Archivio Keystone
SVIZZERA
05.05.20 - 12:300

«Non vogliamo stare in casa solo perché siamo over 65»

Il semiconfinamento raccomandato dalla Confederazione nel mirino delle critiche

BERNA - La Federazione svizzera dei pensionati (FSP) si aggiunge oggi alle sempre più diffuse voci critiche nei confronti del semiconfinamento che la Confederazione raccomanda a tutti gli over 65, senza tenere conto delle diverse condizioni sanitarie degli anziani, per contrastare la diffusione del coronavirus e limitare penuria di cure negli ospedali.

«Si potrebbe pensare che superare il limite di età di 64 o 65 anni nuoccia automaticamente alla salute» dichiara il presidente della FSP Michel Pillonel, citato in un comunicato diramato oggi. Tuttavia, ci sono grandi differenze tra gli 1,6 milioni di persone di età superiore ai 65 anni in Svizzera. Molti anziani sono ancora in buona salute.

L'organizzazione ricorda anche il notevole contributo dato dagli anziani nelle famiglie e nelle associazioni, ad esempio nella cura dei bambini o nel volontariato a beneficio della collettività. Anche l'economia soffre dell'assenza dei pensionati, che sono spesso frequentatori di ristoranti e trascorrono frequentemente le vacanze in Svizzera, indica la nota.

Allentamenti in vista - Il delegato dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) per il Covid-19, Daniel Koch, ieri ha indicato che, soprattutto per le persone anziane nelle case di riposo, le restrizioni sono durate a lungo e comportano serie difficoltà. L'UFSP sta riflettendo ad allentamenti alle misure sanitarie per i gruppi a rischio, specialmente le persone anziane.

Koch ha fatto notare che la Confederazione ha deliberatamente scelto la via delle raccomandazioni e non dei divieti, appellandosi alla responsabilità individuale. Le persone anziane non dovrebbero quindi essere discriminate a causa del loro comportamento.

La FSP, fondata nel 1983 a Lugano, riunisce otto federazioni cantonali, organizzazioni e associazioni di anziani e pensionati e conta circa 31'000 membri, si legge sul suo sito.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Epidemia di femminicidi in Svizzera: «I numeri parlano da soli»
I casi registrati nel 2021 sono ormai saliti a 23, in crescita significativa rispetto allo scorso anno.
SVIZZERA
1 ora
Migranti maltrattati: «Siamo intervenuti»
Sospesi 14 addetti alla sicurezza dei centri per richiedenti asilo. Ma per la Sem «sono casi circoscritti»
SAN GALLO
2 ore
Uccide la figlia e si toglie la vita
Un 54enne e una dodicenne sono stati trovati morti in un'abitazione di Rapperswil-Jona
SVIZZERA
3 ore
«Le accuse di tortura sono false e ingiustificate»
Secondo un'indagine esterna, i diritti dei richiedenti l'asilo nei centri federali vengono generalmente rispettati.
FOTO
BERNA
4 ore
«Un brivido mi scorre lungo la schiena»
Nella notte due bambini sono morti a Leuzigen a causa di un incendio.
SVIZZERA
4 ore
Nel weekend meno di 800 casi al giorno
Sono stati effettuati 63'205 tamponi. Il 3,7% è risultato positivo al coronavirus
SVIZZERA
5 ore
Pass o no? Sciatori nella nebbia
Certificato sì o no? Berna non ha ancora deciso. E gli operatori sciistici si infervorano
SAN GALLO
6 ore
«Il Consiglio federale ha tradito il paese»
Sotto la lente delle autorità le affermazioni che un granconsigliere UDC svittese ha fatto sabato a Rapperswil-Jona
GLARONA
8 ore
Omicidio di Netstal, il 27enne ha confessato
L'uomo si era consegnato alla polizia già ieri. Avrebbe ucciso una 30enne sparandole in un parcheggio.
BERNA
9 ore
Drammatico incendio a Leuzigen, morti due bambini
È successo nella notte. Le fiamme sono divampate in un'abitazione. Altre quattro persone sono riuscite a salvarsi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile