena Bignone uscire si può, se l’Italia apre già il 3 giugno (anche se al momento null è ancora sicuro), al limite ci saranno controlli ed eventuale quarantena al rientro.
Elena Bignone 6 mesi fa su fb
Acko Resavac la ringrazio della risposta esaustiva ! Buona serata
Roberta Maffi Izzo 6 mesi fa su fb
Acko Resavac mi dispiace ma oggi hanno detto che si possono uscire ma rischiano la quarantena al rientro
Elena Bignone 6 mesi fa su fb
Roberta Maffi Izzo come da sempre mi hanno detto Chi è stato in frontiera ... Sa Le leggi sono scritte Ma ognuno le applica a modo suo 😇
Damiano Iannino Schipilliti 6 mesi fa su fb
Cesare Giocondo dal 3 l Italia riapre le dogane
Acko Resavac 6 mesi fa su fb
Roberta Maffi Izzo 🤔 i miei parenti sono arrivati 4 giorni fa dalla penisola balcanica facendo serbia - croazia - slovenia - italia - svizzera. Sono entrati alla dogana di Chiasso e non li ha controllati nessuno.
Cesare Giocondo 6 mesi fa su fb
Damiano Iannino Schipilliti dal 3 l'italia apre le sue dogane, ma la svizzera le riapre dal 15 o dal 16 (non é detto anche con l'itlaia). E dato che una dogana é un punto di controlla tra due stati, per poter circolare liberamente, la dogana deve essere dalle due parti
Damiano Iannino Schipilliti 6 mesi fa su fb
Cesare Giocondo l Italia riapre il 3ce I residenti in svizzera potranno andare in italia sono glj italiani che non possono entrare in svizzera per turisno
Kiko Gozzi 6 mesi fa su fb
Intanto si licenzia un pò di personale...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
La maggioranza dei Cantoni? «Va abolita»
È quanto pensano gli elettori della sinistra, secondo un sondaggio di 20 minuti e Tamedia
VAUD
3 ore
Schianto sull'A9, morta una donna
La 44enne, che era al volante, è stata sbalzata fuori dal veicolo.
FOTO
ZUGO
4 ore
Senza patente in fuga dalla polizia
Un inseguimento è andato in scena venerdì a Cham. Al volante del mezzo c'era un diciottenne
SVIZZERA
5 ore
Imprese responsabili e materiale bellico: iniziative bocciate dalla maggioranza dei cantoni
In Ticino è stata approvata quella sulle imprese responsabili, mentre è stata bocciata quella sul materiale bellico
SVITTO
6 ore
Si schianta con 13 persone a bordo, due feriti
All'automobilista, in stato alterato dovuto al probabile uso di alcol o droghe, è stata tolta la patente.
SVIZZERA
8 ore
Oltre la metà dei parlamentari ha subito minacce
Il sondaggio del "SonntagsBlick" mostra che il fenomeno riguarda più le donne che gli uomini
FOTO
APPENZELLO ESTERNO
9 ore
L'auto finisce nel bosco e si ribalta più volte
Incidente ieri a Schwellbrunn, i due occupanti sono miracolosamente illesi
SVIZZERA
9 ore
Coronavirus, Sommaruga preoccupata per l'elevato numero dei morti
Il Consiglio federale ha reagito tardivamente? Confederazione e Cantoni hanno sempre agito in coordinazione, ha spiegato
SVIZZERA
9 ore
Oggi si vota su due temi federali
Il risultato di almeno una delle due iniziative è tutt'altro che scontato
FOTO
BASILEA CITTÀ
21 ore
"Basilea senza nazisti", oltre 3'000 persone hanno sfilato per la città
Autorizzata delle autorità nonostante le norme anti-Covid, il corteo ha attirato parecchi manifestanti.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile