Immobili
Veicoli
Keystone
I donatori sono quasi 80.000.
SVIZZERA
30.01.20 - 06:210
Aggiornamento : 07:19

Più donne disposte a donare: «Sono impegnate socialmente»

Nel registro svizzero la presenza femminile è maggiore. Il Ceo di Swisstransplant: «Tendenza europea. E sull'età: spesso gli anziani hanno paura»

di Redazione
Lena Stadler/ADN

BERNA - La donazione di organi è un tema caldo e negli ultimi mesi è finita spesso al centro del dibattito politico. Nel marzo del 2019, gli attivisti - per aumentare il numero dei donatori - hanno lanciato l'iniziativa popolare "Favorire la donazione di organi e salvare vite umane". Il Consiglio federale, da parte sua, ha deciso di proporre un controprogetto diretto. E sempre lo scorso anno quasi 80'000 persone hanno deciso d'iscriversi al registro svizzero. Spulciandolo, però, appare un dato molto curioso. Ovvero una maggior presenza di donne (58%) rispetto agli uomini. «È una tendenza europea», conferma Franz Immer, cardiochirurgo e Ceo di Swisstransplant a 20 Minuten. «Tuttavia non si può dedurre automaticamente che gli uomini siano meno disposti a donare. Tra i militi che frequentano la scuola reclute l'adesione è ad esempio molto alta».

Ma perché c'è questa disparità di genere e soprattutto per quale motivo le donne sembrano più disposte a donare? Una possibile spiegazione la fornisce il professore di etica biomedica all'Uni di Zurigo Nikola Biller-Andorno. «Le donne spesso sono più impegnate socialmente». L'esperto poi suggerisce che in gioco potrebbe entrare anche il loro lato materno. «Gli uomini probabilmente non attribuiscono troppa importanza a iscriversi a un registro. Le donne, da questo punto di vista, sono molto più determinate e lungimiranti».

Organi senza genere - Il genere del donatore di organi non gioca un ruolo centrale per il ricevente. In pratica un uomo può ricevere il fegato da una donna e viceversa. Unica eccezione è il cuore. «Su questo genere di trapianti siamo un po' riluttanti, perché il cuore femminile è solitamente meno potente di quello maschile. Tuttavia i criteri più importanti sono l'urgenza, le necessità mediche e i tempi d'attesa del paziente», precisa ancora Immer.

Se le donne sono più disposte a iscriversi al registro, la maggior parte degli organi trapiantati è però maschile: «Il 60% dei donatori sono uomini e la loro età si attesta sui 57 anni. Essi infatti muoiono più spesso in terapia intensiva a causa di un infarto o di un'emorragia cerebrale». Passando dall'altra parte della barricata, anche i riceventi sono in maggioranza di sesso maschile. 

Per quanto riguarda l'età, invece, spesso le persone anziane non sono disposte a donare i propri organi perché li ritengono "in cattivo stato". «Ma questa è una convinzione spesso sbagliata», precisa Biller-Adorno. «Il fegato ad esempio può rigenerarsi e vivere fino a 200 anni. Nel 2019 il donatore più anziano aveva 85 anni».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
51 min
Trapianti, “no” al consenso presunto per la donazione di organi
Un comitato referendario ha depositato oggi oltre 64'000 firme. Si voterà il prossimo 15 maggio
SVIZZERA
1 ora
Lex Netflix: «Il referendum è una pugnalata alla cultura svizzera»
Si voterà il 15 maggio 2022. I referendisti: «Questa legge calpesta il consumatore»
SVIZZERA
2 ore
In aumento i contagi, ma ricoveri e decessi sono in calo
È quanto emerge dal confronto settimanale dell'Ufficio federale della sanità pubblica
SVIZZERA
3 ore
In Svizzera quasi 40mila casi in un giorno
Continua a salire il numero dei contagi. Il bollettino dell'UFSP
GRIGIONI
5 ore
«Solo la variante Delta nelle terapie intensive grigionesi»
Il medico cantonale ha fatto il punto della situazione: «C'è una certa stabilizzazione dei contagi, ma ad alto livello».
GINEVRA
8 ore
Croce Rossa nel mirino degli hacker
Nell'ambito di un vasto cyberattacco sono stati rubati i dati di 515'000 persone
SVIZZERA
8 ore
Persone LGBTQI mobbizzate sul lavoro: «Un problema anche qui»
La questione è poco esplorata in Svizzera. Roman Heggli di Pink Cross: «Servono linee guida precise per le aziende»
SVIZZERA
10 ore
Il numero dei trapianti è tornato a quello pre-pandemia
Malgrado lo stress Covid il numero di donatori è aumentato, ma per chi aspetta un organo la situazione resta tesa
SVIZZERA
11 ore
L'acqua di rubinetto che diventa “termale” (e poco ecologica)
Un'inchiesta di Saldo fa luce sui consumi delle strutture wellness per scaldare l'acqua delle piscine
ZURIGO
18 ore
Fuga dalla pandemia, Tina Turner compra un "villaggio"
Una tenuta con dieci edifici e una villa sul lago di Zurigo. La star si è regalata un buen retiro da 70 milioni
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile