tipress (Archivio)
BERNA
21.04.20 - 15:050

Indennità per mancato guadagno: «Eliminare la soglia massima di reddito»

A chiederlo è la Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio degli Stati

BERNA - La soglia di 90 mila franchi annui di reddito per gli indipendenti fissata dal Consiglio federale per poter beneficiare delle indennità per perdita di guadagno andrebbe eliminata.

È quanto raccomanda la Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio degli Stati (CET-S), secondo cui intere categorie professionali rischiano di rimanere a bocca asciutta.

Pur dicendosi soddisfatta per la decisione del governo di estendere agli indipendenti (direttamente o indirettamente toccati dai provvedimenti di protezione) le misure di sostegno relative alla pandemia di coronavirus, il principio secondo cui avrebbero diritto alle indennità unicamente coloro che percepiscono un reddito annuo non superiore a 90 mila franchi comporta però un effetto soglia che andrebbe eliminato.

Una simile disposizione, sottolinea una nota odierna dei servizi parlamentari, esclude completamente dalla cerchia dei beneficiari categorie professionali come terapisti, medici o grafici che guadagnano di più e su cui grava il peso dell'intera famiglia.

La CET-S non esprime però in maniera generale una critica in merito alla determinazione di un importo massimo delle indennità di perdita di guadagno legate al coronavirus. In linea di massima crede inoltre opportuno che le indennità e le misure di sostegno in favore delle imprese possano trattare nel modo più equo possibile le diverse forme giuridiche che le caratterizzano. Con 7 voti contro 0 e 6 astensioni la Commissione domanda all'esecutivo di esaminare l'opportunità di rielaborare le misure già decise seguendo la direzione proposta dalla Commissione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
26 min
«Meglio Pfizer di Moderna per gli under 30»
Lo raccomandano l'UFSP e la Commissione federale per le vaccinazioni basandosi sulle dichiarazioni di miocardite.
SVIZZERA
45 min
«La situazione è già critica, Omicron potrebbe peggiorarla»
Gli esperti della Confederazione hanno fatto il punto sulla situazione epidemiologica nel nostro Paese e non solo.
LUCERNA
1 ora
Lo spauracchio Omicron fa saltare le Universiadi
La competizione avrebbe dovuto aver luogo tra l'11 e il 21 dicembre. A Lucerna erano attesi atleti da cinquanta Paesi.
SVIZZERA
1 ora
La seconda volta di un'ecologista alla guida del Nazionale
La 34enne argoviese Irène Kälin è la nuova presidente della Camera bassa.
SVIZZERA
2 ore
Oltre 19mila contagi e 35 morti nel weekend svizzero
Salgono i pazienti Covid ricoverati in cure intense, che occupano ora il 25,4% dei posti letto.
FOTO
ARGOVIA
3 ore
Bancomat fatto esplodere e colpevoli in fuga
Altro furto a uno sportello automatico. Questa volta in canton Argovia.
FOTO
SVIZZERA
4 ore
Una bufera di neve investe la Svizzera
Temperature al ribasso e tanti disagi alla circolazione soprattutto in Svizzera tedesca.
GRIGIONI
6 ore
Test ripetuti nei Grigioni: i laboratori non ce la fanno più
Le autorità cantonali corrono ai ripari adeguando la misura nelle scuole e nelle aziende
SVIZZERA
7 ore
«Ha vinto la maggioranza silenziosa»
Così la stampa elvetica ha commentato l'esito dell'attesa votazione del 28 novembre sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
8 ore
Gli svizzeri chiedono nuovi provvedimenti anti-Covid
Estensione dell'obbligo di mascherina e booster raccolgono più consensi, secondo un sondaggio rappresentativo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile