Immobili
Veicoli
Ti Press
SVIZZERA
04.02.20 - 05:000
Aggiornamento : 08:04

«La varietà di prodotti che causano dipendenza è un problema»

A dirlo è l'organizzazione "Dipendenze Svizzera", che giudica «sconcertante» la proliferazione di marche e sapori

BERNA - Il ventaglio sempre più ampio di prodotti che causano dipendenza preoccupa "Dipendenze Svizzera". L'organizzazione ritiene inquietanti le campagne di marketing, spesso aggressive, ma anche la mancanza di intervento da parte dello Stato nella lotta a questi prodotti derivati da sostanze psicoattive come tabacco e cannabis.

Secondo l'ultimo panorama sulle dipendenze pubblicato oggi, l'associazione sostiene che i problemi maggiori derivino dalla proliferazione «sconcertante e abbagliante» di marche e sapori che attualmente caratterizzano i prodotti che creano dipendenza. I rischi, al momento, non sono ancora chiari e sono difficilmente misurabili, in particolare per i prodotti contenenti nicotina.

Tra le nuove tendenze che preoccupano "Dipendenze Svizzera" vi sono le sigarette elettroniche (disponibile in diversi colori che attirano l'attenzione), il tabacco per uso orale (snus) e le gomme da masticare alla nicotina, oltre a unguenti, birra e oli essenziali derivanti da cannabis legale (CBD), cocktail già pronti e alcolici offerti come dolciumi. A ciò, sottolinea l'associazione, si aggiunge anche il gioco d'azzardo online e l'iperconnettività a internet.

Critiche alle autorità - Alle autorità politiche, critica il rapporto, manca una visione di insieme in merito a questa diffusione di prodotti e alla varietà di nuove sostanze psicoattive.

«Lo Stato deve dotarsi dei mezzi per valutare meglio i nuovi prodotti e regolarne la commercializzazione. La crescente varietà di prodotti necessita di un controllo urgente della situazione», sostiene Grégoire Vittoz, direttore di "Dipendenze Svizzera", invitando le autorità a «prendere in mano la situazione e impiegare le risorse necessarie», anche per tutelare le nuove generazioni.

L'associazione chiede inoltre un aumento delle spese da destinare a ricerche indipendenti, in modo da ottenere dati affidabili per consentire l'adozione di misure che regolino l'accesso ai prodotti.

Campagne pubblicitarie nel mirino - Uno degli elementi finiti nel mirino di "Dipendenze Svizzera" è il marketing aggressivo verso il pubblico più giovane di alcuni prodotti nocivi, ad esempio le sigarette elettroniche: «La pubblicità di oggi suggerisce che non c'è motivo di fumare» le sigarette tradizionali, in particolare ora che sul mercato vi sono prodotti a tabacco riscaldato. Il rischio per la salute tuttavia rimane. Le campagne delle multinazionali del tabacco, sostiene il rapporto, «assomigliano ormai alla réclame per un piano pensionistico».

«Noi non vogliamo pubblicità per i prodotti a base di tabacco e auspichiamo che venga rimessa in discussione quella legata agli alcolici», rivendica Vittoz. I prodotti a base di nicotina - tra cui anche le e-cigarette - potrebbero essere utili per smettere di fumare, sostiene l'associazione, sottolineando però che ciò non deve permettere che lo "svapare" diventi la nuova abitudine tra i giovani.

I problemi legati a dipendenze provocano oltre 11'000 decessi in Svizzera, di cui la maggior parte a causa del consumo di tabacco. Senza contare costi pari a 14 miliardi di franchi, aggiunge "Dipendenze Svizzera".

Droghe illegali: situazione stabile - Il panorama pubblicato oggi prende in considerazione le dipendenze principali. Il rapporto costata un aumento dei bevitori cronici tra le persone oltre i 65 anni di età, così come un incremento del consumo episodico a rischio per tutte le fasce d'età. A preoccupare sono i dati riguardanti le giovani donne, che da una quota del 12% nel 2007 sono progrediti fino al 24% nel 2017.

Così come fatto dall'industria del tabacco negli anni '90, anche i produttori di alcolici mettono in commercio prodotti 'light' o aromatizzati", indica il rapporto.

Gli ultimi dati sul consumo di droghe illegali mostrano che la situazione rimane stabile. Nelle grandi città elvetiche l'uso di cocaina ed ecstasy è tuttavia elevato rispetto a simili località all'estero. Il mercato della canapa, sottolinea "Dipendenze Svizzera", rimane di gran lunga il più importante per quanto concerne le droghe illegali.

Il commercio e le vendite di farmaci analgesici oppiacei continuano ad aumentare. Ma a differenza degli Stati Uniti, nota l'associazione, la Svizzera non ha attualmente problemi di rilievo in questo settore, anche grazie a un controllo più severo e alle limitate possibilità di marketing.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
34 min
Schiacciato da una balla di fieno, muore un 29enne
L'uomo è deceduto in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.
VALLESE
1 ora
La Rega vuole spiccare il volo anche in Vallese
Attualmente solo Air-Glaciers e Air Zermatt sono autorizzate a soccorrere con gli elicotteri.
SVIZZERA
3 ore
Eliminati 227 proiettili inesplosi
Resta alto il numero di segnalazioni. L'aumento sarebbe da ricondurre alla pandemia
SVIZZERA
4 ore
Il sì a Frontex? «È un segno di attaccamento all'Europa»
I giornali commentano i risultati usciti dalle urne ieri, soffermandosi sul (difficile) rapporto tra Svizzera e UE.
FOTO
SVIZZERA
5 ore
Fulmini, vento e grandine a Nord delle Alpi
I forti temporali si sono abbattuti in particolare nell'Oberland bernese e sulla Svizzera centrale.
SVIZZERA
7 ore
«Quando usciamo in passeggino la gente che lo vede pensa che sia vero»
Aisha, 19 anni, è una “mamma-reborn” con due bimbi che in realtà sono bambole iperrealistiche: «Non potrei vivere senza»
SVIZZERA
17 ore
Le "altre" votazioni, in 12 Cantoni
Voto ai 16enni, imposte eque, istruzione pubblica: l'esito delle iniziative cantonali di oggi
SVIZZERA
19 ore
Una bella domenica per il Consiglio federale
I tre temi in votazione sono tutti stati accettati dal popolo. Proprio come raccomandava il Governo.
GRIGIONI
21 ore
Governo fotocopia con una novità: nell'esecutivo torna una donna
Immutata la ripartizione dei seggi nel Consiglio di Stato retico: tre all'Alleanza del Centro, uno al PLR e uno al PS.
FOTO
ZURIGO
22 ore
Rinvenuto morto sotto una gru
Un uomo ha perso la vita questa notte ad Alstetten a causa di una caduta. La polizia cerca testimoni.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile