Archivio Keystone
SVIZZERA
12.05.20 - 19:300

«La popolazione ha rispettato norme d'igiene e distanziamento sociale»

La Federazione dei medici svizzeri parla di sviluppo positivo della pandemia dopo la prima fase di deconfinamento

BERNA - La prima fase di deconfinamento attuata dal Consiglio federale il 27 aprile scorso non ha generato un aumento dei contagi da Covid-19. Ne prende atto stasera in una nota la Federazione dei medici svizzeri (FMH), sostenendo che la popolazione ha rispettato le misure d'igiene e di distanziamento sociale.

Due settimane fa non solo parrucchieri, saloni di bellezza, negozi fai-da-te, centri per giardinaggio e fioristi, ma anche gli studi di medicina dentaria, di fisioterapia e di massaggi medici avevano potuto riprendere la loro normale attività. Da quel giorno pure gli ospedali, sottolinea l'FMH, hanno potuto eseguire tutti gli interventi, anche quelli non urgenti. E anche in questo caso, il numero di contagi al coronavirus non è aumentato. Ciò significa che «il corpo medico ha applicato correttamente le misure di protezione».

In precedenza, con le restrizioni imposte il 16 marzo dal Consiglio federale, con cui si autorizzavano solo interventi e trattamenti urgenti, i contatti con i pazienti erano diminuiti del 70% in media, una percentuale che varia a seconda delle discipline e delle regioni, sottolinea l'FMH. Ma la revoca delle misure non ha portato a un aumento dei contagi, si rallegra la Federazione dei medici svizzeri.

Per poter continuare a rispettare i provvedimenti igienici e fornire un lavoro efficace, è indispensabile che il corpo medico possa contare su un approvvigionamento sufficiente di materiale di protezione, farmaci, vaccini, dispositivi e personale specializzato, sottolinea l'FMH. Conformemente al piano di pandemia, spetta alla Confederazione e ai cantoni garantire tale approvvigionamento, in particolare quando i canali di distribuzione abituali non bastano. Ma, stando all'FMH, il sistema sanitario elvetico ha dato prova della sua efficacia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 min
Gli Stati danno ragione a Marina Carobbio: «Servono più medici»
Con una maggioranza risicata la Camera alta ha accolto una mozione della senatrice socialista.
SVIZZERA
25 min
Altri 391 casi, ma la percentuale dei positivi è in calo
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 51'492. Le vittime sono almeno 1'776.
SVIZZERA
1 ora
Cantone che vai, misure anti-Covid che trovi
Berna dà il via libera ai grandi eventi, ma solo con la mascherina. E nel contempo riapre i "drive in".
SVIZZERA
1 ora
BNS: avanti con il contrasto del franco forte
La valutazione della moneta nazionale rimane «persistentemente elevata». Fusione UBS-CS? Solo «voci».
SVIZZERA
1 ora
Personale di volo e i danni della quarantena
Le associazioni di categoria chiedono di rivedere le norme, altrimenti si rischiano numerosi licenziamenti.
ZURIGO
3 ore
Violenta lite: morto un uomo, ferite due donne
La disputa famigliare è avvenuta nel quartiere zurighese di Wollishofen.
VAUD
3 ore
Da homo sapiens a homo sedens: «Gli open space sono come le carceri»
«L'ufficio, in tutte le sue forme, non rende felice il lavoratore», sostiene l'etnologo Pascal Dibie.
SVIZZERA
5 ore
L'auto non si noleggia, ci si abbona... da Mobilezone
La catena ha instaurato una collaborazione con la start-up per offrire consulenza nei suoi negozi di cellulari
SVIZZERA
5 ore
Parlamento: protezione dati, cambio sesso e cultura
Giornata impegnativa per Consiglio nazionale e Consiglio degli Stati, che lavoreranno fino in serata
SONDAGGIO TAMEDIA
7 ore
Jet, caccia, congedo... Cosa pensate dei temi in votazione?
È sempre più vicino l'appuntamento alle urne: partecipate al sondaggio di 20Minuti e Tamedia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile