Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
28.04.20 - 06:350
Aggiornamento : 10:40

«La fattura del volo di rimpatrio è eccessiva»

Il DFAE ha riportato a casa i cittadini bloccati all’estero a causa dell’emergenza. Ma i costi fanno storcere il naso

Fonte 20 Minuten - Daniel Waldmeier
elaborata da Jenny Covelli
Giornalista

BERNA - È atterrato ieri a Zurigo il penultimo volo di rientro con passeggeri svizzeri dell’operazione di rimpatrio del Dipartimento federali degli affari esteri (DFAE). Si tratta del 34esimo. Voli che hanno riportato a casa 7’163 persone bloccate all’estero dalla crisi coronavirus.

Mercoledì, con un ultimo volo di rientro dall’Africa con passeggeri svizzeri provenienti da Ghana, Costa d’Avorio e Burkina Faso, si concluderà la più grande operazione di recupero mai realizzata in collaborazione con Swiss, Edelweiss e Helvetic. Un’operazione che non ha mancato di far discutere, soprattutto per gli alti costi generati. 

La Confederazione ha finanziato anticipatamente i voli di rimpatrio. I costi, che ammontano a circa 10 milioni di franchi, sono sostenuti all'80% dai viaggiatori. La loro partecipazione corrisponde «al prezzo di mercato abituale per un volo corrispondente». Il DFAE contribuisce al finanziamento dei costi di volo per circa il 20%.

La fattura per i passeggeri va dai 400 ai 1’500 franchi circa, come riferisce 20 Minuten. Cifre che non piacciono ad alcuni viaggiatori, come G.O., tornato dalle Filippine il 31 marzo. «Ho ricevuto una fattura di 1’100 franchi. Ma in aeroporto i biglietti per lo stesso volo sono stati venduti a prezzi più convenienti», si lamenta.

G. racconta che il viaggio di ritorno con Qatar Airways è durato due giorni a causa di una catena di sfortunate circostanze. «Sulla base delle normali tariffe tra Manila e Zurigo, i prezzi del DFAE sono davvero eccessivi».

Hans-Peter Lenz, responsabile del Centro di gestione delle crisi del DFAE, dal canto suo spiega che ai passeggeri viene chiesto di contribuire al costo del volo nella forma dell’80%. Senza considerare quanto in realtà costi l’intera operazione, come le ore di lavoro dei dipendenti del DFAE o il trasporto dei passeggeri fino all’aeroporto.

Inoltre, i voli di rimpatrio non sono stati facili da organizzare e richiedono molta competenza diplomatica. L’importo richiesto ai rimpatriati «non copre certamente tutti i costi» ma resta in linea con i prezzi di mercato. «I voli non sono gratuiti» aggiungono dal DFAE.

Per quanto riguarda gli importi, da Berna fanno pure notare che non è possibile fare un confronto con le tariffe di un normale periodo. Ma i contributi richiesti si situano «entro limiti ragionevoli». Il DFAE spiega comunque che sono poche le chiamate e le e-mail ricevute per il rimborso del costo dei voli.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / MONDO
36 min
L'1% dei più ricchi: quanto serve per entrarci?
Entrare nel "club" dei più ricchi del proprio paese non è mai facile, ma è particolarmente complicato a Monaco
SVIZZERA
54 min
In Svizzera i single fanno il 36% delle economie domestiche
È quanto si evince dai dati dell'Ufficio federale di statistica. Dal 1970, il numero è triplicato
SVIZZERA
1 ora
Il sangue c'è, nonostante la pandemia
Positivo il bilancio 2020 di Trasfusione CRS Svizzera. Ma i donatori erano limitati nella loro mobilità
ZUGO
1 ora
Test salivari obbligatori nelle scuole secondarie
Allievi e docenti di medie e licei dovranno sottoporsi al test due volte alla settimana.
BERNA 
3 ore
Nominata la nuova segretaria di Stato della migrazione
Si tratta di Christine Schraner Burgener, attuale inviata speciale dell'Onu per il Myanmar.
BERNA
17 ore
Riaperture, ecco ciò che devi sapere
Il Consiglio federale ha deciso una riapertura graduale. Ripartono negozi, musei e impianti sportivi all’aperto.
SVIZZERA
18 ore
«Decisione incomprensibile e ingiustificabile»
«Il mancato allenamento sarà fatale alla ristorazione», tuona il presidente di GastroSuisse Casimir Platzer.
SVIZZERA/CINA
19 ore
Credit Suisse e UBS stanno spostando i loro banchieri da Hong Kong alla Cina
Si tratta di una strategia ben precisa che potrebbe nascondere una perdita di appeal del polo asiatico
SVIZZERA
19 ore
Aperture prudenti: UDC e PLR delusi, gli altri partiti no
Marco Chiesa parla di «affronto» verso i Cantoni e le commissioni parlamentari. Scelta «incomprensibile» per il PLR.
SVIZZERA
19 ore
Mezza Italia sulla lista nera di Berna
L'Ufsp ha aggiornato l'elenco dei Paesi e delle regioni per cui dal prossimo otto marzo varrà l'obbligo di quarantena.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile