Keystone (archivio)
SVIZZERA
20.03.20 - 13:570

I contadini temono per la mancanza di manodopera

Particolarmente a rischio sarebbe la raccolta di alcuni prodotti stagionali come le fragole e gli asparagi

Molti dei braccianti arrivano infatti da fuori.

BERNA - I contadini svizzeri temono di non avere abbastanza aiuto per il raccolto di quest'anno a causa della crisi del coronavirus. Particolarmente colpiti dalla carenza di manodopera sarebbero i prodotti stagionali, come gli asparagi e le fragole.

Nel settore agricolo europeo sono impiegate moltissime persone, numerose delle quali provengono dai Paesi dell'est. Secondo il Landwirtschaftliche Informationsdienst (LID), il servizio d'informazione agricola, questa forza lavoro potrebbe venire a mancare, a causa della temporanea chiusura delle frontiere.

Situazione poco rosea anche per il settore vinicolo, che fa le spese della chiusura di ristoranti e bar, ha indicato Robin Haug, direttore dell'associazione di settore svizzero tedesca "Deutschschweizer Wein", citato dal LID. Il tempo ridotto - ha aggiunto Haug - è di scarso aiuto ai produttori, perché il lavoro nelle vigne e nelle cantine deve essere comunque fatto.

Le cose stanno invece andando bene, per il momento, per la vendita diretta in fattoria: sembra che i clienti preferiscano questi piccoli negozietti o banchetti self-service ai supermercati, e questo per mantenere basso il rischio di contagio, si legge nella nota del LID, che riporta la testimonianza di una contadina. Questo aumento della richiesta è benvenuto, dato che gli agricoltori si trovano a dover fare i conti con i mancati introiti dovuti alla chiusura dei ristoranti e al divieto per i mercati settimanali.

In Svizzera romanda il sindacato contadino Uniterre e altre organizzazioni si sono dichiarati "costernati" per la decisione del Consiglio federale di chiudere tutti i mercati. Si sarebbe potuto pensare a misure speciali e a riorganizzare il sistema di vendita: questa chiusura rappresenta una discriminazione rispetto agli altri negozi di alimentari.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
52 min
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
SVIZZERA
2 ore
Vaccino dai cinque anni in su: «Siamo in ritardo»
In Svizzera, contrariamente all'UE, i bambini sotto i 12 anni non possono ancora vaccinarsi.
SVITTO
11 ore
Auto nel pendio, un morto
Grave incidente ieri pomeriggio a Muotathal. Due feriti e un decesso
SVIZZERA
17 ore
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
FOTO
SVIZZERA
19 ore
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
20 ore
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SVIZZERA
21 ore
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
22 ore
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
23 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
1 gior
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile