Keystone (archivio)
I referendisti vogliono un commercio sostenibile.
SVIZZERA
27.01.20 - 10:300

Un referendum contro l'olio di palma

Il sindacato agricolo Uniterre e il viticoltore Willy Cretegny contestano l'accordo di libero scambio con l'Indonesia approvato dal Parlamento

di Redazione
ats

BERNA - «Diciamo stop all'olio di palma». Con questo slogan il sindacato agricolo Uniterre, il viticoltore indipendente Willy Cretegny nonché delle associazioni in favore del clima e dei diritti umani hanno lanciato oggi ufficialmente un referendum contro l'accordo di libero scambio con l'Indonesia approvato in dicembre dal Parlamento. A loro avviso, tale decisione è irresponsabile e in contraddizione con l'esigenza di un commercio sostenibile iscritto nella Costituzione.

Il comitato referendario, che deve ora raccogliere le 50 mila firme necessarie, si oppone in particolare contro l'uso dei pesticidi tossici, il lavoro minorile e forzato nella coltivazione dell'olio di palma.

Inoltre, i referendisti denunciano una concorrenza sleale con gli oli vegetali indigeni e il fatto che le condizioni in materia di protezione dell'ambiente e di biodiversità in Indonesia siano in totale contraddizione con le prescrizioni elvetiche.

Oltre a ciò il comitato referendario deplora il fatto che nella maggior parte dei Paesi il libero scambio non abbia aumentato né la prosperità né la qualità di vita. A loro avviso, serve soltanto agli interessi economici delle multinazionali.

I referendisti sostengono inoltre che negli accordi di libero scambio manchino macchinismi di controllo efficaci e sanzioni vincolanti. Per tutte queste ragioni hanno lanciato il referendum contro il trattato con l'Indonesia.

Per il Parlamento elvetico, che ha approvato l'accordo a larga maggioranza, l'Indonesia rappresenta un partner commerciale potenzialmente importante per la Svizzera, anche in considerazione delle prospettive di crescita economica elevata del Sud-Est asiatico. Le esportazioni elvetiche verso l'Indonesia ammontano a 488 milioni di franchi e le importazioni di prodotti indonesiani a 356 milioni.

Secondo le Camere federali, per quanto attiene alla controversa questione dell'olio di palma i negoziatori hanno discusso dell'applicazione degli standard sociali e ambientali con Giacarta (sarebbe la prima volta per questo Stato, n.d.r) nonché dei meccanismi di sorveglianza delle condizioni di produzione di tale olio vegetale.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 6 mesi fa su tio
FIRMATE IL REFERENDUM!
Nmemo 6 mesi fa su tio
Il disastro ambientale era supportato anche con gli acquisti AET ai tempi del binomio Paolo Rossi (ex compagno PSA), direttore e Mauro Dell’Ambrogio (PLRT), presidente del CdA.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ARGOVIA
1 ora
Strage di Rupperswil, poliziotto nei guai
Un agente condannato per avere trasmesso informazioni confidenziali ai famigliari delle vittime
SVIZZERA
1 ora
Covid, 105 contagi in Svizzera
Positivi al test in frenata domenica. Nessun decesso. I numeri dell'Ufficio federale della salute pubblica
BASILEA
2 ore
Parla l'anziana che ha ucciso Ilias: «Ero disperata»
In aula anche i genitori del bambino. La donna: «Mi pento ogni giorno di quello che ho fatto»
SVIZZERA
2 ore
Gli insegnanti chiedono garanzie
I docenti svizzero-tedeschi e romandi lanciano un appello alle autorità
SVIZZERA
3 ore
«Nessuna ondata di licenziamenti»
Il dirigente della Seco Boris Zürcher è ottimista. «Molte aziende hanno superato bene la crisi»
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Misure efficaci: non c'è stata "l'ondata" di fallimenti
Le cifre del KOF indicano un calo del 21% rispetto allo stesso periodo del 2019. In Ticino i casi si sono dimezzati
SVIZZERA / REGNO UNITO
4 ore
Le grandi aziende svizzere hanno perso 15 miliardi di capitalizzazione
Nel confronto internazionale, però, le aziende rossocrociate se la cavano abbastanza bene
SVIZZERA
4 ore
«Non isoliamo gli anziani a causa del coronavirus»
Un divieto di visita «non è accettabile», secondo il presidente della Società professionale svizzera di geriatria
SVIZZERA
4 ore
Il virus resta nei pensieri di Koch: «Ora temo l'inverno»
Per Daniel Koch le persone si faranno testare meno pensando a una semplice influenza stagionale.
BERNA
4 ore
Un flash mob alla settimana contro la mascherina
L'invito a una protesta sui tram di Berna sta girando sui social. La polizia sta in guardia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile