Immobili
Veicoli
Depositphotos (gyn9037)
Nel 2019 il consumo di energia elettrica è diminuito dello 0,8%.
SVIZZERA
17.04.20 - 07:360

Aumenta l'efficienza energetica: consumo di elettricità in calo

Si registra un'eccedenza nelle esportazioni

BERNA - Nel 2019 il consumo di energia elettrica in Svizzera è stato inferiore dello 0,8% rispetto a quello dell'anno precedente.

Nel 2019 il consumo nazionale complessivo è stato di 61,5 miliardi di chilowattora (kWh). Dedotte le perdite legate alla trasmissione e alla distribuzione, pari a 4,3 miliardi, il consumo elettrico effettivo è stato di 57,2 miliardi di kWh. La diminuzione, spiega l'Ufficio federale dell'energia (Ufe), è pari al consumo annuo di circa 89800 economie domestiche).

Le variazioni rispetto al 2018 sono state pari a -1,6% nel primo trimestre, a +2,0% nel secondo trimestre, a -1,3% nel terzo trimestre e a -1,8% nel quarto trimestre 2019.

Nonostante fattori determinanti quali lo sviluppo economico (aumento del Pil dello 0,9%), l'evoluzione demografica (aumento della popolazione dello 0,7%) nonché le condizioni meteorologiche siano all’origine di una crescita, nel 2019 il consumo elettrico in Svizzera ha registrato una leggera flessione, soprattutto grazie all'aumento dell'efficienza energetica.

La produzione nazionale - Gli impianti idroelettrici (centrali ad acqua fluente e centrali ad accumulazione) hanno prodotto l’8,4% di energia elettrica in più rispetto al 2018 (centrali ad acqua fluente +4,7%, centrali ad accumulazione +11,4%). Nell’estate 2019 la produzione delle centrali idroelettriche è aumentata dell’8,2% rispetto all’anno precedente (centrali ad acqua fluente +1,5%, centrali ad accumulazione +14,9%), nei due trimestri invernali la produzione è aumentata dell’8,6% (centrali ad acqua fluente +10,5%, centrali ad accumulazione +7,4%).

La produzione di energia elettrica delle centrali nucleari svizzere è aumentata del 3,5%, attestandosi a 25,3 miliardi kWh (nel 2018 erano 24,4 miliardi). «Ciò è da ricondurre principalmente alla maggiore disponibilità della centrale nucleare di Leibstadt», spiega l'Ufe. Nel 2019 la disponibilità delle centrali nucleari svizzere era dell’86,9% (2018: 83,9%). Il 20 dicembre 2019, dopo 47 anni di esercizio, la centrale nucleare di Mühleberg è stata disattivata.

Le centrali idroelettriche hanno contribuito nella misura del 56,4% alla produzione totale di energia elettrica (di cui centrali ad acqua fluente 24,6%, centrali ad accumulazione 31,8%), le centrali nucleari nella misura del 35,2% e le centrali termiche convenzionali e rinnovabili nella misura dell'8,4%.

Eccedenze delle esportazioni nel 2019 - Nel 2019 sono state effettuate importazioni fisiche per 29,5 miliardi kWh ed esportazioni fisiche per 35,8 miliardi, con un saldo positivo delle esportazioni di 6,3 miliardi. Nel primo e nel quarto trimestre (mesi invernali), il saldo delle importazioni dall’estero è stato di 1,4 miliardi, contro i 5,1 miliardi di kWh del 2018. Nel secondo e nel terzo trimestre la Svizzera ha invece esportato, a saldo, 7,7 miliardi kWh, uno in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente

Stando ai dati pubblicati dall'Amministrazione federale delle dogane (AFD), i proventi delle esportazioni di energia elettrica si sono attestati a 1786 milioni di franchi (4,90 ct./kWh). Per le importazioni, gli esborsi sono stati pari a 1385 milioni di franchi (4,57 ct. / kWh). Nel 2019 la bilancia commerciale con l'estero ha quindi registrato un bilancio positivo, pari a 401 milioni di franchi (nel 2018 il saldo positivo era stato di 279 milioni di franchi).

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
37 min
Trapianti, “no” al consenso presunto per la donazione di organi
Un comitato referendario ha depositato oggi oltre 64'000 firme. Si voterà il prossimo 15 maggio
SVIZZERA
1 ora
Lex Netflix: «Il referendum è una pugnalata alla cultura svizzera»
Si voterà il 15 maggio 2022. I referendisti: «Questa legge calpesta il consumatore»
SVIZZERA
2 ore
In aumento i contagi, ma ricoveri e decessi sono in calo
È quanto emerge dal confronto settimanale dell'Ufficio federale della sanità pubblica
SVIZZERA
3 ore
In Svizzera quasi 40mila casi in un giorno
Continua a salire il numero dei contagi. Il bollettino dell'UFSP
GRIGIONI
4 ore
«Solo la variante Delta nelle terapie intensive grigionesi»
Il medico cantonale ha fatto il punto della situazione: «C'è una certa stabilizzazione dei contagi, ma ad alto livello».
GINEVRA
7 ore
Croce Rossa nel mirino degli hacker
Nell'ambito di un vasto cyberattacco sono stati rubati i dati di 515'000 persone
SVIZZERA
8 ore
Persone LGBTQI mobbizzate sul lavoro: «Un problema anche qui»
La questione è poco esplorata in Svizzera. Roman Heggli di Pink Cross: «Servono linee guida precise per le aziende»
SVIZZERA
9 ore
Il numero dei trapianti è tornato a quello pre-pandemia
Malgrado lo stress Covid il numero di donatori è aumentato, ma per chi aspetta un organo la situazione resta tesa
SVIZZERA
11 ore
L'acqua di rubinetto che diventa “termale” (e poco ecologica)
Un'inchiesta di Saldo fa luce sui consumi delle strutture wellness per scaldare l'acqua delle piscine
ZURIGO
18 ore
Fuga dalla pandemia, Tina Turner compra un "villaggio"
Una tenuta con dieci edifici e una villa sul lago di Zurigo. La star si è regalata un buen retiro da 70 milioni
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile