Immobili
Veicoli
Polizia canton Vallese
Le tre case squarciate dalle esplosioni innescate dai camini con termoconvettore ad acqua calda.
+1
VALLESE
28.12.19 - 12:220
Aggiornamento : 14:32

«Non usate quei camini»

Tre esplosioni provocate da camini a legna con termoconvettore ad acqua calda si sono verificate quest'anno nel canton Vallese. Il Ministero pubblico corre ai ripari: «Sono pericolosi»

SION - Tre esplosioni in un anno. L'ultima lo scorso 20 dicembre. Il denominatore comune? Tutte e tre le abitazioni coinvolte dalle deflagrazioni presentavano dei camini a legna con termoconvettore ad acqua calda. Tutti risalenti agli anni Ottanta. Un residuato che il Ministero Pubblico del canton Vallese raccomanda di «non più usare».

La prima si era verificata il 20 gennaio: una casa unifamiliare di Vollèges era rimasta seriamente danneggiata dall'esplosione che per fortuna non aveva provocato feriti. Andò peggio il 17 marzo, quando la deflagrazione avvenuta a Grône, oltre a distruggere la casa, causò il ferimento di due persone. 

Il Ministero pubblico aprì un'inchiesta e scoprì che entrambe le abitazioni erano riscaldate da camini a legna con termoconvettore ad acqua calda risalenti agli anni '80. «Già a quel momento decidemmo di mettere in guardia la popolazione», viene precisato in una nota. Il terzo caso - risalente a pochi giorni fa - è stata poi la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. L'esplosione di Leyton, che ha provocato il ferimento di una persona, è infatti stata innescata dallo stesso tipo di apparecchio. «Tutti coloro che possiedono un camino a legna con termoconvettore ad acqua calda la cui installazione risale agli anni Ottanta devono immediatamente smettere di utilizzarlo», precisano Ministero Pubblico e polizia cantonale. «Il loro uso sarà possibile solo dopo che verrà effettuato un controllo tecnico completo».

Polizia canton Vallese
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tony15 2 anni fa su tio
Ci trovi molto da ridere????
miba 2 anni fa su tio
@Tony15 Eccone uno che prende tutto come un'immane tragedia dell'umanità :):):)
Equalizer 2 anni fa su tio
Non credevano nella data di scadenza del prodotto :-)
miba 2 anni fa su tio
Buuuuum! :):):)
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / MONDO
14 min
«Vaccinare il mondo per fermare la pandemia»
Il messaggio del segretario generale dell'Onu Antonio Guterres al WEF di Davos.
SVIZZERA
2 ore
Sostegno al 2G, ma solo sino a fine febbraio
Le risposte dei cantoni alla consultazione federale sui provvedimenti anti-coronavirus
ZURIGO
3 ore
Quadruplicati gli attacchi di panico, gli esperti sono preoccupati
Depressione, ansia e paura: sono tutte conseguenze della pandemia, che colpiscono in particolare i giovani.
SVIZZERA
3 ore
Quarantene e test di massa? Da rivedere: «Omicron è come un incendio»
Anche gli scienziati hanno dei dubbi sul contact tracing. E sono ottimisti: il picco è vicino
GINEVRA
4 ore
Investita sulla pista da sci, muore a 5 anni
La piccola, residente a Ginevra, è stata travolta a Flaine, stazione sciistica situata in Alta Savoia.
GRIGIONI
5 ore
Gastronomia, quasi una irregolarità su quattro
In diversi casi è stato riscontrato un mancato rispetto delle disposizioni microbiologiche.
SVIZZERA
6 ore
Oltre 67mila contagi e 30 morti nel weekend svizzero
Ancora in aumento i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,1% dei posti letto complessivi.
ZURIGO
8 ore
Zurigo chiama alla cassa gli altri Cantoni per i pazienti Covid
Il 10-15% di quelli ricoverati nelle strutture zurighesi proviene da altre regioni del paese
SVIZZERA
10 ore
«Un generale dell'elettricità? Non siamo in guerra»
SImonetta Sommaruga rifiuta l'idea proposta dall'UDC: «Ognuno si assuma le proprie responsabilità».
SVIZZERA
11 ore
Bambini, donazioni raddoppiate
La Catena della solidarietà festeggia numeri in crescita, a favore dell'infanzia
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile