Archivio Keystone
GRIGIONI
30.04.20 - 11:370

Nei licei grigionesi soltanto esami scritti

Il Governo retico ha confermato la riapertura delle scuole per il prossimo 11 maggio

COIRA - Il Governo grigionese ha confermato oggi che nel cantone le scuole dell'obbligo riapriranno l'11 maggio. L'Esecutivo ha altresì comunicato che nei licei verranno svolti solo gli esami di maturità scritti e non gli orali.

Le direttive cantonali per le scuole di rango inferiore nonché gli aiuti di pianificazione concernenti le misure di protezione verranno comunicati agli istituti scolastici nella giornata di domani. Queste comprendono anche la situazione degli spazi negli edifici e il trasporto degli allievi.

Concernente le scuole superiori, la situazione straordinaria durerà ancora fino all'8 giugno. Su richiesta, le scuole medie superiori private avranno tuttavia la possibilità d'introdurre l'insegnamento presenziale per il liceo inferiore a partire dall'11 maggio.

Nel frattempo, i maturandi che frequentano i licei nel cantone devono continuare a preparare gli esami finali, ricorda il Governo. I primi esami scritti si terranno infatti già l'11 maggio. Ieri il Consiglio federale aveva dato facoltà ai cantoni che lo desiderano di rinunciare alle prove scritte di maturità. I Grigioni hanno quindi deciso di non sfruttare questa possibilità.

Nelle scuole specializzate gli esami finali scritti avranno luogo come previsto. Lo svolgimento degli orali dipende invece da una decisione che sarà adottata dalla Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione.

Per quanto riguarda la maturità professionale, il Consiglio federale ha deciso ieri di rinunciare agli esami in tutta la Svizzera. Nel 2020 saranno rilevanti unicamente le note ottenute durante l'anno.

Il Governo retico comunica anche che dall'11 maggio i servizi di assistenza ai bambini complementari alla famiglia potranno tornare ad ampliare la loro attività. Anche i gruppi di gioco che sono rimasti chiusi durante le scorse settimane potranno riaprire.

Case secondarie - In seguito alle decisioni prese ieri dalle autorità federali, l'Esecutivo grigionese ha poi deciso di abolire, dall'11 maggio, l'obbligo di notifica per i proprietari di abitazioni secondarie. Il Governo esprime però il suo «rammarico» per il fatto che gli impianti di risalita continuano a non avere certezze per la pianificazione dell'imminente stagione estiva. Ieri il Consiglio federale ha ipotizzato una loro riapertura per l'8 giugno.

Tracciamento del virus - I Grigioni, infine, hanno anche annunciato che dall'11 maggio riprenderà il tracciamento sistematico dei nuovi casi di coronavirus. Nel cantone finora sono risultate positive al test sul al covid-19 811 persone, due in più rispetto a ieri. I morti sono rimasti fermi a 45.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
TURGOVIA
1 min
15enni su una moto rubata si scontrano con un'auto
I due adolescenti sono finiti in ospedale
FOTO
FRIBURGO
49 min
Parcheggio sotterraneo distrutto da un incendio
Diversi veicoli sono stati distrutti nella notte
GRIGIONI
54 min
Tragedia sul Piz Russein: due morti
Sono stati travolti da una valanga a lastroni, che li ha trascinati per quasi 1000 metri.
ZURIGO
12 ore
«Dai 10 anni devono poter decidere se vaccinarsi»
Il tema è di forte attualità. E l'UFSP ha aperto il dibattito anche sui social.
BERNA
16 ore
Quando l'arrivo dei ricchi rischia di farti perdere la casa
L'Oberland bernese attira milionari da tutto il mondo. Il valore delle case è così schizzato alle stelle.
SVIZZERA
16 ore
Coronavirus: in calo casi, ricoveri e decessi
Rispetto a quella precedente, la scorsa settimana tutti gli indicatori sull'andamento epidemiologico sono diminuiti.
SVIZZERA
18 ore
Il radar “sfasato” che la polizia svizzera continua a usare
Può segnare fino a 11 km/h in più e ha problemi con le superfici rifrangenti, l'allarme dal produttore
BERNA
19 ore
Covid: 2300 positivi e 42 vittime
Sull'arco di due settimane, il numero totale di infezioni scende a 18'893.
ZURIGO
20 ore
I ricercatori dell'ETH scoprono il tallone d'Achille del coronavirus
Lo studio potrebbe portare allo sviluppo di un medicinale per combattere il Covid-19.
SVIZZERA
21 ore
Disoccupazione e penuria di personale, il paradosso post Covid
Se da un lato le aziende licenziano dipendenti, dall'altro cercano nuovo personale diversamente qualificato.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile