Archivio Keystone
SVIZZERA
15.03.20 - 13:420

La galleria di base del Lötschberg riaperta... a metà

Uno dei due tunnel è nuovamente percorribile. Per risolvere il problema delle infiltrazioni servono 3,5 milioni

BERNA - Uno dei due tunnel della galleria ferroviaria di base del Lötschberg (BE/VS), chiusa da ieri mattina per un nuovo episodio d'infiltrazione di acqua, ha potuto essere riaperto a mezzogiorno. Il traffico ferroviario continua però a subire disagi.

I soli treni a circolare attraverso la galleria sono gli Intercity 8, ossia i convogli a lunga distanza Romanshorn (TG)-Briga (VS), che transiteranno nella zona danneggiata a velocità ridotta, ha precisato Stefan Dauner, portavoce della compagnia di trasporti BLS, contattato da Keystone-ATS.

I treni Eurocity continueranno invece a essere deviati sulla linea di montagna via Kandersteg (BE)-Goppenstein (VS) e gli Intercity 61 Basilea-Briga saranno cancellati tra Spiez (BE) e Briga: i passeggeri dovranno dunque cambiare treno.

Secondo Dauner, la seconda canna del tunnel rimarrà chiusa ancora per diversi giorni. L'infiltrazione di acqua ha infatti portato più fango nel tunnel rispetto all'episodio del 6 febbraio.

Per risolvere a lungo termine il problema delle infiltrazioni d'acqua, sono necessari più soldi di quanto si pensasse: BLS ora prevede costi per 3,5 milioni di franchi.

L'acqua è penetrata nella galleria a circa 2,5 chilometri dal portale sud, a Raron (VS). Geologicamente, il sito si trova in uno strato di calcare con sistemi carsici. Tali strati tendono a trasportare più acqua rispetto, ad esempio, a granito e gneiss, aveva indicato in febbraio BLS.

L'infiltrazione d'acqua del 6 febbraio aveva provocato la chiusura totale della galleria. Il giorno successivo era stata riaperta, ma il traffico ha potuto circolare su un solo binario per diversi giorni. L'acqua finita nel tunnel, che si è mescolata a fango, aveva raggiunto fino a 30 centimetri d'altezza.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Università: Svizzera roccaforte per le scuole alberghiere
Nella top 10 del settore ricettività e tempo libero ben sette istituti sono svizzeri.
FOTO
ZURIGO
6 ore
«Il fumo si vede da chilometri di distanza»
Un gigantesco incendio è divampato questo pomeriggio in un'area aziendale di Hinwil.
SVIZZERA
6 ore
Riuscito il referendum contro la legge Covid-19 (più altri due)
Oltre 90'000 delle firme raccolte dal comitato sono state validate dalla Cancelleria federale.
SVIZZERA
8 ore
Riaperture: Maurer più prudente di quanto si pensasse?
Secondo il Tages-Anzeiger, il ministro UDC voleva mantenere la chiusura dei ristoranti fino al prossimo 19 aprile
BERNA
8 ore
Un minuto di silenzio per le vittime del Covid
Questo venerdì si rivolgerà loro un pensiero a un anno esatto dal primo decesso legato al virus.
SVIZZERA
9 ore
In Svizzera altri sette decessi legati al Covid
Nelle ultime ventiquattro ore sono stati registrati 1'223 nuovi contagi
SVIZZERA
10 ore
Joël Dicker si mette in proprio
Lo scrittore ginevrino lascia dopo dieci anni la storica casa editrice "Éditions de Fallois" per crearne una sua.
GRIGIONI
12 ore
In casa anziani torna la vita
Allentate le regole concernenti le visite, revocate per gli ospiti vaccinati
BERNA
14 ore
Covid: il Nazionale chiede allentamenti immediati
La Camera del popolo ha adottato una dichiarazione che invoca più test e vaccinazioni e meno restrizioni.
SVIZZERA
15 ore
Una recluta su tre ha mancato il test d'entrata
Circa 5'000 giovani hanno trascorso le prime tre settimane di scuola reclute in homeworking.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile