Archivio Keystone
SVIZZERA
29.03.20 - 22:000
Aggiornamento : 30.03.20 - 07:57

«Chi ha questi anticorpi, potrebbe tornare al lavoro»

Diversi paesi (tra cui la Svizzera) intendono scoprire chi ha superato la malattia senza saperlo

Per questo motivo si pensa a una serie di test a tappeto

BERNA - Ci sono malati Covid-19 che presentano sintomi, anche gravi. Altri che invece contraggono il virus, ma non se ne rendono nemmeno conto. Per questo motivo paesi come l'Austria, la Germania e la Gran Bretagna stanno pianificando l'utilizzo a tappeto di test per l'identificazione degli anticorpi. E in questa direzione sta andando anche la Svizzera.

Una scelta che per molti potrebbe rappresentare una speranza. In quanto - questa è l'idea di fondo - le persone positive agli anticorpi del nuovo coronavirus potrebbero verosimilmente riprendere a intrattenere dei contatti sociali e tornare al lavoro. E nell'assistenza di pazienti Covid-19, non dovrebbero temere un contagio.

In Svizzera i primi test potrebbero essere effettuati già nel corso della prossima settimana, come ha detto sabato Daniel Koch dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Secondo il Tages Anzeiger, dei kit per l'esecuzione delle analisi in questione starebbero arrivando nei laboratori elvetici.

Si tratta d'individuare le immunoglobuline G e A. «Chi presenta questi due anticorpi, molto probabilmente è immune e potrebbe tornare a condurre una vita normale» spiega Beda M. Stadler, emerito d'immunologia all'Università di Berna.

Non è chiaro quanti test saranno disponibili. Ma sempre secondo il quotidiano zurighese, si intenderebbe fare capo a più fornitori che potrebbero fornire anche diverse migliaia di test alla settimana.

E si tratta anche di un passo importante per la ricerca, in quanto con questo strumento sarebbe possibile fare una stima delle persone che hanno contratto il virus senza presentare sintomi. In questo modo sarebbe anche possibile calcolare con maggior precisione il tasso di mortalità.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
44 min
«Se loro sbagliano, la gente perde fiducia»
Knill: «In una pandemia, questo è particolarmente pericoloso perché può avere un impatto diretto sui contagi»
SVIZZERA
4 ore
Swiss parla il Ceo: «La ripresa è più dura del previsto»
Il 2020 per la compagnia elvetica «sarà una grande sfida», per ora le prenotazioni sono il 20% del normale
LIBANO / SVIZZERA
5 ore
«Sembra che da qui sia passata la guerra»
La 26enne svizzera Souraya Khaled vive vicino al porto di Beirut. Ecco come ha vissuto l'esplosione.
SVIZZERA
5 ore
Mancano macchinisti, le FFS sopprimono alcuni treni
La crisi del coronavirus ha ulteriormente messo in difficoltà le Ferrovie federali.
SVIZZERA
7 ore
«Il virus sta aumentando». Spagna nella lista nera. A rischio le donne incinte
Dalla decisione sono al momento escluse le Isole Baleari e le Isole Canarie
SVIZZERA
8 ore
Chi torna dalla Spagna dovrà mettersi in quarantena
Chiunque rientrerà dal Paese iberico dovrà annunciarsi alle autorità cantonali.
SVIZZERA
8 ore
Altri 181 casi e un ricovero, ma nessun decesso
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 35'927. I decessi sono 1'706.
SVIZZERA
9 ore
«Molti hanno problemi respiratori anche dopo essere stati dimessi»
L'ospedale di Friburgo ha analizzato i dati dei pazienti ospedalizzati con un'infezione da Sars-CoV2 tra marzo e aprile.
SVIZZERA
10 ore
Migliorano le stime del PIL svizzero
Il KOF prevede ora una flessione leggermente meno marcata di quanto precedentemente ipotizzato.
SVIZZERA
10 ore
«La crisi ha mostrato l'importanza della libera circolazione»
Per l'Usam un sì all'iniziativa "per un'immigrazione moderata" affosserebbe le PMI elvetiche.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile