deposit
SVIZZERA
08.05.20 - 10:130
Aggiornamento : 11:36

Gli svizzeri risparmiano sui vestiti

A cosa rinunciamo in tempo di crisi? Il sondaggio di Comparis

ZURIGO - Chi ha paura della crisi economica? Il 28 per cento degli svizzeri, secondo un sondaggio di Comparis.ch. La piattaforma ha intervistato un migliaio di persone in tutte le regioni linguistiche: dall'indagine emerge un maggiore ottimismo, ma la maggior parte degli intervistati è pronta a tagliare i propri consumi, in particolare su vestiti ed elettronica. 

L'effetto Covid sui portafogli insomma continua a farsi sentire. Nel mese di maggio, uno svizzero su quattro si aspetta un ulteriore peggioramento della propria situazione economica rispetto ad aprile: prevede quindi che sarà «tendenzialmente peggiore» o «decisamente peggiore». Colpa delle scarse prospettive di carriera: il 34,8% dei pessimisti spiega che il peggioramento atteso a maggio è dovuto al lavoro ridotto (proprio o del partner).

Arrivano però anche segnali di ottimismo. Rispetto al mese scorso, aumenta la quota di intervistati che si dicono pronti a soddisfare un desiderio a lungo rimandato (22 per cento, ad aprile erano il 16 per cento). «Può darsi che le persone si stiano abituando sempre più alla situazione, oppure si aspettano davvero un miglioramento concreto della loro situazione economica» osserva Michael Kuhn, esperto di consumi e finanze presso Comparis. La quota di ottimisti (che si attendono un miglioramento finanziario) si attesta al 12 per cento, la stessa di aprile. 

Ma dovendo stringere la cinghia, a quali spese rinunceremo per prime? Il 77 per cento degli svizzeri, secondo il sondaggio, si dice pronto a tagliare acquisti inutili e non programmati. Si tratta della percentuale più elevata registrata negli ultimi quattro anni, che a marzo era ancora del 72 per cento. I primi a saltare sarebbero gli acquisti di vestiti e accessori (per il 66 per cento degli intervistati). Seguono i prodotti di elettronica e gadget vari: il 64,3 per cento dichiara di poterne fare facilmente a meno, mentre il mese scorso questa percentuale era solo del 12,4 per cento. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
CANTONE / SVIZZERA
2 ore
Il primo lockdown può aver salvato fino a 35'000 vite
È quanto emerge da uno studio dell'Università della Svizzera italiana, analizzato anche dalla NZZ am Sonntag
BERNA
3 ore
La “variante inglese” mette un'altra scuola in quarantena
Martedì inizierà la formazione a distanza per i 350 allievi di Wangen an der Aare
SVIZZERA
7 ore
Covid detector in aeroporto: perché non con i cani
I risultati non sarebbero ancora sufficienti per permettere l'addestramento e l'impiego su larga scala
BASILEA CAMPAGNA
10 ore
Auto fuori strada, 18enne in ospedale
Le altre due persone presenti nell'auto hanno riportato solo ferite lievi
SVIZZERA
10 ore
La seconda ondata ha "steso" un giovane su tre
Depressione e stress in aumento tra gli svizzeri dai 14 ai 24 anni. Lo dice uno studio dell'Università di Basilea
SVIZZERA
14 ore
Berset ai ferri corti con Chiesa
Il ticinese e il consigliere federale si sono incontrati per un chiarimento. Ma le posizioni restano «inconciliabili»
BERNA
15 ore
Coronavirus: più controlli alle frontiere e più test
Sono alcune delle previsioni in merito alle decisioni di mercoledì del Consiglio federale.
FOTO
SVIZZERA
16 ore
Oggi il suffragio femminile a livello federale compie 50 anni
Ed è impossibile non domandarsi: come mai così tardi? Ma ci sono cantoni che l'hanno introdotto prima e altri dopo
SVIZZERA / ITALIA
1 gior
I figli alla scuola privata di Zurigo, ma vogliono le norme italiane
Un gruppo di genitori si è rivolto a Repubblica per denunciare l'applicazione delle misure del Cantone anziché del Dpcm
FOTO
VALLESE
1 gior
Si stacca una valanga sopra Nendaz: un morto e un ferito
La grossa slavina ha travolto una guida alpina e uno dei suoi clienti. Stavano sciando fuori-pista.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile