keystone
SVIZZERA
01.05.20 - 15:510
Aggiornamento : 18:58

«I bambini non sono i vettori principali»

Lo afferma Matthias Egger, capo della task force scientifica della Confederazione

Il ruolo dei più piccoli nei contagi rimane «altamente incerto». Ma è sicuramente basso, dicono gli esperti

BERNA - «Non si può escludere che i bambini possano trasmettere il virus» ha dichiarato venerdì Matthias Egger, a capo della task force scientifica (National COVID-19 Science Task Force) istituita dalla Confederazione nella lotta contro il nuovo coronavirus, in un incontro odierno con i media a Berna. Secondo alcuni studi, il rischio di infezione di un bambino è circa un terzo rispetto agli adulti.

Il ruolo dei bambini e degli adolescenti nella trasmissione del coronavirus rimane «altamente incerto», ma si contagiano meno facilmente e generalmente in caso di infezione hanno un decorso lieve. Questa è la conclusione di uno studio pubblicato oggi dalla task force, sul suo sito web www.ncs-tf.ch, e spiegato da Egger.

Secondo quest'ultimo, i bambini non sono i vettori principali della malattia. Un concetto ribadito anche dall'epidemiologo del Politecnico federale di Losanna Marcel Salathé e da Daniel Koch, delegato dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) per il Covid-19.

Non è stata osservata, né nelle scuole né altrove, una diffusione enorme del contagio tra i bambini. Per questo motivo non dovrebbe essere un problema la riapertura delle scuole, ha indicato Koch, riferendosi in particolare a uno studio australiano pubblicato nel mese di aprile. Tuttavia, il delegato dell'UFSP ha ricordato nuovamente che i bambini con sintomi possono ovviamente trasmettere il virus, per cui non devono né recarsi a scuola, né tanto meno incontrare i nonni.

«Se un bambino piccolo è sano e da settimane i nonni lo vedono solo via monitor, a loro farebbe piacere prenderlo tra le braccia. Se il piccolo è sano non c'è nessun pericolo di trasferimento della malattia», ha sostenuto ancora Koch, che ha però invitato alla cautela.

Per quanto riguarda la riapertura delle scuole, la task force scientifica ha raccomandato un pacchetto di misure di base e altre raccomandazioni supplementari, ha spiegato Egger. Il primo è stato ripreso globalmente dai vari cantoni e nella loro attuazione alcune proposte sono state applicate, mentre in altri no. Ciò non rappresenta un grande problema, anzi è positivo che non tutti facciano la stessa cosa in modo da poter imparare sulla base delle esperienze acquisite, ha sottolineato il responsabile della National COVID-19 Science Task Force.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 min
Ulteriori 181 casi, 3 decessi e 5 ospedalizzazioni
I decessi sono stati 3 in più rispetto a ieri e 5 ricoveri.
SVIZZERA
2 min
«Il rischio di contagio in aereo è bassissimo»
Il settore dell'aviazione fatica a riprendersi, anche per il timore di contrarre il coronavirus durante il volo
SVIZZERA
2 min
Fisco-Neymar 1:0
L'AFC aveva domandato documentazione riguardante la Procter & Gamble per la quale il calciatore aveva fatto pubblicità
SVIZZERA
56 min
Richiamati i noodle a cottura rapida Long Life: contengono micotossine
Il lotto interessato è quello con termine minimo di conservazione al 04.04.2021. È previsto il rimborso.
SVIZZERA
1 ora
Pacchi: la situazione si è normalizzata
Nei mesi di marzo, aprile e maggio, la Posta ha elaborato fino al 40% in più di pacchi rispetto all’anno precedente
SVIZZERA
2 ore
Mascherine in tessuto, l'UFSP smentisce
Che siano diventate lo standard rispetto a quelle chirurgiche «è una notizia falsa diffusa dall'agenzia Keystone-ATS».
SVIZZERA
4 ore
Il coronavirus fa precipitare (nelle cifre rosse) Swiss
La compagnia aerea elvetica ha subito una perdita operativa di 266.4 milioni di franchi nel primo semestre del 2020.
GINEVRA
5 ore
Annulla il volo per la Serbia, perde 450 franchi
La donna ha deciso di rimandare il viaggio in patria per evitare la quarantena al ritorno in Svizzera.
FOTO
LIBANO / SVIZZERA
13 ore
«Sono stata scaraventata attraverso l'ufficio»
La testimonianza di Monika Schmutz Kirgöz, ambasciatrice elvetica in Libano
SVIZZERA
15 ore
«Se loro sbagliano, la gente perde fiducia»
Knill: «In una pandemia, questo è particolarmente pericoloso perché può avere un impatto diretto sui contagi»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile