Immobili
Veicoli
Archivio Keystone
SVIZZERA
23.04.20 - 11:120

I media chiedono aiuto allo Stato

Lettori in cerca d'informazione, ma con la crisi si registra un notevole calo delle pubblicità

BERNA - Otto organizzazioni nazionali di giornalisti e media chiedono alle Camere federali misure urgenti per contrastare il calo d'introiti del settore dell'informazione, anch'esso duramente colpito dalla crisi del coronavirus, e per evitare il fallimento di molti media.

La maggior parte dei media sta registrando un aumento senza precedenti della domanda d'informazioni redazionali: lo si nota dai record fatti segnare dai "click" sulle notizie, dall'aumento degli abbonamenti online, dalle vendite di giornali nelle edicole e persino dalle donazioni dirette alle redazioni.

Tuttavia - sottolineano le otto organizzazioni in una nota congiunta diffusa oggi - la crisi del coronavirus ha portato a brusco un calo delle entrate pubblicitarie e molti media sono sull'orlo del fallimento. A loro avviso, «è nell'interesse pubblico che l'informazione giornalistica sia mantenuta per la popolazione, soprattutto in questa situazione straordinaria».

«Ci vuole un fondo» - Le organizzazioni chiedono quindi che durante la crisi i giornali e le riviste siano consegnati gratuitamente dalla Posta Svizzera e che la Confederazione finanzi gli abbonamenti dei media all'agenzia Keystone-ATS. Bisognerebbe poi istituire un fondo dotato di 100 milioni di franchi per aiutare i media a uscire dalla precarietà economica e per finanziare il giornalismo d'inchiesta.

Infine, la riserva del canone radiotelevisivo prevista per gli scostamenti di programmazione e stimata a 34,2 milioni per il 2020, dovrebbe essere utilizzata per sostenere in questa situazione difficile le emittenti radiofoniche e televisive prevalentemente private come pure la produzione audiovisiva.

Le proposte sono contenute in una lettera inviata ieri dalle otto organizzazioni alle Commissioni dei trasporti e delle telecomunicazioni del Parlamento. I firmatari sono: Impressum, Investigativ.ch, Media Forti, Médias d'Avenir, Médias pour tous, Association romande de la production audiovisuelle (Aropa), il sindacato svizzero dei mass media (SSM) e syndicom.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
41 min
I dati di migliaia di clienti Swiss Pass liberamente accessibili
A inizio gennaio è stata scoperta una falla di sicurezza nella piattaforma per la vendita dei biglietti
ZURIGO
1 ora
Da certificato Covid a documento per controllarti?
Alain Berset attende con ansia la fine del suo utilizzo, che potrebbe arrivare per marzo.
SVIZZERA
1 ora
In Svizzera la vaccinazione dei bambini stenta a decollare
La quota nazionale è del 5,2%. L'adesione più alta si registra a Basilea Campagna e Basilea Città
SVIZZERA
1 ora
L'esercito distribuisce mascherine scadenti?
Giacciono da mesi nei magazzini militari. E vengono vendute ai Cantoni a prezzo simbolico. È polemica
SVIZZERA
2 ore
Prova sirene alle porte, ecco quando non dovrete spaventarvi
Il test, essenziale per verificare il loro corretto funzionamento in caso di emergenza, avrà luogo mercoledì 2 febbraio.
SVIZZERA
4 ore
Aiuto ai media: si profila un classico Röstigraben
In Romandia le misure di sostegno statale sono viste meglio rispetto alla Svizzera tedesca
SVIZZERA / RUSSIA
13 ore
Il conflitto russo-ucraino, un rischio anche per la Svizzera
L'Europa (e anche il nostro paese) potrebbero restare senza il gas proveniente dalla Russia. Ecco gli scenari
SVIZZERA
14 ore
Liberi tutti già il mese prossimo?
Associazioni di categoria e alcuni politici chiederanno la revoca delle restrizioni in vigore già il prossimo mese.
SVIZZERA
1 gior
Boom di suicidi giovanili: «Abbiamo uno stato di emergenza»
Più 50%, rispetto al 2020, alla Clinica universitaria di psichiatria infantile e adolescenziale di Berna.
SVIZZERA
1 gior
Pierin Vincenz alla sbarra
Si aprirà martedì il processo all'ex Ceo di Raiffeisen
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile