Keystone
Julian Assange
SVIZZERA
29.12.19 - 12:530
Aggiornamento : 16:00

La Svizzera potrebbe fare di più per Julian Assange

Lo sostiene il relatore dell'Onu contro la tortura Nils Melzer: «Posizione troppo interlocutoria, c'è bisogno di più chiarezza»

di Redazione
Ats

BERNA - La Svizzera potrebbe fare di più per Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, alla luce della sua tradizione democratica, umanitaria e in materia di diritti umani.

È quanto dichiarato al "SonntagsBlick" dal relatore dell'ONU contro la tortura, Nils Melzer di Zurigo, secondo cui «mantenere il silenzio non è certo nell'interesse a lungo termine della Svizzera».

Diverse personalità nella Confederazione, nonché organizzazioni e partiti, hanno chiesto alle autorità di concedere l'asilo all'Australiano. «Ma la Svizzera vuole evitare di posizionarsi dalla parte sbagliata e di esporsi. Non vuole che gli americani attacchino il suo centro finanziario».

«Tuttavia è in gioco la protezione degli informatori, la libertà di stampa e lo stato di diritto», ha sottolineato Melzer, tutti temi sui quali la nostra politica ufficiale è assai impegnata.

Secondo Melzer - esperto indipendente dell'ONU e professore di diritto internazionale - la Svizzera «potrebbe essere più chiara anche di fronte a Stati potenti e chiedere il rispetto delle norme fondamentali del diritto internazionale per via diplomatica».

Melzer è preoccupato per le condizioni di salute di Assange, detenuto in un carcere britannico in totale isolamento. Assange, che Melzer ha potuto visitare più volte, mostra «sintomi clinici di tortura psicologica». Oltre ad essere sotto sorveglianza video 24 ore su 24, è isolato da «qualsiasi contatto amichevole e familiare». Non ha accesso ai suoi avvocati americani né al fascicolo dell'accusa, il che gli provoca un forte stress.

Medici di tutto il mondo hanno recentemente chiesto pubblicamente alla Ministra degli Interni britannica Priti Patel di autorizzare il trasferimento di Assange in una clinica. Il 19 di dicembre, diverse ONG, sindacati e le sezioni ginevrine di diversi partiti di sinistra hanno domandato alla Svizzera di concedere asilo politico al fondatore di Wikileaks.

Wikileaks, in breve

Nel 2010, Wikileaks - associazione senza scopo di lucro che riceve in forma anonima documenti di ogni tipo protetti dal segreto di stato per poi pubblicarli sul proprio sito web - aveva pubblicato oltre 700'000 documenti riservati sulle attività militari e diplomatiche degli Stati Uniti.

Assange, 48 anni, è detenuto nel Regno Unito dal maggio scorso, dopo che l'Ecuador del nuovo presidente Lenin Moreno gli ha revocato l'asilo concesso 7 anni prima da Rafael Correa. Nel frattempo ha finito di scontare la pena per violazione dei termini della libertà vigilata inflittagli nel 2012, quando si rifugiò nell'ambasciata ecuadoriana a Londra.

Ma rimane in cella in attesa dell'avvio delle udienze previste da febbraio 2020 sull'estradizione chiesta dagli Stati Uniti, paese dove rischia una condanna fino a 175 anni di galera. E dove secondo molti non può sperare in un giudizio equo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 9 mesi fa su tio
é una VERGOGNA che un uomo venga torturato e lasciato morire in modo disumano nel silenzio e nell'indifferenza di chi potrebbe fare qualcosa per salvarlo dai mostri.
Giancarlo Schraner 9 mesi fa su fb
Perche dobbiamo sempre sobbarcarci dei problemi altrui, non ne abbiamo già abbastanza di problemi a casa nostra?
Esse 9 mesi fa su tio
L'attuale Assange ha la stessa funzione di un cadave appeso in piazza
Tato50 9 mesi fa su tio
@Treccani Danilo !!!!! Hai sritto tu il vocabolario ? ;-))
Richard Penka 9 mesi fa su fb
🤬🤬👎
spike3.0 9 mesi fa su tio
La presa a carico dei poveri cittadini di questo mondo sembra essere diventato il nostro sport nazionale...ha perso un'occasione d'oro per tacere signor Melzer, sputando su un paese che di miliardi ne spende ogni anno(dalle nostre tasche)per proteggere, difendere ,sostenere e assistere decine tra popoli(o meglio governi) persone ,associazioni, Ong e quant'altro...che spesso di meritevole non hanno un c***o
Fontana Delio 9 mesi fa su fb
Quando mai noi Svizzeri prendiamo posizione. Quando ci fa comodo siamo neutrali 😪😪
Irena Rogozinska 9 mesi fa su fb
Sperò che si decidono ad aiutarlo
Oliver Lips 9 mesi fa su fb
WikiLeaks aveva l'enorme potenziale di aprire gli occhi alle persone del mondo...ma alla gente interessa di più la situazione dell'HCL. I romani la sapevano lunga e da 2000 anni viva e continua a vivere il "pane e circo". E sarà sempre così...
Alessandro Milani 9 mesi fa su fb
Errore di scrittura...stampa intendevo
Christian Vanossi 9 mesi fa su fb
Alessandro Milani te capii tūtt
Carla Notari 9 mesi fa su fb
Certe verita' non si possono pubblicare...schifo
Bayron 9 mesi fa su tio
Perché mai! Spione era e spione rimane.
Zarco 9 mesi fa su tio
Cucù, vai a dirlo in certe nazioni!
Mino Gabo 9 mesi fa su fb
Quando non sanno a chi dare le colpe, ecco che subentra la Svizzera
Nadine Ferrari 9 mesi fa su fb
Letto solo il titolo, eh? 🙄
Max Bartolini 9 mesi fa su fb
Questo ha sputtanato tutte le porcate fatte da Nazioni come gli USA, ed invece che essere protetto é trattato peggio dei peggiori criminali.... qualsiasi capo di stato dovrebbe vergognarsi
Tato50 9 mesi fa su tio
Melzer, la Svizzera è meglio che si occupi prima dei propri cittadini-;(((((
Um999 9 mesi fa su tio
@Tato50 Eh no sarebbe troppo semplice e poi i risultati sarebbero misurabili, invece così si spara sempre nel mucchio.
Zarco 9 mesi fa su tio
@Tato50 Noi svizzeri soliti buonisti, altre nazioni se ne fregano..,
Tato50 9 mesi fa su tio
@Zarco Infatti, diamo i documenti agli asilanti che non hanno diritto allo statuto di rifugiato perché la loro domanda è stata respinta. Dicono che il loro rimpatrio non è possibile ma se rientrano al paesello natio per le vacanze questo è un dettaglio!
Zarco 9 mesi fa su tio
@Tato50 Poi ci pensa il tribunale federale, di rosso pitturato...
Tato50 9 mesi fa su tio
@Um999 Non ho capito il concetto-;))
Um999 9 mesi fa su tio
@Tato50 Occuparsi dei propri cittadini si rischia di essere misurati sui risultati e naturalmente prendersi onori e possibili oneri. Inversamente parlare di questioni su ampia scala si fa bella figura anche senza far nulla e si ha la possibilità di accusare terzi e quarti. Tutto qui. Saluti
Treccani Danilo 9 mesi fa su fb
Sciacquattevi la bocca quando parlate di lui, ipocriti !
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
ZURIGO
3 ore
Animali domestici, quanto mi costano?
Cani, gatti o cavalli: possederli richiede tempo e denaro.
GRIGIONI
7 ore
Cerca di fermare i cavalli, bimba perde parte del dito
Stava tenendo una cordicella di recinzione, quando uno degli animali ha sfondato l'ostacolo
BERNA
8 ore
Fanno esplodere un bancomat, ripresi da un cellulare
Tre esplosioni per arrivare al distributore automatico dei soldi. Due ladri per un colpo perfetto
ZURIGO
9 ore
Identificato l'uomo caduto dalla finestra di un bordello
È un giovane di 28 anni la vittima dell'incidente avvenuto venerdì mattina nel centro storico di Zurigo.
SVIZZERA
10 ore
Posto di lavoro: aumenta l'incertezza fra gli over 50
Lo conferma un sondaggio effettuato dallo specialista del settore Rundstedt
SVIZZERA
12 ore
Altri 782 casi, 26 ricoveri e 2 decessi in 72 ore
Il 3.4% dei tamponi effettuati tra venerdì e domenica è risultato positivo al Covid-19.
SVIZZERA
13 ore
L'ex tassista ai vertici della Seco
Boris Zürcher ha fatto una carriera fuori dal comune. Oggi guida la Divisione lavoro a Berna. Lo abbiamo intervistato
SVIZZERA
13 ore
Congedo paternità, per UBS sono quattro settimane
Il colosso bancario si vuole dimostrare un datore di lavoro attrattivo
VAUD
14 ore
Deraglia un treno alla stazione di Echallens
Fortunatamente non c'erano passeggeri a bordo, ma non sono mancati i disagi.
SVIZZERA
14 ore
Le donne avrebbero abbattuto i jet
Il 55% delle votanti di sesso femminile avrebbe fatto a meno dell'acquisto dei nuovi aerei militari.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile