Archivio Keystone
SVIZZERA
03.03.20 - 12:160

L'export di materiale bellico arriva a 728 milioni di franchi

Si parla di un incremento del 43% rispetto all'anno precedente

Le critiche del Gruppo per una Svizzera senza esercito: «Bisogna esportare la pace e non la guerra»

BERNA - Ben 728 milioni di franchi. A tanto ammonta il valore delle esportazioni di materiale bellico da parte delle imprese svizzere nel 2019. Materiale che ha raggiunto 71 paesi. Si parla di una progressione di 218 milioni di franchi rispetto all'anno precedente. E il Gruppo per una Svizzera senza esercito (GSsE) accusa la Confederazione di «alimentare» le guerre.

L'incremento dell'export di materiale bellico è stato del 43%, quello totale dei beni della Svizzera è salito del 3%, ha indicato oggi in una conferenza stampa a Berna la Segreteria di Stato dell'economia (Seco). Le esportazioni di materiale bellico, senza considerare l'inflazione, hanno raggiunto l'anno scorso il secondo valore più elevato dal 1983. Il primo era stato quello registrato nel 2011 con 872,7 milioni di franchi.

Il forte incremento di tali esportazioni nel 2019 è da attribuire in particolare alle maggiori transazioni con la Danimarca, la Romania e il Bangladesh, ha comunicato oggi la Segreteria di Stato dell'economia (Seco).

Sono stati consegnati blindati alla Danimarca per un valore di 150 milioni di franchi e alla Romania per 111 milioni, ma anche munizioni e loro componenti alla Germania (68 milioni di franchi) e sistemi di difesa antiaerea al Bangladesh (55 milioni di franchi).

Le critiche - In un comunicato odierno il Gruppo per una Svizzera senza esercito (GSsE) critica le cifre record relative alle esportazioni di armi della Svizzera. Mentre l'industria degli armamenti e la sua lobby a Berna si lamentavano del fatto che l'industria elvetica degli armamenti fosse presumibilmente servile, gli ultimi dati della Seco mostrano un quadro completamente diverso, viene indicato.

Questa politica di vendita di armi non è nello spirito della promozione internazionale della pace, scrive il GSsE. «La Svizzera (...) deve esportare la pace e non la guerra» dichiara la segretaria dell'organizzazione Nadia Kuhn, citata nel comunicato.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
7 ore
La pandemia attira più milionari
In Svizzera la densità di milionari è più alta che altrove e l'M-Club cresce sempre di più.
FOTO
SVIZZERA
9 ore
Greta Thunberg condivide un video sul maltempo in Svizzera
Dopo i temporali delle ultime settimane, Wolhusen ha attirato l’attenzione fuori dai confini confederati.
SVIZZERA
10 ore
«Test obbligatori per i sanitari non vaccinati»
Li raccomanda la Confederazione. La palla passa ai Cantoni
ZURIGO
11 ore
Spunta un cadavere nella Limmat
Potrebbe trattarsi del corpo del canoista affondato venerdì
SVIZZERA
13 ore
«Illusorio l’abbandono di tutte le restrizioni»
Il tasso di vaccinazione è troppo basso, e probabilmente non raggiungerà l'85% auspicato dalla Taskforce scientifica.
GRIGIONI
14 ore
Incidente sul Maloja: un morto e quattro feriti
Il triste bilancio è il risultato di uno scontro frontale avvenuto ieri sera. La vittima è un 61enne lombardo.
SVIZZERA
15 ore
Quando per il certificato Covid serve un test, anche se si è vaccinati
Solo i vaccini omologati in Svizzera - quindi Moderna, Pfizer e Johnson&Johnson - permettono di ottenere il documento.
SVIZZERA
15 ore
In Svizzera altri 771 contagi e 3 decessi
Salgono a 17 i ricoverati. Il bollettino odierno dell'UFSP
FRIBURGO
16 ore
Licenziato il secondino "dormiglione"
Pizzicato dal direttore con cuscini e coperte, che nascondeva in un buco dietro a un armadio
SVIZZERA
16 ore
Ha fatto cadere dei nidi di corvo: condannato
Il Tribunale federale ha respinto il ricorso di un 61enne bernese poco attento agli animali
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile