Immobili
Veicoli
Archivio Keystone
GRIGIONI
02.03.20 - 12:260

«La Surselva turistica ha bisogno della stazione nel tunnel di base»

Il progetto torna sul tavolo del Consiglio federale a seguito di una richiesta sottoscritta da 90 parlamentari cantonali

COIRA - La Porta Alpina va rilanciata. Si tratta della stazione sotterranea nella galleria ferroviaria di base del San Gottardo collegata con un ascensore a Sedrun. Un progetto - su cui insiste una proposta sottoscritta da novanta dei centoventi parlamentari cantonali grigionesi - che potrebbe dare nuovo impulso alla regione turistica rurale della Surselva e a gran parte dell'area del San Gottardo.

Oggi il governo retico ha comunque sottolineato che le FFS continuano a essere critiche nei confronti della Porta Alpina. Tuttavia, ha annunciato che presenterà al Consiglio federale un progetto per migliorare i collegamenti tra la Surselva e le regioni circostanti. Questo dovrebbe aiutare l'idea di Porta Alpina.

I Grigioni dovrebbero essere inclusi nella prossima fase del programma di sviluppo strategico per le infrastrutture ferroviarie, secondo l'esecutivo cantonale. La valutazione e la definizione delle priorità dei progetti ferroviari è di esclusiva competenza del governo federale, ricorda il Consiglio di Stato.

Il progetto di Porta Alpina con l'accesso alla galleria di base del San Gottardo, ha sempre suscitato grande interesse. Non è però stato realizzato completamente per motivi tecnici, operativi e finanziari. Il Consiglio federale aveva deciso di sospenderlo nel maggio 2007 e nel 2012 decise di rinunciare definitivamente alla costruzione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
LAMIA 1 anno fa su tio
Col cavolo! I Grigionesi fanno la parte del parente povero, incassano più di ogni altro cantone dalla perequazione finanziaria, sono il cantone che ha dato i natali alla grande statista che ha rovinato la Svizzera Frau Schlumf e adesso pretendono che il treno si fermi per l ennesimo loro interesse? Perché prima non facciamo la finestra di Bedretto?
GI 1 anno fa su tio
Veramente un peccato perdere una tale opportunità ! Giusto non mollare !!
SosPettOso 1 anno fa su tio
Si potrebbe ipotizzare che i treni passeggeri entrino in galleria a velocità massima "recuperando" sul merci che si trova di fronte a loro, si fermino e ripartano nuovamente "in recupero", ma al primo anziano e/o disabile che non sale/scende a tempo di record salterebbe tutta la programmazione... Si sarebbe dovuto prevedere un apposito binario dove i treni potessero fermarsi senza perturbare lo sfruttamento della linea. Di sicuro confederella e FFS non saranno disposte a spendere le milionate necessarie anche solo all'adattamento dell'ascensore per i tre gatti che potrebbero utilizzarlo.
Mattiatr 1 anno fa su tio
@SosPettOso Vero, basti pensare che a 200 km/h in 2 minuti si percorrono quasi 7Km. Diciamo che senza considerare i tempi di frenata e di ripartenza con questa misura si fa prima a far saltare un treno. Inoltre la proposta mi sembra molto come un'uscita autostradale a Preonzo per rilanciare il turismo nel paese. È pur sempre un treno diretto, non una cremagliera turistica, più fermate fa e più diviene inutile l'investimento. Questo discorso vale anche per la fermata di Biasca proposta qualche anno fa.
swisshornet 1 anno fa su tio
Impensabile far fermare treni che viaggiano a 200 km/h nella galleria di base senza destabilizzare la griglia orari e soprattutto la capacità di transiti nella galleria di base stessa. Idealmente un bel progetto ma irrealizzabile.
Joseph 1 anno fa su tio
Era ora! Complimenti a chi crede nel futuro!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
34 min
I Paesi dell'Africa australe fuori dalla lista nera
La SEM toglierà il blocco d'ingresso che era in vigore dal mese di novembre per contrastare la diffusione di Omicron.
GRIGIONI
1 ora
Ucciso un lupo, si avvicinava troppo all'uomo
Per le autorità grigionesi era "un pericolo potenziale per l'essere umano"
ZURIGO
3 ore
Una nuova variante può riportarci al punto di partenza?
Per l'epidemiologo Jürg Utzinger sono corrette le manovre del Consiglio federale decise da qui a marzo.
SVIZZERA
3 ore
Tre giorni di lavoro, salario pieno: ecco come prepararsi a una crisi sanitaria
È quanto propone un consulente professionale lucernese. Ma è una soluzione «troppo costosa»
SVIZZERA
6 ore
Divieto di sperimentazione sugli animali? Si rafforza il fronte dei contrari
Resta alto il consenso per l'iniziativa contro la pubblicità per il tabacco, secondo il sondaggio di 20 minuti e Tamedia
FOCUS
GINEVRA/LUGANO
6 ore
Gli affari della "principessa" con un piede in Ticino
La figlia dell'ex dittatore kazako Nazarbayev ha dato nell'occhio, dopo le proteste nel paese d'origine
VALLESE
17 ore
Il ristoratore disobbediente contrattacca
L'esercente del Walliserkanne di Zermatt ha presentato una querela contro le autorità che lo avevano arrestato.
SVIZZERA
19 ore
Trapianti, “no” al consenso presunto per la donazione di organi
Un comitato referendario ha depositato oggi oltre 64'000 firme. Si voterà il prossimo 15 maggio
SVIZZERA
20 ore
Lex Netflix: «Il referendum è una pugnalata alla cultura svizzera»
Si voterà il 15 maggio 2022. I referendisti: «Questa legge calpesta il consumatore»
SVIZZERA
20 ore
In aumento i contagi, ma ricoveri e decessi sono in calo
È quanto emerge dal confronto settimanale dell'Ufficio federale della sanità pubblica
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile