keystone
Un drive in organizzato a Marl, in Germania, il 7 aprile.
SVIZZERA
24.04.20 - 06:450

Il drive-in salverà i cinema svizzeri?

Alcuni operatori del settore stanno pensando a una conversione "all'americana". Ma ci sono degli ostacoli

Fonte 20Minuten/Reto Heimann
elaborata da Davide Illarietti
Giornalista

BERNA - I cinema svizzeri sono chiusi da settimane. Per uscire dall'angolo, molti imprenditori del settore stanno pensando di rispolverare un vecchio classico: il drive-in all'americana. 

Un azienda sangallese lanciarsi nell'avventura, aprendo un cinema drive-in a Uzwil (SG) a luglio. «Sono convinto che quest'estate ci sarà un boom di questo tipo di offerta» ha spiegato al portale Watson.ch il proprietario Pascal Nussbaum. «Al termine del lockdown la gente vorrà distrazioni». 

Nussbaum sta cercando un piazzale con 40 posti auto, per realizzare il suo progetto. Con il pieno supporto del Comune. E ha buone ragioni per essere ottimista, sembrerebbe. I cinema drive-in sono attualmente in forte espansione in Germania: 43 frequenze radio sono state assegnate allo scopo dalle autorità tedesche per le telecomunicazioni (gli spettatori dei drive-in moderni si connettono in genere tramite l'autoradio all'audio del film). 

Il problema in Svizzera è il divieto di assembramenti pubblici. Gli operatori attendono indicazioni dal Consiglio federale. Cédric Marthaler, che co-organizza il teatro drive-in di Thun non sa ancora se l'appuntamento annuale, previsto per l'11 giugno, potrà tenersi o no. «L'anno scorso abbiamo contato fino a ottanta auto nelle serate di punta» racconta. 

Gli organizzatori di eventi vorrebbero che fosse istituito uno sportello centrale, a cui rivolgersi per capire se un evento può svolgersi oppure no. E questo non interessa solo ai gestori di drive-in, o aspiranti tali.  Il Consiglio federale si occuperà dell'eventuale allentamento del divieto di eventi il ​​27 maggio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
56 min
Sequestrate diverse armi a due estremisti 19enni
La Polizia è intervenuta questo pomeriggio presso due abitazioni a Winterthur
SVIZZERA
2 ore
Soglia dei 1'000 abbattuta, ma c'è ancora incertezza per i concerti
Mentre lo sport sorride, gli organizzatori di show e festival non sono convinti
SVIZZERA
2 ore
Chiesti 15 e 13 anni di galera per i "genitori dell'orrore"
In aula, i due ex coniugi hanno respinto tutti gli addebiti, accusandosi a vicenda
URI
2 ore
Incidente di lusso sul Passo del San Gottardo: coinvolte una Bugatti e una Porsche
All'origine dell'impatto ci sarebbe stato un tentativo di sorpasso
SVIZZERA
5 ore
Anziani al supermercato, nonostante il virus
Sono tra le persone vulnerabili, ma temono meno la pandemia. È quanto emerge da uno studio del Politecnico di Zurigo
SVIZZERA
5 ore
Sport ed eventi, da ottobre anche più di 1'000 persone
Gli organizzatori dovranno però ricevere l'ok dai cantoni e disporre di severe misure di protezione.
SVIZZERA
5 ore
Anche i contanti fra le vittime del Covid
Dopo il lockdown, il 41% della popolazione ne fa un uso minore. Guadagna terreno l'e-banking
SVIZZERA / BIELORUSSIA
5 ore
Svizzero arrestato a Minsk, il DFAE segue il caso «con grande urgenza»
Il cittadino elvetico è finito in manette in seguito alle proteste esplose nella capitale a causa dei brogli elettorali.
SVIZZERA
6 ore
Prepariamoci a un deficit di 3,1 miliardi a causa del Covid-19
Le uscite straordinarie per la pandemia autorizzate dal Consiglio federale e dal Parlamento ammontano a 30,8 miliardi
SVIZZERA
7 ore
Nel 2019 sette morti per avvelenamento
Tox Info Suisse ha fornito 39'217 consulenze. Il 70% dei casi è dovuto a medicinali, prodotti per la casa e piante
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile