Archivio Depositphotos
SVIZZERA
24.01.20 - 17:490

Stop alle telefonate delle assicurazioni

È stato raggiunto un accordo riguardo al telemarketing come pure per il pagamento di provvigioni agli intermediari

di Redazione
ATS

BERNA - Basta fastidiose telefonate di persone che propongono un cambio di cassa malattia: gli assicuratori hanno raggiunto un accordo riguardo alle cosiddette "chiamate a freddo", come pure per il pagamento delle provvigioni agli intermediari. L'intesa, a carattere volontario, concerne sia l'assicurazione di base che quelle complementari ed entrerà in vigore il 1. gennaio 2021.

Le telefonate pubblicitarie da parte delle compagnie di assicurazione sanitaria sono da diversi anni fonte di fastidio. Consapevoli della situazione e dopo un fallimentare tentativo di autoregolamentazione, le due associazioni di categoria curafutura e santésuisse hanno deciso di procedere a un nuovo accordo settoriale.

L'intesa disciplina la collaborazione con gli intermediari che procedono al telemarketing: stabilisce norme vincolanti in materia di qualità della consulenza e di remunerazione nell'acquisizione di clienti.

L'elemento centrale dell'intesa è la rinuncia degli assicuratori a ricorrere alle chiamate a freddo: non dovrebbero quindi più esserci telefonate indesiderate da parte di intermediari. Inoltre è stato deciso di limitare la provvisione versata agli operatori esterni a un massimo di 70 franchi per l'assicurazione di base e all'equivalente di un premio annuo per l'assicurazione complementare.

Le sanzioni - L'accordo permetterà di applicare sanzioni incisive in caso di inosservanza: un tribunale arbitrale, composto di un rappresentante di ciascuna delle due associazioni di categoria e di un rappresentante della Fondazione per la protezione dei consumatori, potrà infliggere multe fino a 100'000 franchi per l'assicurazione di base e fino a mezzo milione di franchi per l'assicurazione complementare.

All'accordo, concluso su base volontaria, hanno già aderito quaranta assicuratori malattia, ovvero circa il 90% delle casse attive sul territorio elvetico. Tra di esse non figura tuttavia il gruppo Sanitas, ad esempio, che conta più di 800'000 assicurati.

In realtà l'intesa non costituisce una vera e propria novità: nel 2016 santésuisse aveva introdotto un accordo settoriale che si è però ben presto rivelato insufficiente. Curafutura aveva fatto lo stesso nel 2017, ma entrambe le misure non si sono dimostrate efficienti.

Consapevoli della debolezza intrinseca del nuovo accordo, le due organizzazioni di categoria chiedono ora al Consiglio federale di renderlo vincolante per l'intero settore. Ma il tema non è certo nuovo per la politica, che ne ha già discusso più volte. Nel 2017 il parlamento ha proposto una modifica di legge. Una mozione approvata lo scorso giugno incarica il governo di regolamentare il settore delle assicurazioni malattia.

Interpellato da Heidi.news, portale che ieri ha dato notizia dell'intesa conclusa dai due gruppi assicurativi, l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha indicato che questo nuovo accordo non modifica in alcun modo la procedura prevista per l'adozione delle leggi. La bozza di legge uscita dalle Camere sarà sottoposta a consultazione nel primo semestre di quest'anno.

Le reazioni - Le reazioni all'accordo annunciato oggi sono piuttosto tiepide. Resta da vedere se l'intesa potrà davvero essere dichiarata vincolante, ha indicato a Keystone-ATS Yannis Papadaniel, responsabile del settore salute presso la Federazione romanda dei consumatori (FRC): il meccanismo «va nella giusta direzione: mettendo un tetto alle commissioni, limita le distorsioni in termini di informazione».

Papadaniel accoglie con favore pure l'inclusione di un rappresentante dei consumatori nel tribunale arbitrale, anche se si rammarica del fatto che le organizzazioni a difesa dei consumatori non siano state coinvolte nei lavori per fissare le modalità di quest'istanza. Una questione poco felice è invece quella delle multe inflitte alle casse, che verranno verosimilmente pagate con prelievi sui premi assicurativi.

Più critica la Fondazione per la protezione dei consumatori (Stiftung für Konsumentenschutz, SKS), secondo cui l'accordo presenta notevoli lacune. L'organizzazione svizzerotedesca chiede ad esempio che si proceda a un divieto assoluto delle commissioni. Inoltre, gli intermediari devono separare le attività legate all'assicurazione di base da quelle dell'assicurazione complementare quando vengono stipulati i contratti.

Anche secondo comparis.ch l'accordo è problematico: per Felix Schneuwly, responsabile degli affari pubblici del portale di comparazione online, esso riguarda solo gli intermediari impiegati come esterni (non il personale delle casse malattia), come pure i motori di confronto dei premi. Ad avvalersi di questi intermediari esterni sono, per ragioni di costi, soprattutto le piccole casse malattia: ciò creerà, secondo Schneuwly, una disparità di trattamento, favorendo i grandi assicuratori.

Inoltre, questo accordo non pone certo fine ai rastrellamenti in cerca di nuovi clienti. Questo obiettivo sarà raggiunto con l'assunzione di nuovo personale, con più pubblicità e altri tipi di sponsorizzazione. Tutti sforzi, questi, che avverranno a spese degli assicurati, prevede l'esperto.

Commenti
 
Tato50 4 sett fa su tio
Mi ha appena telefonato una di quelle +41 77 961 57 15. Peccato che si comincia nel 2021
Giacomo.swiss 1 mese fa su tio
La consulenza dovrebbe essere data solo da professionisti iscritti all'albo degli intermediari ed in possesso del numero FINMA. Solo così si può avere un raffronto serio e professionale ed evitare casini e dimenticanze. Solo così può esserci concorrenza. Altrimenti solo le casse che fanno più marketing (a spese degli assicurati) e spendono più soldi avranno più assicurati. A questo punto è giusto che questi professionisti siano pagati.
Claudia Di Biase 1 mese fa su fb
Danilo Moccaldi
Jonathan Busolini 1 mese fa su fb
Per quale motivo credete che ogni anno salgono i premi? Oltretutto la consulenza che danno è ridicola, rischi di trovarti scoperto sotto diversi punti e magari ti tocca pagare 2 casse malati perchè si dimenticano di disdire la vecchia. Non parliamo di consulenti di vendita al dettaglio che male che vada ti porti a casa un TV di scarsa qualità. Qui si parla di salute pubblica, eviterei di lasciarla nelle mani di persone intente solo a fare cassa.
Vladi Lunghi 1 mese fa su fb
Io rispondo tipo: tarek aziz alec su namun fri fri traccu traccu cric e croc
Teresa Pereira Barbosa 1 mese fa su fb
Io faccio prima non rispondo
Martino Rossi 1 mese fa su fb
Stalker all’ennesima potenza, peggio di You
Mara Baechtold 1 mese fa su fb
Perché dobbiamo pagare noi il loro cambio di marketing???? Tutto molto bello ma l’ultimo paragrafo non mi piace. “””Inoltre, questo accordo non pone certo fine ai rastrellamenti in cerca di nuovi clienti. Questo obiettivo sarà raggiunto con l'assunzione di nuovo personale, con più pubblicità e altri tipi di sponsorizzazione. Tutti sforzi, questi, che avverranno a spese degli assicurati, prevede l'esperto.”””
Edy Bontadelli 1 mese fa su fb
E. ... Tutte le altre che sono fastidiose?
Mauro Molena 1 mese fa su fb
Che poi se uno vuole cambiare assicurazione lo fa gia' di suo senza aspettare loro....non ci arrivano?
Fran 1 mese fa su tio
Ho tolto il telefono fisso per questo motivo Non potete capire il sollievo e la gioia??
Led Swan 1 mese fa su fb
Quando ho fretto li liquido con un vaffan""lo, magari in dialetto, quando invece ho tempo da perdere inizio a chiedere come hanno ottenuto il mio numero di cellullare, quali sono le loro condizioni e continuo ad interromperli per fargli ripetere 5-6 volte concetti elementari; solitamente alla fine chiudono esausti😁
Bayron 1 mese fa su tio
Il fatto che sia volontario é tutto dire!
miba 1 mese fa su tio
Alleluia! Meglio tardi che mai...
La Aless 1 mese fa su fb
Magari la smettessero di Rompere le palle !!! Non sanno manco loro cosa dicono ! Leggono un copione
Mauro Molena 1 mese fa su fb
La Aless e nonostante dici loro che non vuoi piu' essere disturbato persistono a rompere...
Arti Korita 1 mese fa su fb
Mica ti chiamano. Ultimamente loro ti fanno solo un squillo, così li dobbiamo chiamare per sapere chi ci ha chiamati 😡😡😡😡
Tato50 1 mese fa su tio
Finalmente ! Sono anni che "salvo" queste telefonate nella rubrica con la scritta "Call Center" almeno non rispondevo. Poi sono arrivati quelli con il prefisso 091... e li mi fregavano !
Teresa Piu Bella Silva 1 mese fa su fb
🙏👌😁
Marco Vassalli 1 mese fa su fb
Finalmente, ora si possono pubblicare annunci su tutti.ch senza ricevere telefonate da assicuratori due minuti dopo...
Nadia Peverelli 1 mese fa su fb
Marco Vassalli cert... L importante è crederci
Ilaria PG 1 mese fa su fb
Si saranno resi conto che con le telefonate a freddo raccoglievano più maledizioni che assicurati. 😬
Dani Pons 1 mese fa su fb
Ilaria PG da me sentivano più bestemmie e roba simile sicuramente 🤦🏻‍♂️🤦🏻‍♂️😂
Luca Bottinelli 1 mese fa su fb
Dio grazie !!
jena 1 mese fa su tio
azzzz... dopo 20 anni che rompono i maroni qualcuno si sveglia...
Libero pensatore 1 mese fa su tio
Le chiamate a freddo non vanno bene. Mi va bene ricevere chiamate e offerte dalla mia assicurazione ma non da intermediari. Inoltre le provvigioni per il premio base vanno abolite. Mi sta bene per le complementari che sono un mercato privato. Ma per la base no, perché è obbligatoria e queste provvigioni aumentano i costi.
Pepperos 1 mese fa su tio
@Libero pensatore Per fortuna aderisco ad una cassa malati, che vieta gli intermediari SLkk
Ilir Qakolli 1 mese fa su fb
😂questi non si arrendono, è un grosso business
Siro Ilmio 1 mese fa su fb
Ilir esattamente
Nathália Batista 1 mese fa su fb
🙏
Sarah Ninna 1 mese fa su fb
Grazie! Dopo che tutti, abbiamo bloccato tutti i numeri, avranno mollato il colpo 😂
Mauro Molena 1 mese fa su fb
Sarah Ninna il problema e' che continuamente cambiano numero. Ho ricevuto diverse telefonate dalla stessa ma con numeri diversi
Sarah Ninna 1 mese fa su fb
Mauro Molena io blocco tutti 😂😂
Nafija Talaj 1 mese fa su fb
Finalmente sono stufo per questo no più telefono fisso e mi ano trovato anche il cellulare
Sabrina Maffucci 1 mese fa su fb
C’è un app local vai su impostazioni filtra telefonate telemarketing ogni tanto qualche aggiornamento è il gioco è fatto 😀
Sabrina Maffucci 1 mese fa su fb
Ora però ci sono le chiamate dell Inghilterra 🤬
Stefano Casalinuovo 1 mese fa su fb
Che problema c'è? Io rispondo dicendo "guardi ha sbagliato numero, qui non abbiamo nemmeno il telefono!"
Yessenia Succetti 1 mese fa su fb
Speriamo
Simona Formenti 1 mese fa su fb
Era ora!
Sarayu Mix 1 mese fa su fb
Doriana Cereda 1 mese fa su fb
Era ora!!!!
Silvana Camozzi 1 mese fa su fb
Silvana Camozzi 1 mese fa su fb
Stalker 😅😅😅
Bruna Tengattini 1 mese fa su fb
Finalmente
Luca Giulini 1 mese fa su fb
😀
Janja Celebic Komadina 1 mese fa su fb
Era ora!
Giuseppe Sarcinella 1 mese fa su fb
Ma no... e adesso chi prendiamo per i fondelli quando ti chiamavano al telefono???? 😥
Sandro Danielli 1 mese fa su fb
Giuseppe Sarcinella ne rimangono tante altre😁
Simona Talleri 1 mese fa su fb
era ora !
Francesco Gulizia 1 mese fa su fb
La migliore multa sarebbe non solo quella inflitta dallo stato ma assicurazione gratis a vita a chi viene importunato. Non se ne può più tra casa e cellulare natel come lo vogliamo chiamare siamo perseguitati
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
SVIZZERA / SPAGNA
22 min
Bloccati in hotel con due italiani positivi al coronavirus
Famiglia svizzera in quarantena insieme a tutti gli altri ospiti. Infettati un medico lombardo e sua moglie
SAN GALLO
37 min
Un carro di carnevale forse un po' troppo razzista
Quello di un ex-deputato Udc presentato al carnevale di Wangs: «Per me negro non è mica una parolaccia»
LUCERNA
1 ora
Auto finisce ribaltata in un torrente
L'incidente è avvenuto nelle prime ore di questa mattina, il conducente è rimasto illeso.
SVIZZERA
3 ore
All'ex capo di ABB una buonuscita di 13 milioni
Il colosso dell'ingegneria ha reso note oggi le retribuzioni del manager Ulrich Spiesshofer
BERNA
14 ore
Sgombero dell’ex deposito di munizioni: una costosissima prima svizzera
Si tratta del sito di Mitholz. Si preparano le procedure, i veri e propri lavori avranno inizio nel 2031
VAUD
16 ore
Il Cantone mette in vendita due pistole, ma non a tutti
Venerdì al Tribunale di Renens vanno all'asta due Glock
BULGARIA
19 ore
Andava in Siria con un arsenale, cinque anni di carcere per uno svizzero
L'uomo, originario di Suhr (AG), era stato arrestato a bordo di un veicolo 4x4 alla frontiera tra Bulgaria e Turchia
SVIZZERA
20 ore
TCS: «Tassare i veicoli in base alle emissioni di CO2»
Il Touring Club ginevrino deve raccogliere 5300 firme
SVIZZERA
1 gior
«La libera circolazione è vitale per l'economia»
Dopo i sindacati, contro l'iniziativa dell'UDC oggi sono scese in campo anche le piccole e medie imprese
SVIZZERA
1 gior
L'inverno rientra dalla porta sul retro
Caldo da record ad inizio settimana, ma da mercoledì l'asticella dei gradi si abbasserà nuovamente, con neve in vista
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile