Keystone
SVIZZERA
27.12.19 - 11:320

WEF, anche l'agenda delle manifestazioni di protesta è ricca

Durante la 50esima edizione del Forum economico mondiale di Davos ci saranno dimostrazioni contro lo stesso WEF e a favore del clima

di Redazione
ats

DAVOS - La 50esima edizione del Forum economico mondiale di Davos (WEF) sarà accompagnata dalle abituali manifestazioni di protesta: nella località grigionese la Gioventù socialista organizzerà un evento per il clima mentre a Zurigo è prevista una marcia contro l'incontro che annualmente riunisce personalità del mondo economico e politico.

La Gioventù Socialista (Giso) grigionese e svizzera hanno annunciato oggi di aver inoltrato in novembre una richiesta alle autorità di Davos per poter manifestare il 21 gennaio. Queste ultime hanno preannunciato che il permesso verrà concesso il 7 gennaio, secondo gli organizzatori.

Il giorno dopo, il 22 gennaio, alla Helvetiaplatz di Zurigo dovrebbe svolgersi una manifestazione contro il WEF. La protesta, indetta da Giovani Verdi, Giso e Movimento per il Socialismo (MpS) si svolgerà all'insegna del motto "50 anni sono sufficienti", se otterrà l'autorizzazione. In questi 50 anni sono state sprecate ingenti somme di denaro pubblico per garantire la sicurezza dei partecipanti, ma non sono stati raggiunti risultati positivi, affermano gli organizzatori.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
FOTO
SVIZZERA
6 ore
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
7 ore
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SVIZZERA
9 ore
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
9 ore
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
10 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
13 ore
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
ZURIGO
21 ore
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
1 gior
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
BERNA
1 gior
Dopo Pfizer anche Moderna mette il booster
Intanto l'Ufsp raccomanda la dose di richiamo per tutti. La spiegazione: «Migliora la protezione e frena la diffusione»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile