Archivio Keystone
SVIZZERA
12.02.20 - 12:590

Lotta al terrorismo coi dati dei passeggeri

La Confederazione intende elaborare una legge per raccogliere le informazioni sui viaggiatori aerei, come avviene già in 24 paesi dell'UE

BERNA - Nome, cognome, dati di contatto e itinerario. Sono i cosiddetti PNR (Passenger Name Record) e sono tutte informazioni che si evincono da una prenotazione aerea. E che possono essere utilizzate per identificare, prima ancora del decollo, malviventi o persone sospette. Uno strumento, quindi, utile nella lotta al terrorismo e alle forme gravi di criminalità.

Questo è quanto avviene già in ventiquattro paesi europei. Ma non ancora in Svizzera. Per questo il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento di giustizia e di polizia di elaborare una legge sulla raccolta e il trattamento di dati dei passeggeri aerei da parte della Confederazione da porre in consultazione.

Una lacuna da colmare - Una direttiva in vigore nell’Unione europea obbliga le compagnie aeree a trasmettere i dati da 24 a 48 ore prima della partenza prevista del volo e immediatamente dopo l’imbarco alle competenti autorità degli Stati membri di partenza e di destinazione. I vettori aerei che operano dalla Svizzera verso l’UE devono fornire i dati PNR agli Stati membri dell’UE. Viceversa, le autorità svizzere non possono accedere a questi dati perché non è disponibile un sistema PNR nazionale. Occorre pertanto colmare questa lacuna in materia di accesso ai dati.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
41 min
Altre cinque aziende si impegnano per il clima
PostFinance, Autopostale, SSR, Flughafen Zürich e RUAG hanno aderito all'iniziativa energia e clima esemplare
SVIZZERA
1 ora
La paura del black-out riaccende il dibattito sul nucleare
L'esperto: «L'approvvigionamento elettrico deve avere la massima priorità». E le fonti rinnovabili non bastano
SVIZZERA
2 ore
La terza dose è sempre più vicina
Swissmedic dovrebbe approvarla entro la fine di ottobre. Rudolf Hauri: «Meglio non aspettare troppo».
FOTO
SAN GALLO
12 ore
«Uccidere la propria figlia, come si può arrivare a questo?»
È un quartiere sotto choc quello che questo pomeriggio ha appreso del delitto compiuto da un padre di 54 anni.
VAUD / FRANCIA
12 ore
Uccise una prostituta, ora ha deciso di ricorrere
L'uomo era stato condannato a 30 anni di prigione per il brutale omicidio di una giovane rumena a Sullens.
SVIZZERA
17 ore
Epidemia di femminicidi in Svizzera: «I numeri parlano da soli»
I casi registrati nel 2021 sono ormai saliti a 23, in crescita significativa rispetto allo scorso anno.
SVIZZERA
17 ore
Migranti maltrattati: «Siamo intervenuti»
Sospesi 14 addetti alla sicurezza dei centri per richiedenti asilo. Ma per la Sem «sono casi circoscritti»
SAN GALLO
19 ore
Uccide la figlia e si toglie la vita
Un 54enne e una dodicenne sono stati trovati morti in un'abitazione di Rapperswil-Jona
SVIZZERA
20 ore
«Le accuse di tortura sono false e ingiustificate»
Secondo un'indagine esterna, i diritti dei richiedenti l'asilo nei centri federali vengono generalmente rispettati.
FOTO
BERNA
20 ore
«Un brivido mi scorre lungo la schiena»
Nella notte due bambini sono morti a Leuzigen a causa di un incendio.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile