Archivio Depositphotos
SVIZZERA
26.05.20 - 13:250

Le sigarette? «Solo per i maggiorenni»

L'Associazione svizzera per la prevenzione del tabagismo chiede una migliore protezione dei giovani

BERNA - In occasione della Giornata mondiale senza tabacco dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), il 31 maggio, l'Associazione svizzera per la prevenzione del tabagismo (AT) ha formulato tre richieste all'indirizzo della politica: la Svizzera deve introdurre un'età minima di vendita di 18 anni per proteggere bambini e adolescenti, restrizioni per i prodotti aromatizzati che attraggono soprattutto i giovani con le loro confezioni colorate e divieto della pubblicità, della sponsorizzazione e della promozione di tutti i prodotti del tabacco e della nicotina.

È importante proteggere i bambini e i giovani dai tentativi di manipolazione dell'industria del tabacco, scrive l'AT in un comunicato. Quest'anno la Giornata mondiale senza tabacco dell'Oms è dedicata appunto alla protezione dei minori.

In Svizzera non ci sono limitazioni per i prodotti aromatizzati e quasi nessuna restrizione sulla pubblicità sul tabacco, a parte per quanto riguarda la radio e la televisione. Inoltre, la Svizzera è l'unico Paese in Europa, assieme al Kosovo, a non avere fissato un'età minima a livello nazionale per l'acquisto di questi prodotti. Solo quattro Cantoni hanno introdotto un limite a 16 anni.

Gli Stati Uniti sono un esempio lampante di ciò che avviene in assenza di una legislazione in questo campo: il consumo di sigarette elettroniche è esploso tra i giovani da 14 a 18 anni. Gli aromi sono un'esca e fanno sì che i giovani sottovalutino i rischi per la salute. In particolare, due giovani su tre negli USA che consumano JUUL non sanno che questo prodotto contiene nicotina.

Per questo motivo gli aromi sono completamente vietati nell'UE dal 20 maggio. Gli additivi ai prodotti del tabacco da fumo o alle sigarette elettroniche, che facilitano l'inalazione o l'assorbimento della nicotina, non possono essere commercializzati nell'UE già dal 2016, precisa il comunicato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Gli Stati danno ragione a Marina Carobbio: «Servono più medici»
Con una maggioranza risicata la Camera alta ha accolto una mozione della senatrice socialista.
SVIZZERA
1 ora
Altri 391 casi, ma la percentuale dei positivi è in calo
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 51'492. Le vittime sono almeno 1'776.
SVIZZERA
2 ore
Cantone che vai, misure anti-Covid che trovi
Berna dà il via libera ai grandi eventi, ma solo con la mascherina. E nel contempo riapre i "drive in".
SVIZZERA
2 ore
BNS: avanti con il contrasto del franco forte
La valutazione della moneta nazionale rimane «persistentemente elevata». Fusione UBS-CS? Solo «voci».
SVIZZERA
2 ore
Personale di volo e i danni della quarantena
Le associazioni di categoria chiedono di rivedere le norme, altrimenti si rischiano numerosi licenziamenti.
ZURIGO
4 ore
Violenta lite: morto un uomo, ferite due donne
La disputa famigliare è avvenuta nel quartiere zurighese di Wollishofen.
VAUD
4 ore
Da homo sapiens a homo sedens: «Gli open space sono come le carceri»
«L'ufficio, in tutte le sue forme, non rende felice il lavoratore», sostiene l'etnologo Pascal Dibie.
SVIZZERA
6 ore
L'auto non si noleggia, ci si abbona... da Mobilezone
La catena ha instaurato una collaborazione con la start-up per offrire consulenza nei suoi negozi di cellulari
SVIZZERA
7 ore
Parlamento: protezione dati, cambio sesso e cultura
Giornata impegnativa per Consiglio nazionale e Consiglio degli Stati, che lavoreranno fino in serata
SONDAGGIO TAMEDIA
8 ore
Jet, caccia, congedo... Cosa pensate dei temi in votazione?
È sempre più vicino l'appuntamento alle urne: partecipate al sondaggio di 20Minuti e Tamedia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile