screenshot Zermatt.ch
VALLESE
26.04.20 - 09:360

Un'ultima notte per dire un massiccio grazie a tutti

«La luce è speranza», per questo motivo il Cervino è stato illuminato, ogni notte, per un mese.

Il progetto si è concluso con la proiezione di "#grazie", rivolto a tutte le persone che hanno avuto un ruolo nell'affrontare la crisi

ZERMATT - Quale segno di speranza nella lotta al coronavirus, il Cervino è stata illuminato durante tutte le notti dell'ultimo mese. Sulla facciata della montagna più famosa della Svizzera sono stati proiettati messaggi di speranza e, in segno di solidarietà, bandiere delle più disparate località del mondo. Fra le quali anche quella ticinese.

Dopo un mese è arrivato il momento per i promotori dell'inizativa di dire grazie. E naturalmente lo hanno fatto a modo loro, nonostante la meteo non abbia permesso di ammirare lo spettacolo come in altre occasioni.

Un grazie trasmesso a tutte le persone che hanno avuto un ruolo decisivo nell'affrontare la crisi, dal personale medico e a quello ausiliario come i militari e la protezione civile. Un grazie alle persone che hanno assicurano la fornitura di cibo, acqua potabile, elettricità o comunicazioni. E un grazie alle persone che nelle loro funzioni hanno dovuto prendere decisioni difficili. «Per tutti voi, il Cervino oggi splende in segno di gratitudine», si legge sul sito internet dedicato al progetto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Senza tampone in aeroporto? Il rientro diventa un caos
Il caso di un manager che si è trovato bloccato in Germania: per prendere un volo per Zurigo ha sborsato 520 euro.
BASILEA CITTÀ
4 ore
Fiamme in una residenza assistita: grave un 86enne
Le cause dell'incendio sono al vaglio della polizia
FRIBURGO
8 ore
Ritorna l'obbligo di mascherina nelle scuole medie
Il provvedimento scatterà lunedì e sarà in vigore fino alle vacanze di Natale
SVIZZERA
12 ore
Swiss congela i voli per Hong Kong
La decisione è stata presa a causa delle rigide misure di quarantena previste per i membri dell'equipaggio
SVIZZERA
14 ore
Unia: «Si riduca l'orario di lavoro per tutti, referendum se aumenta l'età pensionabile»
Ecco cosa è emerso dall'assemblea dei delegati del sindacato, oggi a Berna
SVIZZERA
15 ore
«Misure tardive, andiamo verso una catastrofe»
L'infettivologo Andreas Widmer, presidente di Swissnoso: «Servono più restrizioni per i non vaccinati»
SVIZZERA
17 ore
«Senza una proposta della Svizzera, non ci sarà mai un piano B»
Un pacchetto bilaterale con l'Ue? Parla l'esperto Nicolas Levrat: «Berna sa che esistono alternative all'accordo quadro»
SVIZZERA
17 ore
«Diffondono il virus senza rendersene conto»
L'epidemiologa Susi Kriemler suggerisce la via dei test regolari per tracciare e contenere i contagi tra i giovanissimi
SVIZZERA
1 gior
«La gente rischia di perdere la fiducia»
Ospedali al limite, trasporto pubblico in difficoltà. I sociologi sono preoccupati per l'impatto sull'opinione pubblica
Ginevra
1 gior
Crivella di colpi l'amico, condannato a 16 anni
I fatti risalgono al 2016, quando un 42enne in seguito a un alterco aveva giustiziato un uomo in una sala da tè
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile