Keystone
Il centro di Laufenburg (AG) deserto.
ARGOVIA
21.04.20 - 18:050

Argovia vuole "tutto subito"

Il Cantone chiede al Consiglio federale di anticipare i tempi delle riaperture

AARAU - Il governo del Canton Argovia esige la riapertura di tutti i commerci da lunedì prossimo. In una lettera indirizzata al Consiglio federale, il calendario del deconfinamento viene definito ingiusto nei confronti dei negozi di piccola e media taglia.

L'esecutivo argoviese ha dato seguito a una domanda depositata venerdì dai partiti borghesi (UDC, PLR e PPD) e da organizzazioni economiche cantonali. Sostiene le loro rivendicazioni e auspica una riapertura di tutti i commerci a partire dal 27 aprile, contrariamente a quanto deciso dal Consiglio federale.

Nella lettera aperta, il Consiglio di Stato chiede a Berna di riconsiderare le decisioni prese. Valuta «incomprensibile» il fatto di aprire tutti i negozi solamente l'11 maggio, quando alle grandi catene di distribuzione verranno tolte diverse restrizioni già lunedì prossimo. Si tratta di una «distorsione della concorrenza» della durata di due settimane, si legge.

Il governo argoviese chiede quindi la riapertura di tutti i commerci in grado di rispettare le norme di protezione della salute. «Le misure di distanza fisica praticate con successo negli alimentari possono essere applicate senza problemi anche in altri settori», sottolinea Aarau.

La richiesta, a suo dire, è condivisa da «numerosi Cantoni e organizzazioni economiche». Un esempio in questo senso è San Gallo. Anche in questo caso il governo cantonale ha chiesto alla Confederazione di accelerare i tempi, sottolineando che «difficilmente» il calendario presentato dal Consiglio federale limiterà i danni per l'economia.

L'esecutivo argoviese chiede al Consiglio federale anche di pronunciarsi chiaramente, in occasione della prossima comunicazione ufficiale, sui settori della ristorazione e degli eventi, poiché per questi ambiti è indispensabile avere una prospettiva temporale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
55 min
Sequestrate diverse armi a due estremisti 19enni
La Polizia è intervenuta questo pomeriggio presso due abitazioni a Winterthur
SVIZZERA
2 ore
Soglia dei 1'000 abbattuta, ma c'è ancora incertezza per i concerti
Mentre lo sport sorride, gli organizzatori di show e festival non sono convinti
SVIZZERA
2 ore
Chiesti 15 e 13 anni di galera per i "genitori dell'orrore"
In aula, i due ex coniugi hanno respinto tutti gli addebiti, accusandosi a vicenda
URI
2 ore
Incidente di lusso sul Passo del San Gottardo: coinvolte una Bugatti e una Porsche
All'origine dell'impatto ci sarebbe stato un tentativo di sorpasso
SVIZZERA
5 ore
Anziani al supermercato, nonostante il virus
Sono tra le persone vulnerabili, ma temono meno la pandemia. È quanto emerge da uno studio del Politecnico di Zurigo
SVIZZERA
5 ore
Sport ed eventi, da ottobre anche più di 1'000 persone
Gli organizzatori dovranno però ricevere l'ok dai cantoni e disporre di severe misure di protezione.
SVIZZERA
5 ore
Anche i contanti fra le vittime del Covid
Dopo il lockdown, il 41% della popolazione ne fa un uso minore. Guadagna terreno l'e-banking
SVIZZERA / BIELORUSSIA
5 ore
Svizzero arrestato a Minsk, il DFAE segue il caso «con grande urgenza»
Il cittadino elvetico è finito in manette in seguito alle proteste esplose nella capitale a causa dei brogli elettorali.
SVIZZERA
6 ore
Prepariamoci a un deficit di 3,1 miliardi a causa del Covid-19
Le uscite straordinarie per la pandemia autorizzate dal Consiglio federale e dal Parlamento ammontano a 30,8 miliardi
SVIZZERA
7 ore
Nel 2019 sette morti per avvelenamento
Tox Info Suisse ha fornito 39'217 consulenze. Il 70% dei casi è dovuto a medicinali, prodotti per la casa e piante
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile