Archivio Depositphotos
SVIZZERA
23.04.20 - 08:540

Beviamo quaranta bottiglie di vino a testa

Nel 2019 in Svizzera il consumo è aumentato. La tendenza è positiva per rossi e bianchi elvetici

BERNA - L'anno scorso i consumatori svizzeri hanno bevuto più vino rispetto al 2018. Il consumo totale si è aggirato attorno a 255 milioni di litri (+4,7 % rispetto al 2018), il che equivale a una quarantina di bottiglie da 0,75 litri pro capite.

I vini rossi e bianchi svizzeri segnano una tendenza positiva. L'aumento più marcato interessa il consumo di vino bianco indigeno che sale a circa 48 milioni di litri (+4,5 milioni). Stesso andamento per il consumo di rosso che è cresciuto dell'1,6 per cento, raggiungendo quota 44,3 milioni di litri. Anche il consumo di vino bianco estero è aumentato, tuttavia in maniera meno netta e si aggira attorno a 41 milioni di litri (+2.3 milioni; +5,9 %). Tendenza analoga per il consumo di vino rosso estero che ha fatto registrare una crescita di 3,9 milioni di litri attestandosi a 119,8 milioni di litri (+3,4 %).

Il consumo di spumante è cresciuto ancora, segnatamente del 3,3 per cento, attestandosi a circa 20 milioni di litri.

In seguito alle restrizioni imposte al settore HORECA a causa del Covid-19, nel 2020 si attende un calo del consumo di vino. Negli anni 2018 e 2019 i consumatori svizzeri hanno privilegiato il vino indigeno. La quota di mercato ha segnato una crescita soddisfacente, rispettivamente dell’1,6 per cento nel 2018 e dello 0,4 per cento nel 2019. L’aumento della quota di mercato è frutto dell'ottimo lavoro svolto dai vinificatori svizzeri e della conseguente eccellente qualità dei vini indigeni.

Secondo il Rapporto annuale dell'Osservatorio svizzero del mercato dei vini (OSMV), la quota di mercato del vino indigeno, in termini di volumi, dei principali otto commercianti al dettaglio della Svizzera ammonta al 27,5 per cento, registrando un aumento dell'1,1 per cento rispetto al 2018.

TOP NEWS Svizzera
SVITTO
2 ore
Auto nel pendio, un morto
Grave incidente ieri pomeriggio a Muotathal. Due feriti e un decesso
SVIZZERA
8 ore
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
FOTO
SVIZZERA
10 ore
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
11 ore
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SVIZZERA
12 ore
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
13 ore
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
14 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
17 ore
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
ZURIGO
1 gior
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
1 gior
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile