Archivio Keystone
SVIZZERA
12.05.20 - 22:120
Aggiornamento : 13.05.20 - 00:01

Le frontiere riapriranno presto, ma non con l'Italia

Non è nota una data, ma il tutto avverrà nel giro di «alcune settimane» per Germania, Francia e Austria

È comunque essenziale che la diffusione del coronavirus rimanga limitata

BERNA - Le frontiere con Germania, Francia e Austria potrebbero presto essere riaperte: lo ha indicato il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP).

Negli scorsi giorni la consigliera federale Karin Keller-Sutter ha avuto vari contatti con i competenti ministri dei tre paesi confinanti, ha indicato a Keystone-ATS un portavoce del DFGP confermando una notizia diffusa in serata da diversi media online.

Quando questa apertura avverrà, non è però chiaro. Il tutto dovrebbe a ogni modo accadere il prima possibile, probabilmente nel giro di «alcune settimane». Una data possibile secondo media tedeschi come Bild online - ma non confermata da fonti ufficiali - potrebbe essere quella del 15 giugno.

Un problema urgente da risolvere è quello delle coppie non sposate che oggi non possono ricongiungersi, nonché quello di coloro che posseggono case di vacanza. Secondo quanto riportato dai media, il segretario di Stato della migrazione Mario Gattiker ha ricevuto l'incarico di definire i dettagli su questi dossier: sono infatti necessari accordi particolari con ciascun Paese.

Affinché si realizzi la riapertura è comunque essenziale che la diffusione del coronavirus nei quattro paesi in questione (Svizzera inclusa) rimanga limitata. Lo sblocco totale dei valichi con l'Italia, nazione particolarmente colpita dal Covid-19, dovrebbe per contro avvenire solo in un secondo tempo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Il Palazzo delle Nazioni s'illumina per l'ONU
Anche il Jet d'eau sarà illuminato di blu: si celebra l'anniversario delle Nazioni Unite
SOLETTA
6 ore
«Più di tre ore per fare il tampone»
«La coda diventava sempre più grande» spiega una testimone
SVIZZERA
9 ore
«Si sarebbe dovuto agire già in estate»
C'è chi vede il 29 giugno come il giorno in cui si sarebbe dovuto iniziare a fare qualcosa, come l'epidemiologo Althaus
SVIZZERA
11 ore
«Eravamo sovraccarichi già due settimane fa»
Dall'elaborazione dei dati, al supporto a chi si trova in quarantena. Un contact tracer racconta il suo lavoro.
SVIZZERA
11 ore
Bloccati un'ora e mezza in galleria
I viaggiatori di un treno diretto da Zurigo a Lucerna sono rimasti bloccati per circa un'ora e mezza
SVIZZERA
11 ore
Coronavirus: «Senza programmabilità gli approvvigionamenti sono a rischio»
L'associazione Commercio Svizzera chiede al Consiglio federale chiarezza sugli scenari da attendersi.
SVIZZERA
14 ore
Ueli Maurer preoccupato per la repressione del dissenso
Il ministro delle finanze ha parlato di tendenze «pericolose per la democrazia» all'Assemblea dei delegati UDC
ZURIGO
16 ore
Tentativo di rapina con coltello, un ferito grave
L'aggressione è avvenuta nella notte vicino alla stazione centrale di Zurigo.
SVIZZERA
17 ore
Mascherina presto obbligatoria anche all'aperto?
Il Consiglio federale ha messo in consultazione alcune ulteriori misure per lottare contro la diffusione del Covid-19.
SVIZZERA
17 ore
«Prima combattiamo il covid, poi la legge sul CO2 e l'accordo quadro»
Marco Chiesa ha aperto questa mattina con un discorso l'assemblea dei delegati dell'UDC.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile