Immobili
Veicoli
Keystone
+7
TURGOVIA
15.05.20 - 20:150
Aggiornamento : 21:06

Stanno portando via la “ramina” tra Svizzera e Germania

Lo sbarramento era stato installato lo scorso marzo nel parco in riva al lago tra Kreuzlingen e Costanza

KREUZLINGEN - Dopo diverse settimane di separazione forzata, coppie e familiari transfrontalieri del comune turgoviese di Kreuzlingen (TG) e della città tedesca di Costanza possono tornare a incontrarsi. Svizzera e Germania hanno infatti deciso di togliere la recinzione montata due mesi fa lungo il confine a causa del coronavirus.

Lo smantellamento del doppio sbarramento è iniziato in serata, dopo la decisione presa nel pomeriggio, indica la Cancelleria del canton Turgovia. Da metà marzo, parenti, amici e fidanzati, divisi dal Covid-19, si davano appuntamento nei pressi della recinzione, lunga 350 metri, per passare del tempo insieme. Le immagini hanno fatto il giro del mondo e le polemiche non sono mancate, dato che le due città sono legatissime dal punto di vista economico, sociale e culturale.

La Germania aveva chiuso la frontiera il 16 marzo come provvedimento contro la pandemia. Una prima rete metallica era stata installata attraverso il parco situato a cavallo fra i due paesi, a bordo lago. Il 3 aprile, le autorità svizzere, vista l'alta frequentazione, ne avevano installata, in parallelo, una seconda, per garantire i due metri di distanza fra le persone.

Qualche giorno fa, i due sindaci, rivolgendosi a Berna e a Berlino, avevano espresso il loro malumore, chiedendo di riaprire il confine fra le due località sul Lago di Costanza e di sopprimere la doppia fila di barricate.

Da domani, le restrizioni della circolazione sono allentate fra Svizzera, Germania e Austria. Potrà passare da una nazione all'altra chi ha una relazione, familiari o una casa secondaria al di là del confine, ma ad esempio anche chi deve partecipare a un matrimonio, a un funerale oppure possiede terreni agricoli.

Keystone
Guarda tutte le 11 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
5 ore
Morto schiacciato da un albero
L'uomo stava tagliando del legname in una zona boschiva.
SVIZZERA
6 ore
«Quasi nessun Omicron-contagiato in cure intense»
È ancora Delta, secondo quanto riportato da alcuni ospedali svizzeri, a causare i decorsi più gravi.
FOTO
BERNA
9 ore
"Libertà!" e bandiere svizzere nella capitale
La manifestazione, non autorizzata, è stata sorvegliata da vicino delle forze dell'ordine.
ZURIGO
11 ore
18enne gravemente ferito da un 17enne
L'aggressore è stato arrestato a casa sua dagli agenti della polizia cantonale
SVIZZERA
11 ore
Long Covid: pendenti 1'800 richieste all'AI
Al momento non sono però noti casi in cui la rendita di invalidità è stata effettivamente concessa.
FOTO
GINEVRA
12 ore
Rogo in una palazzina, due persone in pericolo di vita
L'incendio è scoppiato nel loro appartamento.
SVIZZERA
13 ore
La malattia di Newcastle è stata rilevata in Svizzera
Diverse galline ovaiole di un'azienda avicola zurighese sono state infettate da questa sindrome, altamente contagiosa
VALLESE
14 ore
Travolto da una valanga: la vita di un 72enne è in pericolo
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio nella regione del Col du Sanetsch
NIDVALDO
15 ore
In contromano per 12 chilometri sulla A2, seguendo il navigatore
La polizia ha fermato la conducente di un veicolo con targa italiana
SVIZZERA
15 ore
«Il periodo del certificato Covid sembra arrivare alla fine»
Le decisioni prese mercoledì potrebbero essere modificate, in caso di un'evoluzione positiva della situazione pandemica
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile