Esercito svizzero
SVIZZERA
17.03.20 - 11:560

L'esercito mobilita le truppe sanitarie e della logistica

Prima entreranno in servizio le formazioni in prontezza elevata

Il loro compito sarà d'appoggio alla sanità pubblica, fornendo prestazioni quali la cura e la sorveglianza dei pazienti, i trasporti sanitari o la logistica ospedaliera

BERNA - In questi giorni l'esercito svizzero richiamerà in servizio militari delle truppe sanitarie e della logistica per il servizio d'appoggio. Lo annuncia la Confederazione sul sito e sull'app Alertswiss. Finora sono sei i cantoni ad aver chiesto l'intervento di supporto.

Le prime a entrare in servizio saranno le formazioni in prontezza elevata. Il loro compito sarà sgravare la sanità pubblica sul piano del personale e appoggiarla con prestazioni logistiche.

Le chiamate in servizio per la mobilitazione verranno comunicate mediante allarme elettronico, si legge sul sito di Alertswiss. Chi riceve un messaggio di questo genere deve inviare una conferma ed entrare in servizio secondo le direttive impartite.

Per venire in aiuto alle autorità cantonali alle prese con l'epidemia di coronavirus, ieri il Consiglio federale aveva innalzato il servizio d'appoggio dell'esercito da 800 a 8000 militari.

L'esercito dovrà in primo luogo servire d'appoggio alla sanità pubblica, fornendo prestazioni quali la cura e la sorveglianza dei pazienti, i trasporti sanitari o la logistica ospedaliera (p. es. disinfezione dei letti, cucina, lavanderia, pulizia).

Ciò concerne quattro battaglioni d'ospedale e cinque compagnie sanitarie. Il primo cantone ad aver ottenuto sostegno la settimana scorsa è stato il Ticino, con due ambulanze militari, compresi il personale. Ieri si è aggiunto un battaglione entrato in servizio nella Svizzera centrale.

Stamattina intanto anche Neuchâtel ha richiesto l'intervento dell'esercito in appoggio al suo servizio sanitario. È il sesto cantone dopo Ticino, Grigioni, Basilea Campagna, Basilea Città e Turgovia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ARGOVIA
55 min
Strage di Rupperswil, poliziotto nei guai
Un agente condannato per avere trasmesso informazioni confidenziali ai famigliari delle vittime
SVIZZERA
1 ora
Covid, 105 contagi in Svizzera
Positivi al test in frenata domenica. Nessun decesso. I numeri dell'Ufficio federale della salute pubblica
BASILEA
2 ore
Parla l'anziana che ha ucciso Ilias: «Ero disperata»
In aula anche i genitori del bambino. La donna: «Mi pento ogni giorno di quello che ho fatto»
SVIZZERA
2 ore
Gli insegnanti chiedono garanzie
I docenti svizzero-tedeschi e romandi lanciano un appello alle autorità
SVIZZERA
2 ore
«Nessuna ondata di licenziamenti»
Il dirigente della Seco Boris Zürcher è ottimista. «Molte aziende hanno superato bene la crisi»
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Misure efficaci: non c'è stata "l'ondata" di fallimenti
Le cifre del KOF indicano un calo del 21% rispetto allo stesso periodo del 2019. In Ticino i casi si sono dimezzati
SVIZZERA / REGNO UNITO
3 ore
Le grandi aziende svizzere hanno perso 15 miliardi di capitalizzazione
Nel confronto internazionale, però, le aziende rossocrociate se la cavano abbastanza bene
SVIZZERA
4 ore
«Non isoliamo gli anziani a causa del coronavirus»
Un divieto di visita «non è accettabile», secondo il presidente della Società professionale svizzera di geriatria
SVIZZERA
4 ore
Il virus resta nei pensieri di Koch: «Ora temo l'inverno»
Per Daniel Koch le persone si faranno testare meno pensando a una semplice influenza stagionale.
BERNA
4 ore
Un flash mob alla settimana contro la mascherina
L'invito a una protesta sui tram di Berna sta girando sui social. La polizia sta in guardia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile