deposit
SVIZZERA
11.05.20 - 11:580

Chi c'è dietro le sbarre?

Sette detenuti su dieci sono stranieri. Una donna ogni 20. I dati sulla popolazione carceraria

BERNA - Alla fine di gennaio 6906 persone, pari a una diminuzione inferiore all'1% su base annua, si trovavano incarcerate in Svizzera. Il 93,5% dei 7390 posti di detenzione disponibili era quindi occupato, indica oggi l'Ufficio federale di statistica (UST).

Negli ultimi anni, il numero di posti esistenti nelle prigioni è rimasto stabile. Questo nonostante il totale delle strutture nella Confederazione sia sceso: ora sono un centinaio.

Sull'insieme dei carcerati, 401 (il 5,8%) erano donne, riferiscono gli ultimi dati aggiornati dell'UST. Due terzi dei reclusi (66,2%) stava scontando una pena o una misura, mentre il 27,5% era dietro le sbarre in regime di detenzione preventiva o per motivi di sicurezza. Il restante 6,3% si trovava in prigione per altre, non specificate, ragioni.

Nel corso del 2019 l'insieme delle persone private della libertà ha passato in detenzione 2,5 milioni di giorni. In altre parole, lo scorso anno in Svizzera erano incarcerati mediamente 6845 individui ogni giorno, una cifra in calo dell'1,9% rispetto al 2018.

Il tasso di stranieri registrato (69,6%) è stato il più basso da 15 anni a questa parte. Sette galeotti su dieci dunque non hanno passaporto elvetico. Solo il 5,6% di essi era in prigione a causa di misure coercitive ai sensi della Legge federale sugli stranieri e la loro integrazione (LStrl).

Nel 2019, le incarcerazioni in relazione a questa legge sono state circa 5400, in flessione del 3,4% nel paragone con l'anno precedente. Le persone interessate hanno totalizzato 99'067 giorni di prigione, ovvero una durata media di 18 giorni a testa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Alberghi: «Servono 500 milioni per i casi di rigore»
HotellerieSuisse chiede di potenziare il sostegno al settore alla luce delle nuove limitazioni
BERNA
7 ore
Test in 15 minuti: ecco come funziona
Sarà possibile usufruirne dal 2 novembre, ma solo da parte di determinate categorie.
SVIZZERA
10 ore
Provvedimenti contro il coronavirus: «Un passo inevitabile»
I partiti politici sono generalmente soddisfatti per le decisioni prese oggi dal Governo.
SONDAGGIO
SVIZZERA
10 ore
In quarantena... senza contatti con un malato (a causa di Swisscovid)
È la storia di una donna che ha ricevuto un'allerta dall'app. Ma lei quel giorno non era nemmeno uscita di casa
BERNA
13 ore
Già pronte le misure per ridurre l’impatto economico della pandemia
Il Consiglio federale ha adottato una modifica dell’ordinanza "COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione"
SVIZZERA
13 ore
«Provvedimenti difficili, ma indispensabili»
Il Consiglio federale ha presentato le nuove misure decise per contenere la diffusione del coronavirus in Svizzera.
SVIZZERA
13 ore
Crescono gli avvelenamenti da paracetamolo
Fenomeno dovuto alla disponibilità di pastiglie con dosaggio più elevato, secondo ricercatori del Politecnico di Zurigo
BERNA
14 ore
Nuove misure anti-covid non prima delle 16:15
La seduta del Consiglio federale si sta prolungando più del previsto.
ZURIGO
14 ore
Il franco resta un bene rifugio, ma con il Covid vince la corona svedese
La moneta coniata a Stoccolma si è rafforzata del 3,8% nei confronti del franco dallo scorso 20 febbraio.
SVIZZERA
15 ore
Due Cantoni chiedono aiuto all'esercito
Friborgo e (probabilmente) Ginevra hanno chiesto l'intervento nell'ambito delle cure ai pazienti e della logistica.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile