Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
12.04.20 - 09:370
Aggiornamento : 13:56

«Né troppo né poco prudenti, ma realisti»

La presidente della Confederazione commenta le misure del Consiglio federale. E guardando al futuro, bisogna proteggersi

BERNA - L'allentamento delle misure di isolamento attuate per limitare la diffusione del coronavirus deve essere accompagnato da un piano di protezione. Lo afferma Simonetta Sommaruga, parlando alla stampa domenicale. La premessa è che non deve esserci un ulteriore aumento dei casi di infezione.

Una delle misure di protezione su cui sarà necessario riflettere è l'uso delle mascherine, secondo la presidente della Confederazione. Che in un'intervista al SonntagsBlick pone anche la questione di quanti test debbano essere effettuati.

Niente blocco totale - Sommaruga esclude invece in modo categorico l'ipotesi di isolare completamente i gruppi a rischio, come proposto da taluni ambienti economici. «Si tratta di un numero molto elevato di persone». Prima di tutto, c'è la popolazione di età superiore ai 65 anni. Poi ci sono le persone che già soffrono di una malattia come il cancro, il diabete o l'ipertensione arteriosa. «Non si può impedire a tutte queste categorie di accedere al mondo esterno».

«Misure realistiche» - La presidente della Confederazione non sa dire se l'apice delle infezioni sia stato raggiunto. E aggiunge che il Consiglio federale «non è stato né troppo prudente né imprudente nelle misure adottate, ma realista».

Aiuti economici - Per superare la crisi, il governo si fa garante di «somme storicamente elevate», per far sì che i salari possano continuare a essere pagati e che la liquidità sia disponibile, ha detto. «Ma i tempi sono ancora duri. E se l'economia crolla all'estero, la Svizzera ne risentirà». In questo contesto, «Berna ha agito rapidamente. Quasi nessun altro governo è stato così veloce». Lo stesso vale per i Cantoni.

Tuttavia, «il paese avrà bisogno di impulsi per rilanciare l'economia». A questo proposito Sommaruga promette ad esempio investimenti per miliardi di franchi nella manutenzione delle ferrovie. «Vogliamo anche promuovere le energie rinnovabili e la ristrutturazione degli edifici, che garantiranno ordini e posti di lavoro».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
4 ore
«Non posso lasciare morire mio figlio»
Danyar ha una rara malattia ereditaria. I medici gli hanno dato tre anni di vita. Ma c'è una possibilità di salvezza.
SVIZZERA
5 ore
La "puntura svizzera" ci guarirà dal Covid?
Il trattamento made in Switzerland finanziato da Novartis: al via la fase di test clinici
VALLESE
9 ore
Incidente aereo: «È stato impressionante»
Tragedia sfiorata oggi pomeriggio in Vallese. E le foto sono a dir poco suggestive
SVIZZERA
10 ore
Il virus rende difficili le vacanze invernali
Il settore turistico elvetico è confrontata con un calo delle prenotazioni: -19% a Natale e -18% a febbraio
SVIZZERA / MONDO
11 ore
Ne uccide di più la sigaretta che il virus
Lo rivela la Lega Polmonare Ticinese nel mese della prevenzione e della promozione della salute polmonare.
ZURIGO
11 ore
Incriminato per un delitto di 23 anni fa
Già in prigione per una brutale rapina, l'uomo dovrà rispondere dell'uccisione di una 87enne a Küsnacht.
FRIBURGO
12 ore
«I residenti sono sempre più depressi e si lasciano morire»
Il grido d'allarme è stato lanciato dalle EMS del canton Friburgo.
ZURIGO
12 ore
A incendiare la chiesa è stato un 15enne
Il minore è stato arrestato. Danni per decine di migliaia di franchi
SVIZZERA
12 ore
Berset ricattato, inchiesta sull'Mpc
L'autorità di vigilanza vuole capire se la Procura federale ha agito correttamente
SVIZZERA
14 ore
Il Covid-19 rallenta pure l'HIV
Con la chiusura di club e bar, ad esempio, le persone hanno avuto meno possibilità di incontrarsi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile