20 Minuten - foto lettore
BASILEA CITTÀ
20.05.20 - 15:360
Aggiornamento : 16:35

Dopo la notte di bagordi si corre ai ripari

La polizia procederà a più controlli e i locali della Steinenvorstadt non potranno più estendere le loro terrazze

BASILEA - Il governo di Basilea Città ha deciso oggi misure più severe per i ristoratori di una via nei pressi della stazione FFS al fine di evitare una notte di folla e festa incontrollata come quella avvenuta sabato scorso malgrado la crisi del Covid-19.

I bar e ristoranti della Steinenvorstadt non potranno più estendere le loro terrazze. La polizia intensificherà la sua presenza sul posto. E in casi estremi, si sta considerando un blocco totale della attività nella strada, riferisce un comunicato odierno dell'esecutivo di Basilea Città.

Nella notte tra sabato e domenica. I bar e i ristoranti della Steinenvorstadt, tra la stazione ferroviaria e la città vecchia di Grossbasel, erano traboccanti di una folla incontrollata, violando le regole sulla distanza sociale stabilite dal Consiglio federale a causa del nuovo coronavirus.

Ora, come prima misura, il governo ha annullato immediatamente l'estensione delle aree esterne degli esercizi pubblici concessa il 12 maggio senza autorizzazione. Nella Steinenvorstadt sono ammesse solo le aree del viale previste dai precedenti permessi. Inoltre, la polizia controllerà più spesso che gli avventori rispettino le regole sul distanziamento sociale. Se necessario, dopo gli avvertimenti, saranno inflitte delle multe.

Se queste misure non dovessero avere alcun effetto, il governo come passo successivo vuole limitare l'orario di apertura nella Steinenvorstadt alle 22:00. Se anche ciò non dovesse dare risultati, l'intera area delle terrazze del viale sarà chiusa - «almeno dove è necessario», precisa il comunicato.

Il piano d'intervento presentato oggi prevede anche la sua applicazione, «all'occorrenza», in altri luoghi della città. Un nuovo focolaio d'infezione di Sars CoV 2 significherebbe una grave ricaduta in termini di salute che di economia, sottolinea la nota governativa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
LUCERNA
3 ore
Solidarietà per il medico "corona-scettico": a Lucerna sfilano in 350
La sospensione di un professionista di Ebikon decretata dal Cantone non è andata giù a diverse persone.
BERNA
4 ore
Piccole tracce di TNT nelle acque sotterranee di Mitholz
Si tratta comunque di concentrazioni ampiamente al di sotto dei valori limite.
LUCERNA
9 ore
Medico si oppone alle misure anti-covid: non può più esercitare
L'autorizzazione gli è stata temporaneamente revocata perché ha violato i suoi doveri professionali.
FOTOGALLERY
SVIZZERA
9 ore
Quante code "non necessarie" fuori dai negozi
Le immagini dei lettori da un capo all'altro della Svizzera: code anche di 500 metri
SVIZZERA
11 ore
Covid fonte di stress per gli infermieri
Un'indagine condotta su 4100 infermieri ha evidenziato che durante la pandemia lo stress è notevolmente aumentato.
SVIZZERA
13 ore
Covid-19: 2'560 casi nel weekend svizzero
Sono 16 i decessi registrati da venerdì a causa del virus.
SVIZZERA
13 ore
Posta «affidabile» nel 2020: i mesi più difficili, però, non sono stati nemmeno conteggiati
In primavera e in autunno Berna aveva dispensato il Gigante giallo dai vincoli, per garantire i servizi indispensabili.
ARGOVIA
14 ore
Cadavere trovato un anno fa in una grotta: «Fu omicidio»
Il corpo, ritrovato senza vita il 5 aprile 2020 vicino a Brügg, apparteneva a un 24enne zurighese scomparso nel 2019.
SVIZZERA
14 ore
Una pandemia di donne arrabbiate
In Svizzera il Covid ha colpito l'occupazione femminile. Ma le relazioni coniugali ne hanno beneficiato
SVIZZERA
15 ore
«Vogliono zittire la scienza»
I Verdi lanciano un appello in difesa della task-force Covid
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile