Un vaccino non prima di dieci mesi
Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
14.04.20 - 09:510
Aggiornamento : 11:10

Un vaccino non prima di dieci mesi

Secondo il presidente del cda di Swiss Re ne beneficeranno prima i gruppi a rischio, poi il personale medico

BERNA - Swiss Re conta su un vaccino contro il coronavirus non prima di febbraio 2021. Lo ha detto il presidente del consiglio di amministrazione, Walter Kielholz, alle testate del gruppo CH-Media di oggi.

«Il mondo tornerà alla normalità solo quando ci sarà un vaccino contro il Covid-19», ha sottolineato il manager di 69 anni. «Prima di allora, ci saranno probabilmente farmaci efficaci per combattere i sintomi. Ma il punto decisivo, la "partita finale" è il vaccino, che sarà utilizzato prima nei gruppi a rischio, poi nel personale medico e infine in quante più persone possibile», ha detto Kielholz.

La politica - Il vaccino deve essere prima testato ampiamente in modo che non si verifichino «pasticci» e che la popolazione abbia fiducia e si lasci vaccinare. Tuttavia, fino a quando non sarà disponibile, per Kielholz serve semplificare. «La destra dice che dovremmo chiudere i confini per sempre, ma ignora il fatto di essere curata da stranieri negli ospedali. I Verdi sono contenti che non ci siano più voli. E per la sinistra il colpevole è comunque già chiaro: il capitalismo, che ha fallito».

Riaprire i negozi - Inoltre, il manager critica il fatto che al momento gli esperti del settore medico si mettano così in mostra. «Le loro conoscenze sono molto richieste, ma sempre più spesso sorge la domanda: chi governa effettivamente il Paese?», ha detto Kielholz. Ritiene che si stia avviando un contro-movimento e che la politica voglia tornare a decidere da sola sugli sviluppi nel Paese. L'allentamento delle misure? «Non capisco perché le gioiellerie o i negozi di mobili, per esempio, debbano rimanere chiusi. Potrebbero riprendere l'attività se le norme igieniche fossero rispettate. Questo vale anche per altri negozi, come quelli di abbigliamento», ha detto Kielholz.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
«Se la consegna avviene in ritardo, ci tagliano lo stipendio»
Il delivery va forte, soprattutto con la pandemia. Ma un corriere Smood vuota il sacco: «Pessime condizioni di lavoro»
SVIZZERA / FRANCIA
6 ore
Omicidio di una prostituta a Sullens, condanna aumentata a 30 anni
Il killer è un ex lavoratore frontaliere francese
SVIZZERA
8 ore
Certificati internazionali per i vaccinati, il plauso di HotellerieSuisse
L'associazione chiede che si prosegua con la politica dei test gratuiti
SVIZZERA
9 ore
Un documento falso per aggirare l'obbligo di certificato Covid
Al momento su Telegram c'è un florido mercato di attestati falsi. Ma chi viene scoperto, è punibile
SVIZZERA
9 ore
In piazza per la giustizia climatica anche in Svizzera
Migliaia di giovani hanno partecipato alle manifestazioni di Fridays For Future
ZUGO
11 ore
Rifiuti in fiamme a causa delle batterie ricaricabili
L'incendio si è verificato a bordo di un camion della spazzatura a Zugo
SVIZZERA
13 ore
Vaccinazione: 10 milioni di dosi, 7'571 casi con effetti collaterali
Swissmedic ribadisce che le notifiche sinora analizzate non incidono sul profilo rischi-benefici positivo dei preparati
SVIZZERA
13 ore
Test Covid: esito negativo per molti
Chi chiedeva tamponi gratuiti per tutti è rimasto deluso, ma anche chi li voleva a pagamento non è soddisfatto.
SVIZZERA
14 ore
Paesi a rischio, anche Albania e Serbia sulla lista nera
Dentro anche Armenia, Azerbaigian, Brunei e Giappone. Fuori invece l'Uruguay.
SVIZZERA
15 ore
Test gratuiti solo per chi attende la seconda dose
Questa è la proposta emersa dall'odierna seduta di Consiglio federale che verrà ora messa in consultazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile