Keystone - foto d'archivio
GINEVRA
08.05.20 - 08:490
Aggiornamento : 09:15

Il Cantone in aiuto del Salone dell'auto

Un prestito di 17 milioni di franchi per la perdita dell'annullamento 2020 e per organizzare l'edizione 2021

GINEVRA - Lo stato ginevrino corre in aiuto del Salone dell'automobile, la cui edizione 2020 è stata annullata a causa dell'epidemia di coronavirus: il governo cantonale propone di accordare agli organizzatori un prestito di quasi 17 milioni di franchi.

La cancellazione del Geneva International Motor Show (GIMS), che avrebbe dovuto tenersi fra il 5 e il 15 marzo, ha comportato per la fondazione che lo gestisce una perdita di 11 milioni di franchi, spiega il consiglio di stato in un comunicato diffuso ieri sera. A questi vanno poi aggiunti 6 milioni per sviluppare una nuova concezione dell'evento in vista dell'edizione 2021.

Visto che la fondazione ha esaurito le riserve, l'esecutivo cantonale vuole erogare un credito legato a determinate condizioni e da rimborsare con gli interessi, su un lasso di tempo da stabilire in funzione della situazione finanziaria.

L'anno scorso il salone aveva accolto 600'000 visitatori. Per il canton Ginevra l'evento ha un'importanza economica che il consiglio di stato stima a 200 milioni di franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 min
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
6 min
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
2 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
SVIZZERA
5 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
5 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
5 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
5 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
7 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
8 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
SVIZZERA
9 ore
Vaccino dai cinque anni in su: «Siamo in ritardo»
In Svizzera, contrariamente all'UE, i bambini sotto i 12 anni non possono ancora vaccinarsi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile