Keystone
GINEVRA
19.02.20 - 17:240
Aggiornamento : 18:02

Un visto umanitario per Julian Assange?

Potrebbe chiederlo alla Confederazione il Canton Ginevra

GINEVRA - Il Canton Ginevra potrebbe chiedere alla Confederazione di rilasciare un visto umanitario a Julian Assange. Il 48enne fondatore di WikiLeaks è attualmente detenuto in un carcere di massima sicurezza nel Regno Unito.

Il granconsigliere verde Jean Rossiaud, promotore della richiesta, ha confermato di aver incontrato oggi il consigliere di Stato di Ginevra Mauro Poggia, come annunciato dalla televisione della Svizzera tedesca SRF. Poggia si è detto favorevole.

Rossiaud ha anche presentato una proposta di risoluzione al Gran Consiglio, insieme ad altri deputati, per invitare il governo ginevrino ad agire a Berna. Il testo sarà forse discusso nella prossima seduta parlamentare. «Tutto dipenderà dall'urgenza», ha spiegato.

All'incontro con Mauro Poggia era presente il padre di Julian Assange, John Shipto. Rossiaud ha anche incontrato il direttore degli Ospedali universitari di Ginevra (HUG) per discutere la possibilità di ricoverare il fondatore di WikiLeaks, il cui stato di salute è fortemente peggiorato. Lo stesso relatore speciale dell'ONU sulla tortura, Nils Melzer, ha espresso preoccupazione per Assange, che è tenuto in isolamento dall'aprile 2019 e che, secondo quanto riferito, è stato drogato durante i suoi interrogatori.

Gli Stati Uniti chiedono l'estradizione di Assange e hanno presentato 17 capi d'accusa contro di lui. Tuttavia, da quando la Svezia ha archiviato le indagini per stupro contro Assange, non sono state mosse accuse, ha detto Rossiaud. «Il fondatore di WikiLeaks non può essere biasimato per aver denunciato crimini di guerra commessi dai militari statunitensi, in particolare in Iraq».

Se Julian Assange viene estradato negli Stati Uniti rischia l'ergastolo o addirittura la pena di morte. Laurent Paoliello, portavoce di Mauro Poggia, ha comunque precisato che la decisione finale spetta alla Confederazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
29 min
Il ceo di Alpiq si dimette con effetto immediato
Schnidrig era attivo per il gruppo energetico dal 2010, ma lo dirigeva solo da inizio 2020. Lascia per motivi di salute.
SVIZZERA
59 min
Criminalità al Nazionale, ricerca e cooperazione agli Stati
Il plenum dovrà anche affrontare il progetto per rendere più difficile l'accesso a determinate sostanze chimiche
FOTO
BERNA
1 ora
Il "campo climatico" lascia posto al mercato
Alcune tende sono state temporaneamente spostate dai manifestanti come richiesto dall'Esecutivo della Città
SVIZZERA
10 ore
Da Wuhan a Lucerna passando per il Ticino... in gennaio
Il gruppo di turisti cinesi ha attraversato la Svizzera, anche in treno. Al rientro, quattro erano positivi al tampone
SVIZZERA
11 ore
Presto faremo le tasse via computer (e senza firma)?
Il Nazionale è d'accordo ma la discussione ora va agli Stati, fra i contrari c'è l'UDC che teme per la sicurezza
BERNA
11 ore
I manifestanti pro clima devono andarsene «entro mezzogiorno»
L'ordine arriva dal Municipio di Berna, in caso contrario c'è la possibilità che la polizia usi la forza
ZUGO
14 ore
Invia fatture (false) per 900'000 franchi, e loro gliele saldano
La cybertruffa ha ingannato la contabilità di un'azienda zughese, è bastato spedirle con il nome e cognome del capo
FOTO
BERNA
15 ore
La protesta in Piazza Federale non ha turbato la Sessione autunnale
Gli attivisti per il clima hanno affermato che non cercano lo scontro, piazza liberata per il mercato di domani
BERNA
16 ore
Il coronavirus limita la nostra libertà?
L'emergenza sanitaria ha cambiato radicalmente le nostre vite.
SVIZZERA
16 ore
Swiss, con l'orario invernale l'attività aumenterà meno del previsto
L'obiettivo era di arrivare a circa la metà del normale programma di volo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile