Immobili
Veicoli
foto archivio
ZURIGO
26.02.20 - 12:280

Spinse al suicidio una 13enne, 17enne a processo

La morte di Céline, vittima di cyberbullismo, verrà giudicata questo pomeriggio.

La giovane aveva inviato a un ragazzo delle foto compromettenti. Ma in poco tempo una di queste fu vista da almeno 500 persone

DIETIKON - Una vicenda di cyberbullismo che nell'agosto del 2017 aveva portato al suicidio di una ragazza di 13 anni viene giudicata questo pomeriggio dal Tribunale dei minorenni di Dietikon (ZH). Alla sbarra un ragazzo, oggi 17enne, che aveva ottenuto dalla ragazza fotografie compromettenti.

Il giovane, all'epoca 14enne, è già stato riconosciuto colpevole di coazione e pornografia dal giudice dei minorenni e condannato con un decreto d'accusa a un lavoro di utilità pubblica.

Al processo si è arrivati in seguito ad un ricorso dei genitori della ragazza, che attraverso il loro legale vogliono ottenere una condanna per coazione sessuale. Di regola le udienze del tribunale dei minorenni avvengono a porte chiuse. Il tribunale ha tuttavia la possibilità di fare un'eccezione, com'è avvenuto in questo caso. I giornalisti hanno la possibilità di seguire la presentazione della sentenza.

La ragazza abitava a Spreitenbach, comune argoviese che confina con Dietikon, dove vive il 17enne. Agli inizi di agosto di tre anni fa, il giovane aveva chiesto alla ragazza, che si era invaghita di lui, di inviargli attraverso Whatsapp delle foto in pose esplicite.

Messa sempre più sotto pressione, la 13enne trasmise all'amico una serie di selfies su Snapchat. Una di queste immagini compromettenti finì nelle mani di un'altra ragazza, che aveva a sua volta avuto una relazione con il giovane. La foto venne in seguito ritrasmessa e nel giro di poco tempo fu vista da almeno 500 persone. Diventata bersaglio di insulti e minacce, la 13enne si tolse la vita.

Anche l'altra ragazza, all'epoca 16enne, è già stata condannata con un decreto d'accusa a un lavoro di utilità pubblica. L'ex amica diventata rivale è stata giudicata colpevole di tentate minacce e ingiuria e nel suo caso la condanna è già passata in giudicato.

La sentenza è attesa nel tardo pomeriggio.

Leggi il nostro focus sul bullismo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VALLESE
47 min
Travolto da una valanga: la vita di un 72enne è in pericolo
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio nella regione del Col du Sanetsch
NIDVALDO
1 ora
In contromano per 12 chilometri sulla A2, seguendo il navigatore
La polizia ha fermato la conducente di un veicolo con targa italiana
SVIZZERA
1 ora
«Il periodo del certificato Covid sembra arrivare alla fine»
Le decisioni prese mercoledì potrebbero essere modificate, in caso di un'evoluzione positiva della situazione pandemica
SVIZZERA
2 ore
Le vittime di aggressioni sessuali criticano l'operato della polizia
Chiunque segnali una violenza di questa natura deve essere interrogata
SVIZZERA
11 ore
Omicron ha ribaltato la graduatoria fra i cantoni
Appenzello virtuoso, Ginevra un flop. I cantoni della Svizzera orientale ora sono i meno toccati dal coronavirus.
SVIZZERA
12 ore
«Relazioni stabili con l'Ue, ma nessun accordo quadro 2.0»
L'intervento del presidente Ignazio Cassis al raduno dell'UDC zurighese all'Albisgüetli.
BERNA
18 ore
Un "virus" che dalla Svizzera si è diffuso in Cina
Fino al 1. maggio al Museo Alpino Svizzero di Berna saranno esposte fotografie in netto contrasto fra loro.
GRIGIONI
18 ore
Il WEF avrà luogo a fine maggio
Gli organizzatori hanno confermato che l'evento, procrastinato a causa di Omicron, si terrà nella località grigionese.
SVIZZERA
20 ore
Campagna vaccinale: nuove raccomandazioni
Le autorità sanitarie hanno aggiornato le raccomandazioni nell'ambito della campagna vaccinale.
SVIZZERA
20 ore
Omicron non cede: i nuovi casi sono 37'992
Sono 138 le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'Ufsp.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile