Immobili
Veicoli
Archivio Keystone
SVIZZERA
30.04.20 - 10:520

«Gli zoo? Sono meno a rischio dei musei»

L'associazione dei giardini zoologici chiede al Consiglio federale di poter riaprire l'11 maggio

GOLDAU - I gestori degli zoo considerano discriminatoria la decisione di ieri del Consiglio federale di permettere ai musei di riaprire i battenti l'11 maggio e, invece, di rinviare l'apertura al pubblico dei giardini zoologici e botanici all'8 giugno. Giudicano altrettanto ingiusto l'appoggio finanziario concesso ai primi e a loro negato.

La «decisione è assolutamente incomprensibile», indica una nota diramata oggi dall'Associazione degli zoo svizzeri gestiti scientificamente (zooschweiz/zoosuisse), cui aderiscono nove istituzioni, tra cui ad esempio lo Zoo di Zurigo e quello per bambini del circo Knie a Rapperswil (SG), il Knies Kinderzoo.

Per l'organizzazione il prolungamento del divieto di apertura non poggia su argomenti sanitari. E chiede come si spiega che la sede di Zurigo del Museo nazionale svizzero o vari musei d'arte, che accolgono un numero di visitatori analogo a quello degli zoo, possano aprire. I rischi di contagio da coronavirus sono più elevati in ambienti museali confinati che all'esterno, ossia nella situazione che prevale negli zoo, sostiene l'associazione.

Essa ha del resto inoltrato oggi stesso un concetto di protezione del pubblico all'Ufficio federale della sanità pubblica, chiedendo al Consiglio federale di tornare sui propri passi e accordare la parità di trattamento a musei e zoo.

Il mancato sostegno - Zooschweiz/zoosuisse lamenta anche il fatto che l'Ufficio federale della cultura abbia negato un qualsiasi sostegno finanziario ai giardini zoologici, affermando che, contrariamente ai musei, costituiscono un settore che non gli compete. Per l'organizzazione è invece palese che «gli zoo fanno parte del modo dei musei e della cultura».

Ai musei la Confederazione ha accordato un contributo di 280 milioni di franchi. Gli zoo, che non possono neppure fare appello al lavoro ridotto perché gli animali necessitano cure costanti, non ricevono neppure un centesimo e devono persino rimanere chiusi più a lungo, deplora l'associazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
30 min
Cresce la paura della guerra: la Svizzera deve mediare?
Si fa sempre più tesa la situazione tra Ucraina e Russia. L'occidente teme ormai un'invasione
SVIZZERA
3 ore
La variante Omicron... e i test Covid
Non mancano i dubbi attorno ai test Covid. Ecco le principali risposte
SVIZZERA
5 ore
«Le visite agli strip club erano per motivi di lavoro»
L’ex amministratore delegato di Raiffeisen Pierin Vincenz giustifica le spese pazze addebitate alla banca.
SVIZZERA
7 ore
Le “firme” nel sistema immunitario di chi rischia il Long Covid
Uno studio zurighese ha identificato i fattori di rischio immunologici
SVIZZERA
7 ore
Il processo Vincenz non si ferma
La Corte ha respinto le richieste di sospensione. Inizia l'interrogatorio dell'ex Ceo
SVIZZERA
7 ore
In Svizzera 36'658 contagi e dodici decessi in ventiquattro ore
Nelle strutture sanitarie elvetiche sono state ricoverate altre 121 persone col Covid
SVIZZERA
10 ore
«Un allentamento delle misure porterebbe a un'ulteriore ondata»
Gli esperti della Confederazione fanno il punto della situazione. E frenano gli entusiasmi su una fine delle restrizioni
SVIZZERA
12 ore
«Ci siamo comportati come bravi soldatini, adesso basta»
Politici e associazioni economiche fremono: Le attuali restrizioni sono «sproporzionate» e «vanno revocate».
ARGOVIA
13 ore
Cadavere nella grotta, il 22enne a processo per assassinio
Il Ministero pubblico argoviese ha richiesto sedici anni e quattro mesi di carcere per il giovane omicida.
BERNA
13 ore
Aquila reale vittima di una turbina eolica
L'incidente è avvenuto nel mese di novembre sul Mont-Soleil, nel Giura bernese.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile