Archivio Keystone
SVIZZERA
08.05.20 - 10:450

Il passaporto rossocrociato? Soltanto se da dieci anni non si è in assistenza

È la condizione che dal prossimo luglio sarà introdotta nel canton Argovia per l'ottenimento della cittadinanza

AARAU - Nel canton Argovia, a partire dal prossimo 1. luglio verranno inasprite le condizioni per ottenere la cittadinanza svizzera. Chi desidera il passaporto rossocrociato non deve aver beneficiato dell'assistenza da almeno dieci anni. Inoltre, gli stranieri devono superare un test di cittadinanza prima di presentare la domanda di naturalizzazione.

Il governo argoviese ha reso noto oggi di aver fissato il prossimo 1. luglio l'entrata in vigore della nuova legge, che è stata approvata a larga maggioranza dal popolo - con il 64,8% di "sì" - lo scorso febbraio. Per alcuni casi di rigore varranno tuttavia delle eccezioni.

Chi inoltrerà una richiesta di naturalizzazione al comune di residenza dovrà rispondere correttamente ad almeno tre quarti delle domande standardizzate elaborate dalle autorità cantonali.

Da notare che a livello federale e in molti cantoni, il periodo d'attesa per chi ha ricevuto contributi dell'aiuto sociale è di tre anni. Un'attesa di dieci anni è in vigore anche nel canton Berna. Nei Grigioni i candidati al passaporto rossocrociato devono dimostrare di aver rimborsato i contributi dell'aiuto sociale ricevuti negli ultimi dieci anni. Basilea Campagna e Turgovia prevedono invece un periodo di attesa di cinque anni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
4 ore
Le sottrasse diversi milioni, condannata una guaritrice
Una 66enne di Glarona è stata ritenuta colpevole di una lunga serie di reati, tra cui l'appropriazione indebita.
SVIZZERA
5 ore
La percentuale dei non vaccinati in cure intense? Molto alta
Tra il 19 luglio e il 15 agosto erano l'89% del totale. C'è preoccupazione per i tanti giovani malati
SVIZZERA
6 ore
Verso l'estensione oltre i sei mesi del certificato Covid per chi è guarito
«Faremo certamente degli aggiustamenti» affermano dall'Ufficio federale della sanità pubblica
ZURIGO
9 ore
Nessun controllo dei certificati, piscina chiusa dalla polizia
All'ingresso della struttura coperta erano affissi dei cartelli indicanti che non vi sarebbe stato alcun controllo.
BERNA
12 ore
Berna ne ha abbastanza dei No-Vax
La Città federale ha deciso di vietare qualsiasi manifestazione contro le misure anti-Covid-19.
SVIZZERA
13 ore
«No alle pellicce ottenute con la sofferenza degli animali»
Il Parlamento ha ricevuto una petizione che chiede di vietare l'importazione di prodotti ottenuti in modo crudele.
ZURIGO
13 ore
«Vittima di una violenza brutale»
La polizia zurighese fornisce nuovi informazioni sul delitto: «La persona fermata è un 20enne e ha confessato».
BERNA
14 ore
La curva dei contagi continua a calare
Nelle ultime 72 ore 102 perone hanno necessitato di un ricovero in ospedale.
FOTO
SVIZZERA
17 ore
Università al via, tra Covid Pass e polemiche
Alcune centinaia di studenti si sono riuniti davanti a diversi atenei per protestare contro l'uso del certificato.
CONFINE
18 ore
Vaccinati o no? Al via i controlli al confine
Chi valica la frontiera in entrata, da oggi dovrà essere in possesso di "pass", e compilare un modulo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile